HOME PAGE     

                                                                                                                                                                                              

 

 

VACANZE TUTTO L’ANNO AL RESORT LA FRANCESCA


I
l resort non chiude mai e riserva una gradita sorpresa per le prossime festività
State pensando dove trascorrere le prossime festività di
Natale, oppure siete già proiettati verso le vacanze estive? In entrambi i casi il
Francesca riserva ai graditi ospiti due offerte imperdibili!


Anche nella stagione invernale la Liguria è in grado di regalare giornate tiepide, da godere
in perfetto relax sul terrazzo degli appartamenti de La Francesca, ammirando un panorama mozzafiato, oppure sdraiati sulla spiaggetta di ghiaia del Resort. Si può dunque  
approfittare dell’offerta “vacanze d’inverno”, che prevede, nel periodo a cavallo tra Natale
e l’Epifania (escluso Capodanno), il soggiorno di tre nper una coppia), di tipo B (coppia con due bambini) o di tipo C (per famiglie numerose) otti in appartamenti di tipo A (ideali per una coppia), di tipo B (coppia con due bambini) o di tipo C (per famiglie numerose)

L’offerta early bookingè dedicata a chi conosce già il Resort e non vuole lasciarsi sfuggire
l’opportunità di ottenere un bonus del 5% (da utilizzare al ristorante o al baretto) sull’intera cifra del soggiorno 2019 saldata entro il 23 dicembre 201di recente ottenuto 404 voti (https://www.fondoambiente.it/luoghi/bosco-e-spiaggiadel-villaggio-la-francesca?ldc) nella classifica del Fondo Ambiente Italiano dedicata ai Luoghi del Cuore, il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare.

Situato sul mare, a tre chilometri da Bonassola e a quattro da Levanto (in provincia di La Spezia),
in prossimità del Parco delle Cinque Terre, dal 1961 il Resort La Francesca offre appartamenti e
villette da 2 a 6 letti in un contesto di alto valore naturalistico e paesaggistico .

Milano, 13 dicembre 2018

 

Libro di Luciana Littizzetto

        

Nel secondo pomeriggio di oggi 5 Dicembre 2018 alla Rizzoli in galleria a Milano Luciana Littizzetto ha presentato il suo ultimo libro con la vicinanza e il sostegno della amica Alessia Marcuzzi.Un numerosissimi pubblico ha gremito la sala, un via vai di ammiratori e curiosi.  Nella foto chi scrive con la Littizzetto e la Marcuzzi.

Milano 5 Dic. 20Q8           Achille Guzzardella

 

Preghiera del mare

      

Presentato nel pomeriggio di oggi 5 Dicembre 2018 al Circolo Filologico di via Clerici a Milano il libro di Khaled Hosseini: Preghiera del mare. Tra i relatori il Vescovo di Milano sua eminenti Mario Delpini.Nella otobus un momento della presentazione.

Milano, 5 Dic. 2018     Achille Guzzardella

     TEATRO alla SCALA:  "La magnifica fabbrica"

 

Apre al pubblico il 4 dicembre la mostra “La magnifica fabbrica – 240 anni del Teatro alla Scala da Piermarini a Botta” a cura di Fulvio Irace e Pierluigi Panza realizzata in collaborazione con Intesa Sanpaolo e grazie ai Partner Edison e Mapei. L’allestimento di Italo Lupi, Ico Migliore e Mara Servetto occupa le sale della Biblioteca Livia Simoni al piano superiore del Museo Teatrale, dedicate all’evoluzione storica della struttura del Teatro, mentre il Ridotto dei Palchi ospiterà la sezione dedicata agli interventi più recenti firmati dall’architetto Botta e al completamento del suo progetto con la costruzione del nuovo edificio di Via Verdi. Il catalogo della Mostra è realizzato dal partner editoriale Treccani.

