HOME PAGE     

                                                                                                                                                                                              

 

 

OCULISTI A CONGRESSO: 16° Congresso internazionale della SOI

 

Dopo una pioggia torrenziale, stamani si sono aperti con il sole, i lavori scientifici del 16° Congresso Internazionale della SOI che vedono impegnati gli oculisti italiani e stranieri in una 4 giorni ricca di eventi scientifici e corsi di aggiornamento. 

 

La partecipazione è come sempre nutrita e per questo non possiamo che essere soddisfatti- ha dichiarato Matteo Piovella, Presidente della SOI,  commentando le prime due giornate congressuali. Oltre ai numeri è la qualità della partecipazione che conta: si percepisce grande entusiasmo, un grande interesse e una grande volontà di partecipazione in tutti gli eventi che abbiamo previsto; questo, è un segno positivo.

 

La vitalità dimostrata dagli oculisti italiani nel corso di questi eventi SOI è quello che serve per uscire dall’attuale situazione di empasse dettata dalla scarsità di risorse destinate all’oftalmologia, un fenomeno che ci ha investiti negli ultimi anni, non solo per la difficile congiuntura economica ma anche – lo voglio sempre ribadire – per il disinteresse e la noncuranza della classe politica del nostro Paese- ha aggiunto Piovella.

 

Questo non ci deve condizionare più del dovuto: il ruolo di protagonisti che gli oftalmologi italiani hanno avuto in passato deve spronare a guardare avanti con realismo e determinazione, tenendo sempre alta l’attenzione sulle novità e sulle nuove possibilità di cura che la tecnologia e il progresso della farmacologia mettono a disposizione- conclude il Presidente SOI.

 

La Sanità pubblica italiana offre poche possibilità di utilizzare le migliori tecnologie per la chirurgia della cataratta- commenta Lucio Buratto a margine del Simposio SOI ”Indicazioni cliniche, selezione del paziente, organizzazione del centro chirurgico per impianto IOL a tecnologia avanzata nella chirurgia refrattiva della cataratta in ambito SSN” perché è carente nella parte diagnostica e nel fornire i materiali necessari tipo le lenti ad alta tecnologia, i laser a femtosecondi, ma anche nella strumentazione intraoperatoria che consente di ottimizzare il risultato refrattivo. Se vogliamo una qualità chirurgica migliore occorrono DRG più alti ed è necessario coinvolgere anche economicamente i medici che debbono eseguirla.

 

Infine, Fabrizio Camesasca, coordinatore assieme a Pasquale Troiano del Master di Aggiornamento SOI sulle “Conoscenze per svolgere ogla professione di oftalmologo”,  sottolinea come solo SOI in Italia riesca a riunire professionisti di alto livello clinico e grande capacità comunicativa che in una mattina forniscano un aggiornamento dalla cornea alla retina, dall’uveite alla neuroftalmologia, dal glaucoma alle IOL a tecnologia avanzata. I singoli argomenti possono esser approfonditi nel corso del Congresso SOI grazie a simposi e corsi specifici, ma i Master vogliono fornire aggiornamento incisivo, rapido e accurato, utile alle attività e ai problemi incontrati quotidianamente negli ambulatori, negli ospedali nelle sale operatorie.

Milano, 17 maggio 2018

 

TEATRO MANZONI:  "Quel pomeriggio di un giorno da star"

Al teatro Manzoni di Milano in programmazione fino al 20 Maggio la commedia:"Quel pomeriggio di un giorno da star" con Corrado Tedeschi, Brigitta Boccoli ecc.. Una commedia scadente con un testo povero. Il simpatico mattatore Corrado Tedeschi delude, molto meglio le sue recite in commedie di tempo fa. Discreto l'impegno di tutti gli attori, ma il testo e le scene non consentono di apprezzare e far emergere l'impegno dei singoli teatranti se si può parlare ancora di teatro.

 

 

 

 

Milano, 4 Maggio 2018                  Achille Guzzardella

 

Yannick Nézet-Séguin e Yuja Wang al Teatro alla Scala

a favore di Croce Rossa Italiana - Comitato di Milano

Il ricavato della serata sosterrà le attività sanitarie e sociali per le persone vulnerabili

L’atteso appuntamento annuale al Teatro alla Scala di Milano a favore della Croce Rossa di Milano è in programma per lunedì 23 aprile, alle ore 20.

Protagonista sul palcoscenico sarà il Maestro canadese Yannick Nézet-Séguin che dirigerà la Rotterdam Philharmonic Orchestra, nell’esecuzione di celebri note di Haydn, Rachmaninov e Čajkovskij, con la partecipazione al pianoforte di Yuja Wang.

Giunto alla 22esima edizione, il concerto benefico organizzato al Piermarini dal Comitato di Milano della Croce Rossa Italiana ha l’obiettivo di sostenere i progetti di carattere sanitario e sociale a supporto delle persone più fragili ed emarginate, che hanno difficoltà di accesso al Sistema Sanitario Nazionale. L’intero ricavato della serata andrà, nello specifico, a finanziare il potenziamento degli interventi medici dedicati alle persone senza dimora e l’ampliamento dell’ambulatorio CRI di via Pucci a Milano per incrementare tipologia e numero delle prestazioni offerte.

La Rotterdam Philharmonic Orchestra, che quest’anno festeggia i suoi 100 anni di attività, eseguirà la Sinfonia in fa minore “La Passione” Hob. I:49 di Haydn, il Concerto n.4 in sol minore op. 40 per pianoforte e orchestra di Rachmaninov, e la Sinfonia n.4 in fa minore op. 36 di Čajkovskij.

