HOME PAGE     

                                                                                                                                                                                                                      

BRACCIALINI: COLLEZIONE PRIMAVERA ESTATE 2018 - #TROPILCAMOOD

Dedicata a donne avventurose, amanti del viaggio e della natura, ma anche donne con la metropoli nel cuore che amano portare con sé in città suggestioni di mete lontane.

Le proposte della nuova collezione sbucano tra fronde sauvage, vestendosi con brio pop-art e al ritmo di una festa caraibica.

Braccialini sceglie una partitura cromatica impostata sui toni della giungla e dei suoi variopinti colori: verde, giallo, fucsia, celeste. Sulle borse fioriscono grandi fiori esotici e stampe caleidoscopiche.

Fiori, api, boccioli e foglie prendono forma su modelli dalle lineari forme geometriche e dall’eleganza essenziale come su modellerie morbide di gusto sportivo, in pregiati pellami o in pratici tecnici e anche in paglia.

Ritroviamo anche il modello iconico CLIO di Braccialini reinterpretato con nuovi ricami e colorazioni, nel mood della stagione.

Tra le fronde spicca un tucano, tema di stagione, adorno di fiori, gioiello di artigianalità e ideale messaggero dell’eleganza ottimista di questa collezione, sognando le prossime vacanze.  Per info: www.braccialini.it

Milano, 17 luglio 2017

 

SUNKISSED LA NUOVA COLLEZIONE MAKE UP CLARINS ESTATE 2017

      

Volete giocare con il colore rivelando la vostra bellezza con un maquillage luminoso, essenziale e su misura? Allora questa collezione su cui soffia un’aria tropicale con motivi ispirati alla natura, fa per voi!

Poudre Soleil & Blush. Un concentrato di sole che ama la pelle. Risultato: maquillage su misura con una declinazione di 3 tonalità mat, riscaldate da un blush arancione iridescente. Complesso Light-Optimizing+, catalizzatore di luce. Micropatch vegetale contro la disidratazione. Complesso Antinquinamento Clarins.

Palette Yeux 4 Couleurs. Una palette occhi vitaminica. 4 ombretti in polvere dai pigmenti puri, 100% minerali e vegetali. Colori immediati e intensi. Effetto levigante istantaneo con un mix di poligliceridi di origine esclusivamente vegetale. Elevata sensorialità e comfort.

Crayon Yeux Waterproof. Due nuove tonalità solari, uno sguardo sublimato in qualsiasi circostanza. Da utilizzare alla radice delle ciglia o all’interno dell’occhio, come khôl. Formula delicatissima e facile da applicare. Risultato intenso e lunga tenuta.

         

  

E per ultimare la routine beauté dell’estate:

Mascara Supra Volume, Double Fix’ Mascara, Baume Embellissant Lèvres.

Infine, per una pelle protetta tutta l’estate: Crème Solaire Anti-Rides Visage UVA/UVB 50+

Paola Luchetti 19 Giugno 2017

 

DOLCE & GABBANA SCELGONO LE DELICATE ORTENSIE PER LA NUOVA COLLEZIONE EYEWEAR

Per la collezione Ortensia, Dolce&Gabbana si ispira ad un romantico giardino in fiore. I nuovi occhiali da sole della linea raccontano l’atmosfera del giardino all’inglese, ricco di stupende ortensie, di una villa in Sicilia appartenuta in passato ad una famiglia aristocratica britannica.

A caratterizzare ciascun pezzo della collezione sono l’eleganza, i colori tenui e la leggerezza dei decori che si riflettono sugli occhiali da sole Dolce&Gabbana. Vediamoli insieme:

One of a Kind DG2187 L’occhiale da sole di preziosa fattura artigianale celebra, il va sans dire, il tema Ortensia. L’ampia montatura rotonda, realizzata in metallo, ha il frontale ornato da volute barocche dorate e da delicati mazzolini di ortensie. Le corolle sono illuminate da un mosaico di piccole perle lilla e oro applicate a mano e coronate da foglie verde pallido. Le grandi lenti rosa sfumate accentuano la raffinatezza del modello e il tema floreale, le aste sono rifinite con motivo barocco. Il modello è presentato in un’elegante bauletto e packaging con stampa Ortensia, ed è disponibile esclusivamente nelle boutique Dolce&Gabbana.