La mostra racconterà lo sviluppo di un teatro che dalla sua nascita è stato specchio della città e delle sue trasformazioni: Teatro di palchettisti sorto in solida pietra dopo l’incendio del Teatro di Corte, l’edificio del Piermarini ha accolto una società in costante evoluzione, riflettendone lo sviluppo: alle modifiche negli arredi e nelle decorazioni si sono aggiunti interventi strutturali che ne hanno fatto un palcoscenico sempre all’avanguardia anche dal punto di vista tecnico-architettonico. La recente e coraggiosa ristrutturazione affidata all’architetto Botta, portata a termine nei tempi previsti, è una nuova testimonianza della capacità del nostro Teatro e di Milano di ripensarsi in funzione delle nuove esigenze funzionali, artistiche ma anche urbanistiche mantenendo un giusto equilibrio tra rinnovamento costante e conservazione di un patrimonio storico-architettonico che è ormai patrimonio di tutta l’umanità. Nei prossimi anni il progetto di Botta sarà completato con l’edificio di via Verdi che garantirà nuovi spazi per le attività artistiche, tecniche e amministrative rendendo ancora più efficiente e coordinata l’attività. Raccontare questa storia iniziata 240 anni fa e ancora così vitale significa raccontare l’energia e l’eccellenza di Milano. La Scala sarà nelle vie della città anche con la promozione della mostra che includerà una campagna pubblicitaria sui tram con lo slogan “Monumento in Movimento”: un modo scherzoso per sottolineare la dinamicità che ha sempre contraddistinto il nostro Teatro ma anche il suo legame con la città.

Il visitatore è accolto all’ingresso del Museo da una parete con la presentazione della mostra e un video introduttivo di circa 5 minuti; l’esposizione prosegue al piano superiore, negli spazi della Biblioteca Livia Simoni, con il passaggio dalla sala video in cui sarà visibile il filmato principale di 17 minuti che, grazie alla collaborazione di Rai Teche e Istituto Luce, presenta rari documenti filmati sulla storia scaligera dalla ricostruzione. A partire dalla stanza attigua inizia il percorso vero e proprio, che procede in ordine cronologico dal 1776, anno dell’incendio del Regio Ducal Teatro, fino al Dopoguerra: concetto ispiratore dell’allestimento è un libro, le cui pagine fuori scala sono graficamente esplose sulle pareti in un paesaggio di grafica ambientale. Il tema del libro torna nella sala centrale in cui prende vita la metafora di un’orchestra: su 30 leggii sono riportate altrettante immagini storiche e attuali della Scala, che si animano a canone, con un focus di volta in volta differente. Al di sopra dei leggii, in dialogo con essi, un’ampia proiezione su uno schermo in forma di grande libro aperto. Un momento di forte sintesi sull’evoluzione storica del teatro e della piazza antistante dal 1776 a oggi che riunisce in un racconto coinvolgente i diversi elementi presenti in mostra.

Infine, nel Ridotto dei Palchi Arturo Toscanini è proposto l’ultimo capitolo della storia, il progetto dell’architetto Mario Botta che nel 2004 ha ridisegnato la funzione dell’edificio e il prossimo ampliamento previsto nel 2022 che arricchirà di una nuova torre il profilo del Teatro. Al centro del Ridotto la splendida maquette in legno pregiato, realizzata da Ivan Kunz, riproduce con straordinaria minuzia costruttiva una sezione dell’edificio in scala 1:75, offrendo la possibilità di entrare all’interno della struttura esplorandone da diversi punti di vista le trasformazioni architettoniche e funzionali. È qui che si innesta l’intervento di Italo Lupi, Ico Migliore e Mara Servetto che incrocia l’elemento fisico della maquette e quello digitale della realtà aumentata per offrire un momento di approfondimento interattivo al visitatore che può così addentrarsi in una realtà tridimensionale, esplorando, come un moderno lillipuziano, l’evoluzione del teatro. Curiosità e dati storici supportano, dunque, il racconto in un chiaro esempio di utilizzo mirato, quasi “umanistico”, della tecnologia concepita non come fine o effetto scenico, ma sapientemente calibrata al servizio del progetto. Il percorso è completato da un video in cui l’architetto Botta spiega il suo progetto.

Il racconto della mostra non si limita però a ripercorrere le trasformazioni architettoniche del Teatro, ma esplora anche la sua integrazione nel tessuto urbano, e in particolare con l’evoluzione della piazza. Non a caso le Gallerie d’Italia, sede museale di Intesa Sanpaolo, ospiteranno la maquette del progetto di Botta insieme a due pannelli esplicativi, estensione della mostra al di fuori delle mura scaligere.

Milano, 4 dicembre 2018

 

Fondazione Aristide Merloni e Fondazione Vodafone Italia annunciano il lancio di “Best of the Apps – ApenninesDiscovery”: l’APP sviluppata insieme per promuovere il turismo religioso e l’economia nelle regioni dell’Appennino colpite dal sisma

Innovare basandosi sulle conoscenze digitali, cogliendo le nuove opportunità presentate dalla rete e facendo leva sulla sharing economy: è questo ciò che caratterizza tutti i progetti digitali che Fondazione Aristide Merloni e Fondazione Vodafone Italia stanno sviluppando al fine di dare nuovo impulso all’economia dell’area appenninica duramente colpita dal sisma dell’agosto 2016.