I biglietti sono disponibili con prenotazione presso le prevendite di geticket.it, ticketone.it e vivaticket.it oppure chiamando il numero 02-3883210 (lun-ven ore 10-13, 14-17). Il costo varia da 15 a 200 euro (prevendita esclusa). Per info: concertoscala@crimilano.it


 

Milano, 16 aprile 2018

 

 

FESTE E AMBIENTE - PARTY ROUND, E' QUI LA FESTA - QUANDO IL DIVERTIMENTO E' GREEN

 

 E' arrivata la primavera. Boom di feste in ville, giardini e terrazzi. Matrimonio, compleanno, nozze d'argento, meeting aziendale, cresima e comunione, indipendentemente dall'evento il segreto di una festa riuscita è che dev'essere fatta bene e fare bene all'ambiente. E' il diktat imprenscindibile di questi ultimi tempi. Lo sa bene Party Round, il primo multiservice completamente green per eventi che, all'avanguardia, propone un'ultima novità per il 2018 all'insegna dell'esotismo: il Fruit & Veggy Carving Show Live. Ovvero l'esibizione, d'importazione e di cultura thailandese, di un maestro intagliatore che realizza al momento delle vere e proprie sculture scolpendo frutta ed ortaggi di vario tipo. In aggiunta, sempre dal sapore esotico, anche il menu innovativo che ha nel Poke il punto di forza. Una specialità gastronomica delle Hawaii molto colorata ed invitante: cubetti di pesce fresco crudo abbinati a riso o insalata e frutta tipica dell'arcipelago vulcanico. Un piacere per gli occhi e per il palato. Così come il Sushi Burger, l'hip food del momento ideale per un buffet alla moda.

Tutto rigorosamente green. Perché, com'è emerso da un recente sondaggio, ben il 77% degli italiani è eco-attento. Una sensibilità alla salvaguardia dell'ambiente e della salute confermata anche dalla crescita pari al 26% dei negozi che vendono alimenti biologici e dal calo della grande distribuzione che riduce i punti vendita del 15 per cento. E che fosse giunto il momento di fare scelte ecosostenibil, anche quando si organizza un meeting aziendale o una festa privata, se n' è accorto Danilo Arlenghi con Party Round. Il primo multiservice che ha trovato nella scelta green la propria ragion d'essere e la propria chiave di stile, per eventi sia tradizionali sia non convenzionali. A partire dagli spettacoli e dalle animazioni agli addobbi floreali di vario tipo, comprese le piante ad alto fusto , dal noleggio impianti audio, video e luci alle scenografie ed agli allestimenti , dalle riprese video con postproduzione ai servizi fotografici. E più importante di tutto l'ormai celebre catering con cibi e bevande biologici. Nel pieno rispetto del protocollo green che prevede, inoltre, prodotti a chilometro zero, lavaggio stoviglie con prodotti biodegradabil , utilizzo dei mezzi di trasporto Euro 6, raccolta differenziata già in loco, a tutela dell'ambiente e del benessere delle persone. Tutto questo è reperibile con una sola telefonata, essendo Party Round proprietario di tutti i servizi offerti e proponendosi come unico referente. Il cliente risparmia tempo, denaro ed anche personale aziendale. Pensa , infatti, a tutto lo staff del multiservice green, che per essere completamente ecosostenibile indossa divise ed abiti prodotti con tessuti naturali eco. Con Party Round il successo della festa è assicurato dalla grande qualità. "Perché- sottolinea Danilo Arlenghi- l'amarezza di una scarsa qualità rimane per lungo tempo dopo che il piacere di un prezzo basso è stato dimenticato". E se lo dice lui bisogna credergli. Arlenghi noto ideatore di eventi, e soprattutto negli ultimi anni fornitore di servizi, nonchè presidente del Club del Marketing e grande esperto di antiquariato e vintage, è quasi da guinnes dei primati. Ha organizzato 13.500 eventi in quarant'anni di onorata carriera. Basti pensare, solo per fare qualche esempio, che ha al suo attivo 10 edizioni del Gran Gala di formula 1 , 16 edizioni del premio Donna Marketing e Donna Comunicazione, l'organizzazione per due anni consecutivi della festa di compleanno di Diego Armando Maradona, e quella all’Openhouse per i cinquant'anni di Pelè un altro mito del calcio.

Negli anni Ottanta ha organizzato i gala dei maggiori programmi televisivi, da Risatissima a Premiatissima, da Disco Ring a Drive in, da Quelli della notte a Striscia la notizia. Ed è rimasta memorabile la festa di compleanno di Prince nel giugno 1986 ospitata a Milano al Vogue, uno dei mitici locali di Danilo Arlenghi. Tra gli invitati artisti internazionali quali: George Harrison uno dei quattro Beatles, Phil Collins, Spandau Ballet, i Queen, i Duran Duran, Diana Ross, Kid Creole and Coconuts, Elton John accompagnato da Gianni Versace, Eric Clapton. Una festa veramente molto esclusiva ed a porte chiusissime. Ma non si sono rivolti a lui solo star dello spettacolo, ha fornito servizi catering anche campioni dello sport come Alessandro Altobelli, Niki Lauda, Michele Alboreto, Dino Meneghin, top stylist quali Gianni Versace, Enrico Coveri, capitani d’industria, e addirittura tre presidenti della Repubblica italiana: Oscar Luigi Scalfaro, Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano.

Oggi entusiasta più che mai, attento all'ambiente ed alle tendenze del mondo social, con Party Round è in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza nel segno di un divertimento raffinato ed ecosostenibile .

Milano, 15 aprile 2018

 

Progetto Bee proposto da MOLO17 per una miglior produttività

Il progetto Bee è la novità di MOLO17, studiato per rispondere alle esigenze di un'azienda manifatturiera di Cordenons (Pordenone). Intermek, già cliente di MOLO17, cercava delle soluzioni che potessero migliorare la produttività e permettessero un controllo di tutte le fasi lavorative e distributive e volevano poter controllare tutte le operazioni dal tablet, anche con possibilità di visualizzazione in Realtà Aumentata. Intermek aveva chiesto a MOLO17 di poter interconnettere i dati riguardanti la produzione e la gestione della fabbrica con i software gestionali già in uso, permettendo una operatività di alto livello. Questo accedendo a una interfaccia altamente intuitiva. Oltre alla perfetta integrazione con i sistemi operativi già in funzione, un altro aspetto richiesto riguardava la possibilità di comunicare ai propri clienti via web l’andamento degli ordini.