DG2191 Occhiale da sole in metallo dalla forma pilot e dal taglio diagonale delle lenti. I toni raffinati del tema Ortensia sono ripresi nelle declinazioni colore del modello: frontale bianco con aste oro e terminale decorato da motivo Ortensia e lenti sfumate verdi, argento con terminale delle aste con stampa interna Ortensia e lente specchiata viola.

DG4310 Occhiale da sole oversize dal profilo quadrato. Realizzato in acetato con un design dai profili importanti, il modello è decorato con il motivo Ortensia. I toni sofisticati del tema floreale sono sottolineati dall’accostamento con lenti lilla sfumato. L’occhiale è disponibile anche nella variante avana con motivo Ortensia all’interno e lenti sfumate marroni.

DG1298 Occhiale da vista in metallo dalla forma a farfalla caratterizzato da uno spessore che ne sottolinea i profili. Il ponte è sottile e le aste, in alcune varianti cromatiche, riprendono la stampa floreale Ortensia nel terminale. Il modello è disponibile nelle seguenti combinazioni: verde e lilla con motivo Ortensia sul terminale delle aste e nei classici nero e oro rosa.

DG3247 Occhiale da vista dalla forma cat-eye realizzato in acetato abbinato a metallo. Il modello è caratterizzato da un sottile ponte e da aste importanti. L’occhiale è disponibile nelle seguenti versioni: stampa Ortensia con interno bianco e nero con interno stampa Ortensia.

Paola Luchetti 16 Giugno 2017

 

ELEVENTY UOMO SS18 - UN INNO ALLA LEGGEREZZA E ALLA MORBIDEZZA

                                      

La collezione uomo Eleventy SS18 è un inno alla leggerezza e alla morbidezza interpretati da nuovi tessuti soft ed elasticizzati che seguono le linee naturali del corpo. Così le lane bi-stretch e i jersey quasi impalpabili di alcuni abiti, giacche e pantaloni; le t-shirt in cotone egiziano super piuma, le maglie in cotone/cashmere, e le felpe elasticizzate.

Nel mondo delle giacche, il lino e il cotone si uniscono per dar vita a monopetto e doppiopetto stretch, declinati nei nuovi colori esclusivi Eleventy come aubergine, inchiostro, militare, vicuña, grigio.

Le stampe camouflage sono protagoniste di alcuni capispalla in nylon e suede, in pantaloni e bermuda in cotone, e diventano il dettaglio di primaverili scarpe stringate.

Un’altra innovazione significativa è rappresentata dalla lana spruzzata a mano che fa da sfondo a confortevoli modelli jogging, oltre a cotone smerigliato e denim stone.

          

Pellami pregiati quali il suede resinato o la nappa plongé vengono sviluppati per giubbini, gilet e giacche blazer.

La collezione swimwear presenta una varietà di texture ispirate a geometrie tradizionali, mediterranee delle architetture a cavallo tra il XIX e il XX secolo. I pattern geometrici rigorosi, con i contrasti in bianco e nero tipici delle pavimentazioni in pietra e in cementine, hanno grande forza comunicativa grazie a grafiche riconoscibili dalla memoria iconografica collettiva e ritornate di grande attualità.

Completa la collezione la linea di accessori con una borsa realizzata interamente a mano su forma in legno; zaini dall’effetto vintage in cervo o tessuto stampato camouflage; borsone, cartelle e piccoli accessori in cervo.

Platinum

Tra le novità della preziosa linea Platinum le giacche bimateriche sviluppate con maniche in maglia, e gli abiti sartoriali interpretati da esclusive lane mixate a lini, sete e cashmere. E le scarpe realizzate da maestri artigiani in cavallo cromo, cervo e camoscio.

Tra le novità della SS18, Eleventy propone due Capsule Collection:

ARCHIVIO

7 modelli baggy 5 tasche in denim giapponesi pregiatissimi reinterpretano capi dall’archivio Eleventy e sono caratterizzati da trattamenti, usure, rammendi artigianali e un cartellino dalla dicitura “capi unici fatti da mani sapienti di artigiani e artisti italiani”.