Tra questi progetti rientra “Best of the Apps – ApenninesDiscovery”, l’innovativa APP presentata  a Milano, presso la Sala Accademie della Pinacoteca Ambrosiana, dal Presidente della Fondazione Aristide Merloni, Francesco Merloni e dal Consigliere Delegato della Fondazione Vodafone Italia, Maria Cristina Ferradini, alla presenza del frate francescano don Enzo Fortunato e del monaco camaldolese don Salvatore Frigerio. Presenti inoltre il Senatore Gaetano Quagliariello, Presidente della Fondazione Magna Carta e Fabio Renzi, Segretario generale della Fondazione Symbola.

Siamo qui oggi per lanciare la nostra APP “ApenninesDiscovery”, sviluppata grazie all’innovativo supporto di Fondazione Vodafone Italia. Da questo momento disponibile su internet, si tratta di una vetrina digitale costituita da eremi, abbazie millenarie, sentieri, percorsi trekking e bike per accogliere pellegrini e moderni camminatori in una terra straordinaria per la storica presenza di San Francesco, San Benedetto e San Romualdo – ha commentato Francesco Merloni, Presidente della Fondazione Aristide Merloni. “Dopo quasi due anni dal sisma, permane una grande preoccupazione per il futuro dell’Appennino e crediamo che questo progetto potrà portare, oltre a uno specifico rilancio del turismo religioso in un territorio fortemente danneggiato, anche un positivo effetto indotto a favore dei circuiti di micro-imprenditorialità legati a strutture ricettive ed attività agro-alimentari”.

Il progetto Save The Apps ribadisce l’importanza delle tecnologie digitali come strumento di rilancio dell’economia locale – afferma Maria Cristina Ferradini, consigliere Delegato della Fondazione Vodafone Italiae risponde ad un bisogno più ampio che è quello di favorire la ricostruzione dei valori sia culturali che identitari di questo territorio. Un percorso di rinascita che si articola in diversi ambiti e che mira a sostenere le imprese e il lavoro come primo elemento della crescita di tutta la comunità garantendo l’attrattività del territorio per le future generazioni. Confidiamo che si possano proporre presto dei risultati importanti per valutare gli impatti sociali ed economici nella vita quotidiana”.

Nel corso dell’evento è stato illustrato il funzionamento dell’applicazione che, scaricabile gratuitamente, permette di scoprire ed esplorare i luoghi più belli delle Regioni delle Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio attraverso 12 percorsi di trekking e 8 percorsi di bike corredati da mappe GPS integrate personalizzabili e consultabili anche offline. A fine anno i percorsi saranno 30 e a fine 2019 diventeranno 50.

Tra le innovative funzioni vi è anche quella che consente agli utilizzatori di organizzare il proprio viaggio in tappe, mangiando e soggiornando negli alberghi e nei luoghi di ristoro segnalati nell’apposita sezione e partecipando ad eventi, mostre e sagre locali.

Infine, nell’ottica di favorire il maggior livello di condivisione, è possibile individuare la presenza degli altri camminatori che stanno percorrendo lo stesso itinerario condividendo con loro il proprio tragitto.

“Best of the Apps – Apennines Discovery” è scaricabile da Apple store e Play store.

“ApenninesDiscovery” si inserisce in un più ampio sforzo progettuale, denominato “Save The Apps”, che nasce dall’obiettivo comune di Fondazione Merloni e Fondazione Vodafone Italia di supportare l’economia dell’area appenninica attraverso lo sviluppo di attività capaci di aumentare l’estensione dei progetti, sia in termini temporali, sia nel numero di produttori e stakeholder coinvolti, favorendone altresì la replicabilità su larga scala.

Gli altri progetti di Save the Apps sono:

Best of the Apps – ApenninesFood Rankingè frutto della collaborazione con Amazon e riunisce in un unico marketplace i prodotti tipici di qualità delle quattro Regioni interessate dal sisma, ovvero Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo. I prodotti, 100% “Made In Italy”, possono essere venduti in tutto il territorio italiano, un’opportunità di rilancio e di crescita per l’economia locale.

Il sito è online al seguente link: www.bestoftheapps.it

Best of the Apps – Hazelnuts of Apennines è il progetto che prevede l’installazione di impianti tecnologici corilicoli e nasce in collaborazione con Ferrero Hazelnut Company (HCo), società che raggruppa sotto un’unica struttura tutta la filiera della nocciola. I terreni vengono divisi tra coltivazioni con tecnologie standard, tecnologie con strumenti orientati all’agricoltura di precisione e coltivazioni dedicate a sperimentazioni della varietà, tra cui la nocciola francescana.