Eravamo agli inizi del 2016 quando MOLO17, interfacciandosi con Intermek, ha iniziato a studiare e sviluppare la soluzione, che potesse meglio rispondere alle esigenze espresse, permettendo di mappare i flussi produttivi e distributivi. Sono state necessarie diverse fasi operative, tenendo anche conto delle problematiche che possono venire da security e privacy. Un altro aspetto che è stato molto apprezzato da Intermek è la possibilità di accedere, grazie all’investimento tecnologico, all’iperammortamento al 250%, che consente di ammortizzare i costi negli anni per un importo pari al 250%.

nella foto:

"Sistema di Visualizzazione in Realtà Aumentata (AR) per applicazioni IoT MOLO17 e Bee"


Ora Daniele Angeli, Ceo della azienda di Zoppola (Pordenone) intende proporre il progetto Bee ad aziende di altri settori, interessate a tenere sempre sotto controllo via Internet costi e ricavi, come le differenti fasi di produzione e distribuzione. La parola d’ordine è sempre la stessa: tenere conto delle differenti esigenze per poter adattare il progetto Bee in modo che offra sempre le maggiori opportunità alle aziende che lo scelgono. Daniele Angeli con il suo team di MOLO17 per il progetto Bee pensa infatti a potenziali clienti anche oltre il settore manifatturiero. Prime tra queste le realtà nell'ambito delle aziende di mobili, che sono soprattutto forti in Brianza. Il passo successivo per MOLO17 è dunque l'apertura di una sede a Milano, che consentirà di allargarsi ad altre realtà produttive o di servizi, come strutture legate al mondo della finanza, dopo aver risposto alle esigenze di aziende manifatturiere forti soprattutto nella zona di Pordenone.

La fase successiva, Daniele Angeli non lo nasconde, potrebbe prevedere una apertura anche alle esigenze di realtà oltre i confini italiani. Magari attraverso la presenza a fiere straniere. Intanto MOLO17 sarà presente a Fieramilanocity al Technology Hub (Milano, 17-19 maggio 2018). Qui sarà anche possibile verificare l’approccio alla Realtà Aumentata studiato da MOLO17. Le aziende manifatturiere potranno valutare la possibilità di visualizzare informazioni aggiuntive secondo le proprie esigenze. Insieme, MOLO17 proporrà la Realtà Aumentata anche in ambito medicale, offrendo alle aziende ospedaliere la possibilità di integrare l’AR nell’abituale rapporto tra medici e pazienti.

MOLO17 è la startup impegnata nel mondo digitale. Realtà Aumentata, IoT (Internet delle cose), Bee sono i progetti a cui sta lavorando. A dargli vita è Daniele Angeli, Ceo della azienda di Zoppola (Pordenone), con un giovane team - età media 25 anni - animato dalla passione per la tecnologia vissuta come strumento per migliorare l'attività produttiva delle piccole e medie aziende italiane. Già i nomi scelti per i brand sono indicativi: MOLO17 prende il nome dal numero considerato benaugurante da Daniele Angeli, accostato al termine «molo», perché il team vuole considerarsi come un gruppo di marinai che guidano nel mare del Web. Il nome del progetto Bee nasce dal concetto di piccoli insetti come le api, che lavorano insieme per un fine comune.

Nella foto:   Sistema di Visualizzazione in Realtà Aumentata (AR) per applicazioni IoT MOLO17 e Bee"          per maggiori info: www.moli17.com

Milano, 12 aprile 2018

 

Concerto di Maxim Vengerov

 

A Milano per le serate musicali al Dal Verme stasera 10 Aprile 2018 c'e'stato il bellissimo concerto del violinista Maxim Vengerov, accompagnato dalla bravissima pianista Polina Osetinskaya. Sono state eseguiti brani di Johan Brahms, Maurice Ravel e Nicolo' Paganini. Applausi a non finire, ai quali hanno fatto seguito tre bis  uno con musica di Fritz Kreisler. I due musicisti hanno entusiasmato il pubblico milanese.Vengerov ha mostrato tutta la sua bravura confermandosi uno dei migliori violinisti al mondo. Nelle foto chi scrive con Vengerov e con la Osetinskaya dopo il concerto e con Il fratello Cesare e l'amico Piero e i due musicisti al momento degli applausi.

 

Milano, 10 Aprile 2018 Achille    Guzzardella


ESXENCE

 

        

 Alla decima edizione la fiera dei profumi a Milano in zona Repubblica Porta Nuova. Ultime ore di visita, chiuderà domani  domenica 8 Aprile 2018. Un successone di pubblico e addetti ai lavori. Nelle foto chi scrive e Marialuisa e tre collaboratori all'iniziativa.

Milano, 7 Aprile 2018        Achille Guzzardella

 

Museo dell'Alfaromeo ad Arese

 

  

Vale la pena una visita al museo storico dell'Alfaromeo di Arese,disposto su ben sei piani il museo offre una panoramica esaustiva con i più bei modelli e prototipi delle piu'belle auto della grande casa automobilistica. Non dico di piu, 'andate a visitarlo. Nelle foto chi scrive con alcune auto.

 

Milano, 7 Aprile 2018  Achille Guzzardella

 

Non mi hai più detto ti amo

Bella e simpatica la commedia vista stasera 6 Aprile 2018 e visibile fino al 22 al Manzoni di Milano :"Non mi hai più detto ti amo" con Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia. Uno spettacolo sulla famiglia moderna a lieto fine interpretato bene da tutti gli attori. La commedia ha divertito tutto il numerosissimi pubblico, applausi a non finire. Nella foto chi scrive con Giampiero Ingrassia a fine spettacolo.