Intimo

Una capsule collection di Pigiami e boxer, a righe o uniti, sui toni del bianco e del celeste per dar loro ancora più unicità.

Milano, 18 giugno 2017



ORNELIANI:  COLLEZIONE P/ E 2018   FLUIDITY and MOVEMENT

 

E’ come se il ritmo del cambiamento continuo, tratto caratteristico del nostro tempo, imprimesse un nuovo passo anche allo stile. I parametri di sempre scoloriscono sotto i nostri occhi e, in attesa di regole nuove, ognuno cerca le certezze nella propria identità personale.
Questo si riflette anche nella scelta del nostro modo di rappresentarci. 
moda risponde offrendo proposte adatte al nuovo nomadismo geografico ed esistenziale immaginando oggetti
quotidiani che si adattino alle più diverse condizioni, assecondandoci con eleganza ma con grande leggerezza.
L’adesione allo stile Corneliani ha analogie con l’appartenenza a un club: sono le affinità elettive a determinarla.
L’idea di fluidità e movimento è stata l’ispirazione per la prossima stagione, che prevede un guardaroba
completo che va dallo spirito metropolitano a quello per il tempo libero.
Immaginiamo un racconto di viaggio, dalla città al deserto, che si articola in tre tempi, ed è scritto con il linguaggio dei colori, nelle nuances prese a prestito da un quadro impressionista.

SPRING TIME
È dominata dai toni freddi: varie tonalità di nuovi blu “balena” sono accostati ai grigi tipici del guardaroba maschile,
La lavorazione: Nuove gessature, effetti frisé e linee interrotte creano disegnature moderne su tessuti sartoriali.
I blu più decisi sono pensati accanto ai grigi caldi e ai marroni, in una serie di proposte sviluppate sul tema delle
fantasie finestrate. Sapienti giochi di tonalità sottolineano contrasti materici e nuove strutture movimentano tessuti e filati, per dare vita a un look casual ed elegante.

Forti contrasti, come il beige e il nero suggeriscono un’identità sportiva e al contempo sofisticata. I toni violacei
dell’inchiostro attraversano l’intera collezione, creando una inedita armonia.
Importanti i dettagli, in una totale alleanza tra lo sportswear e il formale: zip hydro, nylon con stampe che ricordano
tessuti di estrazione drapperia e cotoni membranati, conferiscono funzionalità pur mantenendo un’attitudine
sartoriale.

SUNNY TIME
I colori si fanno più decisi e, mescolandosi, creano nuovi abbinamenti cromatici.
Il verde olio, nelle varie tonalità, si illumina e assume un ruolo da protagonista. Lo troviamo abbinato a tutte le
sfumature del grigio, fino ad arrivare al nero.
La leggerezza è la caratteristica predominante: I nylon impalpabili costruiscono capi aerei, i tessuti armaturati
ricordano gli intrecci delle stuoie e le strutture evocano i disegni creati dalla sabbia mossa dal vento.

FULL SUMMER
Decisamente estiva, è dominata dai toni bruciati del “terracotta” associati alla purezza del bianco, alle tonalità
naturali del deserto e impreziositi dal “blu tuareg” e dall’ocra.
Le silhouette morbide e i tessuti naturali contribuiscono all’idea di una grande ed estremamente sofisticata
rilassatezza.
 Milano, 17 giugno 2017


ELE   COLLECTION   
      

         

ELE è una nuova collezione di costumi da bagno creata dalla designer romana Eleonora Tersigni, un progetto preciso che rilegge i codici dell'abbigliamento beach-wear, lavorando sull'amore per i dettagli, sulla scelta delle sfumature di colore, sul taglio e la façon artigianale, dando vita a un prodotto innovativo, fortemente connotato, femminile e senza tempo.

Eleonora inizia molti anni fa ad occuparsi di ciò che più le piace fare. La moda è la sua grande passione ma ancor di più ama il beach-wear, un'ossessione data anche dal suo continuo viaggiare e dal suo amore per la natura e in particolare per il mare.