Milano, 22 novembre 2018

 

PREMIO EY:  L’Imprenditore dell’Anno” 2018 è Sonia Bonfiglioli

  • Assegnati i riconoscimenti per la XXII edizione del Premio EY che celebra l’ingegno italiano

  • Sonia Bonfiglioli è la prima donna a ricevere il riconoscimento più importante

  • Conferiti premi anche a sei vincitori di categoria, più due Premi Speciali Giuria e il Premio Start up.

Oltre a Bonfiglioli, i riconoscimenti sono stati consegnati a:

  • Enrico e Guido Gennasio di Alfagomma – Categoria Industrial Products

  • Mauro Fanin di Cereal DocksCategoria Food & Beverage

  • Nunzio Colella di Capri (Alcott)Categoria Fashion & Retail

  • Marco Bernardi di IllumiaCategoria Innovation & Digital Transformation

  • Antonio, Alberto e Giandomenico Auricchio di Gennaro AuricchioCategoria Family Business

  • Aldo Spinelli, Giovanni Anzani e Alberto Spinelli di PoliformCategoria Globalization

  • Andrea Rigoni di Rigoni di Asiago - Premio Speciale “Sostenibilità”

  • Carlo Piacenza di F.lli Piacenza - Premio Speciale “Eccellenza e Tradizione”

  • Alessio Lorusso di Roboze - Premio Start up

Sonia Bonfiglioli, Presidente e Amministratore Delegato della Bonfiglioli Riduttori S.p.A., è il Vincitore Nazionale della XXII edizione del Premio EY L’Imprenditore dell’Anno®. L’importante riconoscimento è riservato a imprenditori italiani alla guida di aziende con un fatturato di almeno 25 milioni di euro, che abbiano saputo creare valore, con spirito innovativo e visione strategica, contribuendo alla crescita dell'economia.

Ecco la motivazione della giuria: Sonia Bonfiglioli è imprenditore dell’anno “per aver portato, con determinazione e tenacia, il Gruppo, fondato dal padre nel 1956, ad affermarsi come una realtà mondiale fra le più importanti del proprio settore; capace di raccogliere e affrontare le sfide dettate dai tempi promuovendo ricerca e innovazione, ponendo sempre al centro il fattore umano”.

EY è leader mondiale nei servizi professionali di revisione e organizzazione contabile, assistenza fiscale e legale, transaction e consulenza. La nostra conoscenza e la qualità dei nostri servizi contribuiscono a costruire la fiducia nei mercati finanziari e nelle economie di tutto il mondo. I nostri professionisti si distinguono per la loro capacità di lavorare insieme per assistere i nostri stakeholder al raggiungimento dei loro obiettivi. Così facendo, svolgiamo un ruolo fondamentale nel costruire un mondo professionale migliore per le nostre persone, i nostri clienti e la comunità in cui operiamo.

EY” indica l’organizzazione globale di cui fanno parte le Member Firm di Ernst & Young Global Limited, ciascuna delle quali è un’entità legale autonoma. Ernst & Young Global Limited, una “Private Company Limited by Guarantee” di diritto inglese, non presta servizi ai clienti. Per maggiori informazioni sulla nostra organizzazione visita ey.com

Milano, 22 novembre 2018

 

 

Chiesa del Preziosissimo Sangue -Liturgia per la dedicazione dell'Altare

                    


Nel secondo pomeriggio di oggi 27 Ottobre 2018 si è svolta a Milano nella chiesa del Preziosissimo Sangue di Corso 22 Marzo la Liturgia per la dedicazione dell'Altare e la  inaugurazione della nuova veste estetica dell'interno della chiesa.La cerimonia con la Santa messa è stata celebrata da Sua Eccellenza Monsignor Delpini Vescovo della Diocesi di Milano, la più grande del mondo, e concelebrata da ben 13 Sacerdoti. La cerimonia è durata ben due ore alla presenza di tantissimi fedeli. La chiesa costruita nei primi anni '60 con gli sforzi e l'entusiasmo del primo Parroco Don Giovanni Giarlanzani, aveva accanto la chiesa provvisoria ricavata da un vecchio garage nel 1958 e fu  eretta sulle fondazioni seicentesche della Vecchia Senavra, e fu consacrata dall'attuale San Paolo VI. Nelle foto chi scrive con Monsignor Delpini e un momento della Cerimonia.