 

Milano, 6 Aprile 2018    Achille Guzzardella

 

Perù Home - Design Week presenta Pancho Basurco, “scultore e pittore” di tessuti

 

      

 

Alla Design Week 2018 l’Ufficio Commerciale del Perù presenta Perù Home per far conoscere l’incredibile offerta dei filati peruviani attraverso la creazione artistica di oggetti d’arredo per la casa. Perù Home è il titolo dell’esposizione dedicata al Perù interpretata da Pancho Basurco, l’artista peruviano “scultore e pittore di tessuti” capace di dosare, in modo equilibrato, antico e moderno nel design contemporaneo, utilizzando la vasta gamma dei filati tradizionali in alpaca.

Si tratta di un appuntamento nel cuore di Milano, durante il Salone del Mobile dal 17 al 22 aprile nella Galleria GILDA all'interno del circuito 5VIE.

Nel corso degli ultimi 20 anni Pancho Basurco si è impegnato in un’approfondita ricerca delle radici della cultura peruviana, per trasmettere attraverso la sua arte, l'armonia tra la bellezza della vita e il quotidiano e l'equilibrio tra l'antico e il contemporaneo.

Attraverso le fibre di alpaca, vigogna, molti altri tessuti e materiali ricercati dall'artista in diverse regioni del Perù - spiega Amora Carbajal Schumacher, Direttrice dell’Ufficio Commerciale del Perù in Italia – presentiamo "PERÙ HOME", una vera celebrazione della diversità del Perù attraverso il design”.

                                 

Perù Home è un viaggio in Perù. Il visitatore potrà scoprire una storia affascinante, che svela tutti i segreti delle fibre di alpaca e cotone, delle comunità che lavorano queste fibre pregiate e i loro colori naturali derivati dalla terra, si potranno apprezzare la diversità di prodotti che offre questo Paese e i suoi meravigliosi paesaggi. In questa edizione "PERÙ HOME" sarà l'interpretazione del Perù dal punto di vista di Pancho Basurco.

                            

Nel mio lavoro – commenta Pancho Basurco – cerco di rappresentare il Perù più vero perché siamo una Terra che respira e che è viva. I miei fili e le mie tessiture rappresentano così un modo per dimostrare che siamo tutti parte di un tutto, tutti parte di una comunità”.                 Perù Home - 17 – 22 aprile 2018    Galleria Gilda - Via San Maurilio 14 - Milano

Milano, 5 aprile 2018

Festa Dell'Angelo

 
Oggi 2 Aprile 2018 si è svolta a Milano la tradizionale festa dell'Angelo. Nelle vie collocate tra Piazza della Repubblica e via della Moscova e soprattutto nella piazza della Basilica di Sant'Angelo si è svolta la vendita di fiori e piante. Una miriade anche di bancherelle con prodotti per la casa e per uno spuntino veloce ed anche prodotti di ogni tipo nel bel chiostro  della Basilica. Per tuta la giornata c'è stato l'avvicendarsi dei milanesi e degli abitudinari frequentatori della zona. La festa ha avuto il suo culmine con la Messa celebrata da sua Eccellenza  Mario Delpini alla sua prima celebrazione in Sant' Angelo come da lui ricordato durante la sua omelia. La messa è stata concelebrata dai Monaci che l'Arcivescovo di Milano e della Diocesi più grande del mondo, ha ringraziato particolarmente, non facendosi mancare alla fine della celebrazione delle battute di spirito molto argute, che hanno fatto scaturire dai presenti un applauso e hanno reso il novello Arcivescovo molto simpatico. Nella foto L'arcivescovo Mario Delpini a fine celebrazione con chi scrive.

Milano, 2 Aprile 2018     Achille Guzzardella 

Milano - "Visita e incontri in Piazza Gae Aulenti"

Una passeggiata piacevole nel complesso moderno a Milano che ha il suo culmine in Piazza Gae Aulenti, noto Architetto Italiana che per altro ho conosciuto, vale sempre la pena fare, soprattutto se la giornata come quella di oggi2 Aprile 2018 è stata più che clemente nel tempo. Camminata e visita fatta in compagnia di moglie, fratello e cognata. Momenti di chiacchiere e apprezzamenti e di incontri come quello di chi scrive con il collega e amico Pietro Coletta, artista e docente in pensione dalla folta barba e presenza.
Nelle foto chi scrive è con il fratello Cesare e poi con l'amico Coletta.

Milano, 2 Aprile 2018                    Achille Guzzardella 

Libro:  "La Corsara"

         
Presentato oggi 29 Marzo 2018  alla casa del Manzoni a Milano  il libro scritto da Sandra Petrignani :" La Corsara - ritratto di Natalia Ginzburg".  Un folto pubblico ha gremito le sale della casa, in prima fila Bazzoli presidente di Banca Intesa e poi vari amici come la Maria Mulas  ed il marito  ecc. IL libro edito dalla Neri Pozza è stato illustrato dall'autrice, che è stata intervallata dalle letture di alcuni brani della Ginzburg eseguite dalla bravissima giovane attrice Cristiana Capotondi.  Una bella serata . Nelle foto chi scrive con la Capotondi e l'attrice mentre legge.

Milano, 29 Marzo 2018          Achille Guzzardellal

AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DELLA CAMPAGNA CUORIAMOCI:
PICCOLI GESTI PER LA SALUTE DEL CUORE

Una ricerca GfK Eurisko conferma che la corretta alimentazione è più pensata che praticata realmente dagli italiani. In particolare, gli alimenti “amici del cuore” trovano poco spazio in cucina:
il 42% della popolazione non mangia le dosi consigliate di frutta, il 59% quelle di verdura e l’82% dimentica di inserire della propria dieta il pesce, ricco di Omega 3.