Decide quindi di creare i costumi che sogna da sempre: bikini di alta qualità, con un'attenzione maniacale al fitting e con una ricerca scrupolosa di stampe esclusive. Ma devono anche esaltare la silhouette, devono asciugare facilmente e devono essere considerati un vero e proprio "abito da spiaggia". La sua ricerca è partita dall'interno, dal privato e così nel 2013 nasce la collezione ELE che trova ispirazione nelle icone di stile anni 60 ed è caratterizzata da linee essenziali e femminili.

   

Eleonora Tersigni trasporta nel suo lavoro i segni della contemporaneità, i suoi punti di forza sono la passione, l'attitudine creativa e l'intuizione. La produzione interamente Made in Italy e il controllo della qualità sono elementi distintivi della collezione ELE di cui la stessa designer ama curare ogni singolo aspetto del processo produttivo, dal disegno alla scelta del tessuto e del pattern, lavorando su un centimetro in più o in meno di una scollatura.

Tutte cose impercettibili che alla fine hanno dato vita a un'estetica moderna che rifugge dall’eccesso per parlare la lingua dell’intimità emotiva e concettuale.

Costumi da bagno atemporali, immediatamente riconoscibili eppure sempre portabili, capaci di diventare un tutt’uno con lo spirito e il modo d’essere di chi li indossa.

                

Un genere senza frontiere, amato da celebrities del mondo della tv e del cinema, da Alessia Marcuzzi a Claudia Gerini, da Ilary Blasi a Vittoria Belvedere e Luisa Ranieri, oggi la collezione ELE è venduta in gran parte del mondo, con una presenza attentamente mirata agli stores e ai web-shop maggiormente in linea con la sua sensibilità e con l’unicità delle sue creazioni.

Per  info:      www.elecollection.com       facebook:  www.facebook.com/elecollection    instagram:  http://instagram.com/elecollection/

Milano, 9 maggio 2017

          

VLADIMIRO GIOIA         -          Fall Winter 2017 2018

 

I colori argentei e lunari, come ragnatele bagnate dalla brina mattutina, oppure ferrosi e incisivi come gli intarsi di Moss sugli edifici.

Di Moss sono stati presi in esame e sviscerati la (W)rapper Tower, il Waffle e il Box.

Torre (W)rapper: un groviglio di archi che avvolge l’edificio: apparentemente un superficiale decoro silvestre, che in realtà costituisce il sistema strutturale dell’edificio. La strategia concettuale del progetto percorre infatti una tecnica strutturale che applica principi di geometria polare

rettangolare: un sistema continuo di nastri curvilinei, che avvolge il parallelepipedo, né travi, né colonne, permettendo così un interno completamente aperto che contribuisce a una vista senza ostacoli di ogni piano. Un esoscheletro disegnato da 14 bande metalliche di cui 11 forniscono rigidità laterale creando il sistema portante principale dell’edificio. Ogni banda emerge dalle pareti esterne prima di gettarsi nell'elevazione dell’edificio seguendo un arco con raggio e centro unico. Le bande corrono parallele alla facciata prima di girare, spezzandosi a 90° in corrispondenza degli angoli dell’edificio, per poi risolversi nei cinque iperbolici muri di sostegno in cemento armato. Così i tagli e le strisce in pelle e metallo corrono lungo la superficie bianca degli abiti, semplici nella loro struttura, definendone le trasparenze.

Waffle: così denominato per la superficie esterna: un esoscheletro a griglia che si intensifica in prossimità delle aree di curvatura. La griglia è formata da un nido di lastre di acciaio incrociate, con funzione di brise-soleil, supportate da tubi di diametro da 18 pollici che si piegano per accogliere la torsione della struttura. La facciata utilizza una fitta rete di sezioni rette in acciaio che curvano dolcemente intorno alla struttura del padiglione.

Dalla densa rete, costituita da lamine di acciaio parallele, emergono quelle verticali, che ispirano gli abiti nelle gradazioni del cobalto le cui fasce parallele avvolgono le curve della silhouette femminile.