Al via la seconda edizione della campagna “Cuoriamoci, piccoli gesti per la salute del cuore”, promossa da Fondazione Italiana per il Cuore in collaborazione con la Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione e con il supporto non condizionato di Parmalat, per sensibilizzare gli italiani sull’importanza di prendersi cura del benessere del proprio cuore grazie a piccoli e semplici gesti: l’alimentazione, l’attività fisica e l’eliminazione di “vizi quotidiani”.
Nel nostro Paese, l’alimentazione non è vissuta solo come una sfera di interesse, di coinvolgimento e come catalizzatore di passioni, ma è ritenuta il principale canale d’accesso verso la salute, la forma fisica e il benessere. Non è, infatti, un caso che, da un confronto internazionale, al nostro Paese si attesti il primato di “food passionate”, ovvero l’auto-percezione della popolazione riguardo alle elevate capacità culinarie e lo spiccato interesse verso la cucina.
Nonostante questa forte attenzione all’alimentazione da parte degli italiani, accompagnata anche da alcuni comportamenti virtuosi come la riduzione del consumo di carne rossa (35% della popolazione italiana), la preferenza di prodotti biologici (43%) e il consumo di alimenti funzionali e arricchiti (27%), gli abitanti del “Bel Paese” sembrano però spesso dimenticarsi, nella pratica e nel quotidiano, le buone regole della Dieta Mediterranea. Questo è ciò che emerge dalla recente ricerca di Gfk (Sinottica TSSP 2017) sulle abitudini degli italiani a tavola.
Dall’analisi risulta che gli italiani non mangiano dosi adeguate di frutta (42%) e di verdura (59%), alimenti “amici del cuore”, poveri di grassi e ricchi di vitamine, minerali e fibre. Un italiano su duenon mangia neppure una volta a settimana il pesce, il cui effetto protettivo è dovuto al tipo di grassi contenuti (Omega-3) che contribuiscono alla normale funzionalità cardiaca. Sorte analoga per il latte: ben il 65% della popolazione non lo beve quotidianamente, percentuale che sale al 73% nelle fasce più giovani (17-34 anni). Meno del 10% consuma, invece, frutta secca settimanalmente. Il 37% degli italiani dichiara, inoltre, di aggiungere ai propri cibi molto sale, che può causare problemi di salute fra cui l’ipertensione arteriosa, il 45% non riesce a moderare l’assunzione di alimenti ricchi di grassi nocivi per la salute e il 30% non riesce proprio a ridurre l’assunzione di dolci.
Anche lo stile di vita risulta poco virtuoso: il 20% dichiara infatti di fumare regolarmente mentre l’81% non pratica nessuna attività fisica regolare, portando così la percentuale di persone in sovrappeso di almeno 5 kg al 32%.
Da questa fotografia riparte “Cuoriamoci, piccoli gesti per la salute del cuore”, la Campagna nata nel 2017 che ha visto, nel suo primo anno di attività, una straordinaria partecipazione del pubblico; sono stati infatti ben 35 mila i test sulla salute del proprio cuore raccolti attraverso il sito www.cuoriamoci.it. E, per il 2018, l’obiettivo sarà quello di raggiungere un numero ancora più vasto di persone, per aiutarle a prevenire le malattie cardiovascolari.

“Pochi hanno la consapevolezza di questo dato evidente: nel nostro Paese i decessi a causa delle principali patologie cardiovascolari riguardano, ogni anno, 98.000 uomini e ben 127.000 donne (ISS 2014) - ricorda Emanuela Folco, Presidente della Fondazione Italiana per il Cuore - Un dato allarmante se pensiamo che la maggior parte di queste malattie sono prevenibili con un corretto stile di vita e un’alimentazione più equilibrata. Basterebbe, quindi, introdurre nella vita quotidiana di tutti noi piccoli e semplici gesti che possono fare però una differenza enorme in termini di benessere e prevenzione cardiovascolare. Questo l’obiettivo che ci siamo posti con la Campagna Cuoriamoci, che, lanciata con successo lo scorso anno, vogliamo tornare a proporre in questa nuova edizione, augurandoci di continuare a promuovere un autentico circolo virtuoso nelle abitudini degli italiani, affinché imparino a preservare un bene prezioso come il benessere del proprio cuore”.
"Oggi, nonostante la molteplicità di informazioni a riguardo, si fa ancora poco per intraprendere sane abitudini salva cuore, e più in generale a tutela della propria salute: migliorare la qualità dell’alimentazione, ridurre le porzioni di grassi a favore di verdura e frutta, non perdere occasione per praticare attività fisica – aggiunge Andrea Ghiselli, Presidente della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione e Dirigente di Ricerca del CREA, Alimenti e Nutrizione. – Per questo, la Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione, da sempre impegnata in iniziative di educazione alimentare, aderisce e appoggia la Campagna Cuoriamoci, che stimola la popolazione a quei piccoli cambiamenti nello stile di vita, in grado di portare grandi vantaggi per la salute”.
Al fine di guidare le persone verso una prevenzione semplice e alla portata di tutti, la Campagna Cuoriamoci promuove anche quest’anno piccoli gesti “salva cuore” da ripetere ogni giorno. Oltre all’astensione totale dal fumo, usare ogni occasione per fare movimento: basta una camminata quotidiana di buon passo di almeno 30 minuti per un totale di 150 minuti settimanali, preferire le scale all’ascensore, scendere a una fermata prima di metro/autobus, parcheggiare l’auto lontano dal posto di lavoro, usare la bici. Altro fattore importante è un’alimentazione più equilibrata, con meno cibi grassi o ricchi di zuccheri semplici e con molto sale, preferendo invece cereali integrali, legumi, frutta, verdura e alimenti ricchi di grassi Omega3 EPA e DHA, che contribuiscono alla normale funzionalità cardiaca. Ne sono ricchi alimenti come noci e frutta secca con guscio, pesce azzurro, semi di lino e alcuni olii vegetali.
Le iniziative della Campagna partono a Marzo e proseguiranno fino al 29 settembre 2018, quando, come ogni anno verrà celebrata la Giornata Mondiale per il Cuore, promossa dalla World Heart Federation e coordinata in Italia dalla Fondazione Italiana per il Cuore, con iniziative educative, testimonianze di esperti, eventi sul territorio e collaborazioni istituzionali.
Oltre alle attività a livello nazionale e locale, i messaggi della campagna saranno diffusi via TV, radio e web (tra cui il sito dedicato www.cuoriamoci.it), con lo scopo di promuovere l’informazione scientifica sul tema e incoraggiare le persone a fare propri i gesti quotidiani per la prevenzione delle malattie cardiovascolari, a tutela del proprio cuore. Anche quest’anno ci sarà la possibilità di valutare la propria attitudine ad uno stile di vita sano, effettuando il test online che, attraverso 10 domande su stili di vita, alimentazione e attività fisica, darà riscontri sul grado di consapevolezza rispetto alla salute del proprio cuore. Qui saranno disponibili anche consigli utili e pratici per mettere in atto corrette e salutari abitudini.
La campagna Cuoriamoci, piccoli gesti per la salute del cuore” è resa possibile grazie al supporto non condizionato di Parmalat, che rinnova il proprio impegno nella promozione di corrette abitudini attraverso iniziative concrete sul territorio: tra queste, Cibus a Parma e la Partita del Cuore con la Nazionale Cantanti, che si giocherà allo Stadio Galileo Ferraris di Genova il prossimo 30 maggio. Le attività di promozione della Campagna Cuoriamoci continuano anche nei principali supermercati, dove sarà possibile ricevere materiali informativi e consigli utili e adatti a tutti sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Milano, 26 marzo 2018

 

FONDAZIONE GUATIERO MARCHESI

La Fondazione Gualtiero Marchesi è nata nel 2010, in occasione dell’ottantesimo compleanno del cuoco che ha rivoluzionato la cucina italiana, per trasmetterne il patrimonio e per promuoverne l’insegnamento.
Ogni anno, il 19 marzo, la Fondazione intende celebrare il mestiere del cuoco nel segno del “maestro dei cuochi”.
Come programmato da Marchesi stesso, lunedì 19 marzo 2018, sarà proiettato in anteprima il film documentario "Gualtiero Marchesi The Great Italian", cui seguirà una cena a inviti dove i piatti storici del Maestro saranno i primi attori.

Gualtiero Marchesi The Great Italian, regia di Maurizio Gigola, è prodotto da Food and Media International in collaborazione con la Fondazione Gualtiero Marchesi ed è stato realizzato grazie al sostegno di Ferrari Trento, illycaffé, Parmigiano Reggiano, San Pellegrino.
Per ricostruire il personaggio, il mondo e il pensiero di Gualtiero Marchesi il film, nelle sale italiane il 20 e il 21 marzo, si affida alla sua
viva voce (il film è stato concluso meno di sei mesi fa), così come alle testimonianze dei cuochi che il Maestro ha incrociato sulla sua strada: i grandi cuochi francesi, Pierre e Michel Troisgros, Alain Ducasse, Marc Haeberlin e Yannick Alleno, ma anche i cuochi italiani della nuova generazione, suoi allievi o da lui influenzati: Andrea Berton, Massimo Bottura, Simone Cantafio, Daniel Canzian, Carlo Cracco, Enrico Crippa, Alfio Ghezzi, Ernst Knam, Pietro Leeman, Paolo Lopriore, Davide Oldani, senza dimenticare personaggi storici della ristorazione italiana, da Giorgio Pinchiorri ad Arrigo Cipriani, da Antonio Santini a Carlo Petrini, a Eugenio Medagliani.

Il film è anche un viaggio evocativo tra le città care al Maestro, da Milano a Venezia, da Trieste a Firenze, tra le materie prime della sua cucina e, ovviamente, tra i piatti che ne hanno decretato la grandezza, come il celebre riso, oro e zafferano o il dripping di pesce, solo per citare i più famosi, raccontati e mostrati nella loro esecuzione, proprio come se si trattasse della creazione di veri e propri capolavori di arte contemporanea.
A sottolineare il ruolo centrale della musica nella vita di Marchesi, una colonna sonora originale composta dal grande violoncellista Giovanni Sollima.
Il film ha una durata di 80 minuti ed è distribuito da Twelve Entertainment.

LA CENA

Spettacolo nello spettacolo, la cena che segue la proiezione ha come Event partner le cucine Angelo Po e Global sponsor Ferrari Trento e illycaffé, mentre Canon è il Digital Imaging partner.
Sarà imbandita una vera rappresentazione del percorso marchesiano attraverso una carrellata di piatti storici: gli Spaghetti freddi al caviale, erba cipollina, l’insalata di capesante, zenzero e pepe rosa, il Riso, oro e zafferano, il Filetto di vitello alla Rossini secondo Gualtiero Marchesi e la Sacher Marchesi.
Un vero e proprio catalogo delle meraviglie per riunire intorno alla grande tavola della cucina italiana gli amici di sempre, gli allievi del Maestro, i sostenitori della Fondazione.


NEL MONDO


Nell’anno del Cibo Italiano che il Ministro Maurizio Martina ha
voluto dedicare a Gualtiero Marchesi “che ha incarnato davvero i valori di un patrimonio unico facendoli conoscere a livello internazionale”, la serata evento sarà replicata in tutto il mondo da settembre, partendo dalle capitali europee per poi trasferirsi negli Stati Uniti e concludersi in Oriente.

 

Milano, Ristorante Marchesin0, Piazza della Scala, , 16 marzo 2018

Mariti e Mogli al Manzoni

 A Milano la commedia :"Mariti e mogli"di Woody Allen. Simpatica, un pò lenta ma ben interpretata,con un bel finale più movimentato e ballato. Si può ' vedere ma la lunghezza di un unico atto di due ore può stancare. Bravi gli attori e la Guerritore.

 

 

 

Milano, 2 Marzo 2018       Achille Guzzardella

 

MERCANTEINFIERA PRIMAVERA: LACRIME & BACI, ARTE & JEANS

Nel palinsesto degli appuntamenti  una  nuova sezione sull’illustrazione indipendente, una collaterale su Anton Giulio Majano, re degli sceneggiati televisivi  e una su “Blu Genova” o, come lo chiamiamo dal 1873, il blue jeans. 