Box: è un intervento, di recupero di un capannone esistente sul Boulevard National a Culver City. E’ una versione ibrida della scatola convenzionale a forma ortogonale. Il principio geometrico tradizionale diventa un oggetto, modificato e disfatto in alcune parti, che converte la scatola in una forma irregolare, talvolta sventrata, ma ancora riconoscibile e riconducibile alla sagoma originaria. I due lucernari a tre lati, agli angoli nord-ovest e sud-est, che uniscono le due pareti del Box al tetto, sono essi stessi analoghe scatole teoriche di vetro, posizionate su angoli opposti dello spazio conferenze e che disfano gli spigoli per aprire la veduta sugli alberi circostanti e il cielo. Il materiale superficiale è un intonaco cementizio quasi nero sia all'interno che all'esterno. Allo stesso modo gli abiti in seta nera, tagliano i bustier aprendo le ampie e definite scollature.

Tra i tessuti utilizzati prevalgono le sete ordite a telaio oltre che duchesse, cady, e crepon.

La cartella colori è influenzata dalle architetture a cui la collezione si ispira: bianco, nero, toni del cobalto. E un romantico rosa argenteo per il peplo della dea Aracne. Parecchi i personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo presenti, ricordiamo: Adriana Volpe, Eduardo Tasca, Patrizia Pellegrino, Tosca D'aquino, Francesco Stella, Francesco Stella, Beppe Convertini, Marina Ripa di Meana, Lorella Landi, Nadia Rinaldi, Simona Borioni.

Roma, 31 gennaio 2016

GIOVANNI RASPINI - wild milano - Segni e gioielli animalier in mostra a Palazzo Serbelloni

Da oggi fino al 5 febbraio, saranno in mostra presso Palazzo Serbelloni, le creazioni di Giovanni Raspini

                     

si sovrappongono idee, progetti, materia ed elementi iconografici, disegni e fotografie. E ancora objets trouvés, citazioni, ritagli di giornali, e frammenti calligrafici che intersecano le linee del disegno. Così l'idea primigenia del designer di gioielli si fa immagine compiuta: 30 tavole che offrono a chi guarda lo spettacolo della creazione artistica. 

Ecco come nascono i gioielli di Giovanni Raspini, anch’essi in mostra nelle sale di Palazzo Serbelloni: il segno forte e naturalistico, non geometrico, e la plasticità del progetto rendono assolutamente riconoscibili le sue creazioni preziose. Forma e armonia della contemporaneità, con l'eccellenza del lavoro che nasce dalla grande tradizione orafa. Argento vivo da toccare, da indossare sulla pelle nuda, argento dorato per dare luce e colore ad una donna indipendente, autentica e sfrontata. Gioielli importanti, dalla personalità unica, di autentica ispirazione animalier.

                  

WILD è un omaggio sincero alla libertà e all'immaginazione di Giovanni Raspini. Un “diario di viaggio” che si esprime in disegni e pitture; una straordinaria collezione di idee creative che trova compostezza nelle pagine dello scrapbook dell'argentiere toscano, il suo libro degli schizzi, l'album magico della memoria personale e collettiva, dove

WILD è anche il volume scritto dal giornalista toscano Francesco Maria Rossi ed edito da Edifir Firenze, che raccoglie le tavole e i gioielli nati dall’estro e dall’immaginazione dall’argentiere toscano, creazioni che esprimono tutta la sua ammirazione per la bellezza semplice e inconsapevole della natura. I disegni di Giovanni Raspini da riflessioni divengono progetti, e infine gioielli. Altre volte lo schizzo rimane lì, il cartoncino impilato fra innumerevoli compagni, a testimoniare un momento e un'idea.

                      

Giovanni Raspini ama la circolarità, la riflessione, la connessione di idee, persone e cose. Il suo tempo è un meraviglioso groviglio da cui scaturisce un'eleganza senza tempo.

Un destino di bellezza rende uniche le creazioni di Giovanni Raspini. E' il lusso necessario che nasce dal cuore della Toscana, per un marchio che da quasi cinquant'anni ricerca l'eccellenza e una cifra stilistica assolutamente personale. Perché il futuro non si immagina, si sperimenta.

Milano, 29 gennaio 2016

 

 

 

statistiche accessi