 

Dici “jeans” e ti viene in mente Levis Strauss. Raramente viene in mente Genova, città dalla quale, invece, la storia del jeans ebbe inizio. Dici “La Freccia Nera, David Copperfield, Jane Eyre”, ma pochi ricordano il suo autore, Anton Giulio Majano, genio dell’etere quando ancora la TV era un medium tutto da esplorare. Poi c’è l’antiquariato, il modernariato, l’illustrazione, il collezionismo vintage tra moda e rari oggetti iconici del design. Un viaggio un po’ nel tempo e un po’ nell’armadio dove non è raro trovare il lusso e il suo contrario.

Sono proprio queste le suggestioni di Mercanteinfiera, l’appuntamento di Fiere di Parma, meta di collezionisti e appassionati da tutto il mondo che prenderà il via sabato 3 marzo

Oltre 40 mila mq di superficie espositiva dove è possibile scoprire trumeau settecenteschi, raffinate porcellane, preziosi e orologeria d’epoca (da Vacheron-Constantin a Audemars-Piguet)  accanto a un Brancusi, a una lampada di Frank Lloyd Wright o Gae Aulenti, oppure accanto ad un strano telefono affogato in bachelite. Arte, divagazioni artistiche e azzardi d’ironia proposti da 1000 espositori italiani ed esteri che catturano buyer (ne sono attesi 5000 da Usa, UK, Turchia, Francia, Germania, Austria, Spagna, Russia Danimarca, Belgio, Svizzera, Cina e Giappone) e un pubblico sempre più alla  ricerca di oggetti capaci di raccontare. 

Un format di successo anche grazie alle sue mostre collaterali che ripercorrono come sempre un pezzo del "costume" del nostro Paese.  La prima “ E i teleromanzi stanno a guardare” è dedicata al “sovrano del feuilleton televisivo”, Anton Giulio Majano proposto nella sua veste inedita di regista cinematografico. 

Fedele al progetto della RAI che negli anni ’60 ambiva ad elevare culturalmente la  popolazione ancora schiacciata dall’analfabetismo, Majano inventò una sorta di esperanto televisivo traducendo in una stessa lingua, e con spirito nostrano, la poetica dei grandi della letteratura straniera. Dickens, Dumas Balzac i narratori ottocenteschi da cui trasse maggiore  ispirazione per i suoi teleromanzi. Con baci appassionati, eroine, lacrime e melodramma riuscì a tenere incollati alla TV 20 milioni di italiani di tutte le età.

La sua passione furono gli sceneggiati televisivi: sostanziosi, pantagruelici, lunghi, avventurosi (fu ufficiale di cavalleria in Libia), ma la sua carriera iniziò come regista frequentando i set cinematografici di Roma. 
Diresse molti  film passando dalla commedia all’horror tra questi Terrore sulla città, La Domenica della buona gente, Una donna prega, dove lavorò con giovanissimi esordienti; Sophia Loren, Virna Lisi Nino Manfredi, Marcello Mastroianni, Walther Chiari e Alberto Lupo, solo per citarne alcuni. 
I manifesti dei film, in mostra a Fiere di Parma, arrivano  dalla collezione privata del curatore Mario Gerosa studioso di cinema e televisione. 

Al jeans, il tessuto blu più famoso al mondo, è dedicata invece la seconda collaterale Blu di Genova. Il Jeans è una storia italiana”. La mostra è curata da Serena Bertolucci, direttrice di Palazzo Reale di Genova e da Paolo Aquilini direttore del Museo della Seta di Como e racconta - attraverso filati, tessuti e attrezzi d’epoca - i segreti della tintura del tessuto genovese che ha fatto nel mondo la storia dell’abbigliamento moderno.

Un segreto legato all’indaco o meglio all’estratto della indigofera tinctoria che arrivava in Europa sotto forma di panetti compressi detti coquaigne ( da cui il nome ‘Paese della cuccagna’ per identificare la fiorente economia derivante) lavorati a Genova per dare colore al fustagno.  
E se Genova fu capitale di questa tradizione tessile, fu nel Nuovo Mondo, nel 1873 che un tedesco, Levis Strauss, brevettò il primo paio di pantaloni da lavoro con doppie cuciture, rivetti di metallo e rigorosamente in fustagno tinto di blu: il “Blu di Genova” appunto o Blu Jeans come li  chiamiamo sin da allora.

“Non è un azzardato - afferma Ilaria Dazzi, Brand Manager di Mercanteinfiera - paragonare Mercanteinfiera alla figura mitologica della Chimera, per questa sua identità composita. Da un lato un legame con epoche e stili diversi, dall'altro una finestra su nuove contaminazioni che passano anche dal recupero dalla storia del costume”.

“Nel panorama nazionale ed internazionale – aggiunge – questo evento ha consolidato, il proprio ruolo. Con circa 5 mila buyer presenti  ad ogni edizione contribuiamo ad avvicinare il mondo intero all'Italia ed a Parma, a quello che siamo ed a ciò che vogliamo rappresentare”. 

Fedele a questa sua identità poliedrica, Mercanteinfiera propone per la prima volta l’“Illustratore”, un’esposizione curata da Alessandro Canu e Jamais Vu dedicata alla realtà creativa dell’illustrazione indipendente. In mostra le opere dei giovani James Kalinda Jonny, Cobalto e Isabella Bersellini. Mercanteinfiera chiude domenica 11 marzo. 
Torna anche nell’edizione Primavera il servizio gratuito L’Esperto Risponde, una guida che da sempre accompagna gli acquisti e le curiosità dei visitatori. Durante le giornate della manifestazione il servizio offre consulenza gratuita nei vari settori dell’antiquariato principalmente in tema di autenticità, corretta attribuzione di provenienza ed epoca, tecnica esecutiva e valore medio di mercato. 

Milano, 22 febbraio 2018

MUSICA:   RED CANZIAN  - " TESTIMONI del TEMPO"

Il 16 febbraio, esce il nuovo album di inediti di RED CANZIAN, “TESTIMONE DEL TEMPO(BMG / distribuzione Warner Music Italy), contenente anche “OGNUNO HA IL SUO RACCONTO”, brano presentato in gara al 68° Festival di Sanremo e che conferma ancora una volta la collaborazione artistica con Miki Porru.

   

Il video del brano, diretto da Sandro Cisolla e Alessandro Carlozzo, è online al seguente link: https://youtu.be/DvCqTKogxzk.

«Ci ho messo circa un anno per scrivere e registrare questo album… ma è probabilmente occorsa tutta una vita per “ricomporlo” dentro di me – così RED CANZIAN presenta il suo nuovo album di inediti – In ogni brano c’è infatti una qualche traccia della musica che ho amato e che mi ha fatto decidere, ancora ragazzo, che questa sarebbe stata la mia vita. Tracce di rock e di blues, delicate ballate acustiche e suoni ormai lontani, come quello del sitar, dei violoncelli o del mellotron, per arrivare poi al romanticismo del rock progressivo, che mi ha fatto crescere con i Capsicum Red e che ho ritrovato in “Parsifal”, il mio primo album con i Pooh. In “Testimone del tempo” c’è tutto questo e molto di più, grazie all’ispirazione dei grandi autori che hanno dato “parola” alla mia musica».

L’album “TESTIMONE DEL TEMPO” contiene 13 brani che riassumono il viaggio della carriera di Red Canzian, con chiari riferimenti ai suoi inizi all’insegna del rock, e vanta testi firmati da Renato Zero, Ivano Fossati, Enrico Ruggeri, Ermal Meta, Fabio Ilacqua, Vincenzo Incenzo, Gabriele Cannarozzo e Miki Porru.

Questa la tracklist di “TESTIMONE DEL TEMPO: “Ognuno ha il suo racconto”, “Cosa abbiamo fatto mai”, “La notte è un’alba”, “Reviens moi”, “Meravigliami ancora”, “Da sempre”, “L’impossibile”, “Quello che sai di me”, “Per cercare di capir le donne”, “Presto, tardi, forse, mai”, “Eterni per un attimo” feat. Aldo Tagliapietra, “Tutto si illumina”, “Cantico”.

Per i primi 100 fan presenti ad ogni instore, inoltre, verrà regalata una speciale mini-clessidra brandizzata.

E per chi non potrà incontrare Red Canzian di persona, sarà disponibile in esclusiva su Amazon la copia dell’album autografata. È possibile acquistare la propria copia al seguente link: http://amzn.to/2DQxj1a

È disponibile nei negozi tradizionali il primo 45 giri della carriera solista di Red Canzian, contenente una speciale ed esclusiva versione con orchestra, disponibile solo su vinile, del brano sanremese “Ognuno ha il suo racconto” e, sul lato B, Presto, tardi, forse, mai. Un’edizione limitata e numerata a 1000 copie contenente un originale vinile di colore azzurro, un assoluto must per tutti i fan!  

Il 4 maggio da PADOVA partirà il tour nei teatri di “Testimone del tempo, uno spettacolo che racconterà il percorso musicale e la carriera di Red, dai suoi inizi fino ai giorni nostri, arricchito dalle immagini di personaggi e avvenimenti che hanno segnato la storia.  

Insieme a lui sul palco ci saranno: Chiara Canzian (vocalist, armonica e percussioni), Phil Mer (batteria, percussioni, piano e direzione musicale), Daniel Bestonzo (pianoforte, tastiere, fisarmonica), Alberto Milani (chitarre elettriche) e Ivan Geronazzo (chitarra elettrica, chitarra acustica e mandola).

«Sarò, in musica, parole e immagini, il testimone del tempo che ho vissuto – così RED CANZIAN presenta il tour – e in oltre due ore di concerto, attraverserò tutta la musica che ha accompagnato la mia vita, e non solo la mia. Un viaggio che inizia negli anni ’50 con il rock ‘n roll, per passare poi al beat, al prog, alla grande canzone d’autore, ai Pooh, alle mie canzoni».

È possibile acquistare i biglietti in prevendita online su TicketOne.it. Per informazioni: www.fepgroup.it

Milano, 18 febbraio 2018

CONCERTO al CONSERVATORIO :   UGHI - CANINO

     

Un duo eccellente Ieri sera 4 Febbraio 2018 al Conservatorio di Milano si sono esibiti in maniera eccellente Antonio Canino al pianoforte e Uto Ughi con il suo violino. Un repertorio classico e'stato eseguito dai due veterani della musica al Conservatorio. Applausi a non finire nel salone stracolmo e poi qualche bis romantico hanno allietato tutti i presenti. Bene Canino,bene Ughi.Nelle foto i due musicisti durante e dopo il bel concerto.

Milano, 5 Febbraio 2018      Achille Guzzardella

La maestra e la camorrista

Libro al Corriere Della Sera Nel pomeriggio di oggi 1 Febbraio 2018 e'stato presentato in sala Buzzati del Corrieredella Sera Il libro di Federico Fubini :"La maestra e la camorrista"ne hanno parlato con l'autore Gherardo Colombo, Maurizio Ferrara,Luciano Fontana e Piergaetano Marchetti. Nella foto un momento della presentazione.

 

 

Milano, 1 Febbraio 2018     Achille Guzzardella

MUSICA: DECIBEL - NUYO DISCO e NUOVO TOUR

 

    

Presentato, presso la SonyMusic a Milano, il nuova album dei decibel: "L'ANTICRISTO". In programma del gruppo, che si esiberà al Festival di San Remo, un nuovo tour al via il 13 aprile.

Atteso ritorno al Festival di Sanremo per i DECIBEL che saranno in gara, nella sezione Campioni, con “LETTERA DAL DUCA”, brano che sarà contenuto nel loro nuovo album d’inediti “L’ANTICRISTO(Sony Music Italy), già disponibile in pre-order e in uscita il 16 febbraio.

A dirigere l'orchestra del Festival di Sanremo per i DECIBEL sarà il Maestro Roberto  Rossi. 

Nella serata dei duetti di venerdì 9 febbraio, i DECIBEL ospiteranno sul