Milano, 27 Ottobre 2018     Achille Guzzardella  

 

Cd di Patty Pravo

        

Presentato o26 Ottobre 2018 a Milano in via Pirelli 1 all' Osteria della Musica il nuovo album di Nicoletta Strambelli in arte Patty Pravo. Numerosi i presenti: fotografi, giornalisti e appassionati della ormai Storica cantante italiana. Nella foto chi scrive con la Patty nazionale.

Milano, 26 Ottobre 2018     Achille Guzzardella

Conferenza di Giulio Sapelli all'U.C.I.D.




Ieri sera 16 Ottobre 2018 all'U.C.I.D. di Milano si è svolta una conferenza dell'Economista Giulio Sapelli. Molti gli intervenuti per sentire il noto personaggio dell'economia Italiana che ha approvato la manovra del nuovo governo mettendo in luce però alcuni punti     non chiari e un pò arditi attribuibili alla corrente dei 5  stelle . Varie le domande degli amici dell'U.C.I.D.. Sapelli ha parlato anche della situazione internazionale, dell'Europa, ma anche di quella della Russia, dell'America e della Cina. Non entro nel merito degli argomenti trattati, mi limito    ad un plauso  dell'importante economista che ha raccontato anche qualche episodio della sua gioventù emozionandosi. Nella foto chi scrive con Giulio Sapelli a fine conferenza .


Milano, 17 Ottobre 2018                                Achille Guzzardella


Il Teatro Manzoni festeggia i 40 anni di gestione Fininvest

  

È stata una serata davvero speciale quella di lunedì sera 8 ottobre al Teatro Manzoni di Milano. Una vera parata di celebrità per festeggiare i 40 anni della gestione Fininvest.

Era infatti il 1978 quando Silvio Berlusconi intervenne per preservare la storica sala milanese dalla trasformazione in centro commerciale, affidandone la gestione a un appassionato e capace uomo di teatro come Luigi Foscale, alla cui scomparsa nel 2000 è succeduta la moglie Walda, recentemente mancata.

In occasione di questa ricorrenza è stato consegnato il “Premio Foscale per il Teatro” ad alcuni degli artisti che in questi quattro decenni hanno calcato lo storico palcoscenico. Luca Barbareschi, Ettore Bassi, Debora Caprioglio, Anna Galiena, Massimo Ghini, Gianluca Guidi, Gianfranco Jannuzzo, Maria Amelia Monti, Chiara Noschese, Angelo Pintus, Michele Placido, Corrado Tedeschi si sono esibiti sul palco regalando momenti di coinvolgente intrattenimento. In platea vip e personalità istituzionali, da Gianni Letta, che ha consegnato il premio speciale alla carriera a Franco Zeffirelli, ritirato dall’adorato figlio Pippo, a Fedele Confalonieri e Danilo Pellegrino, AD di Fininvest. Presenti anche Ernesto Mauri, Federica Panicucci, Emanuela Folliero, Bedy Moratti, Paolo Berlusconi, Katia Noventa, Sabina Negri.

Di grande effetto il sentito intervento di Silvio Berlusconi che ha ricordato la gloriosa storia del Teatro Manzoni, i numerosi spettacoli e gli straordinari attori che si sono succeduti sul palcoscenico nel tempo, concludendo con le seguenti parole: “per me il fascino del teatro resta immutabile. Il motivo mi pare lo abbia ben colto il grande scrittore francese Victor Hugo. Il teatro – ha scritto – non è il paese della realtà, ma è il paese del vero. Perché ci sono cuori umani dietro le quinte, ci sono cuori umani sul palco, ci sono cuori umani in sala. E’ proprio così”.

La serata è stata presentata da Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia.

Milano, 10 ottobre 2018

 

Paolo Conte in San Gottardo in Corte

          


Aperto stasera 1 Ottobre 2018  a Milano il tradizionale ciclo di incontri in San Gottardo in Corte. Il primo ospite intervistato da Monsignor Borgonovo e da Armando Torno è stato il cantautore e artista Paolo Conte. Una serata interessantissima dove è venuta fuori tutta l'ironia , e la grandezza del Conte Nazionale che ha saputo rispondere sempre molto prontamente alle domane particolari di Monsignore Borgonovo . La chiesa era gremita, tra gli ospiti anche Federico Confalonieri e tanti visi noti.  Nella foto i relatori della serata e chi scrive con Paolo Conte.
Milano, 1 Ottobre 2018               Achille Guzzardella     

 

Nuovo libro di Gino e Michele 

 


Presentato stasera 1 Ottobre 2018  alla Rizzoli a Milano in Galleria il nuovo libro di barzellette ecc. di Gino Vignali e Michele Mozzati e con loro Francesco Bozza. Una serata piacevole con qualche risata per tutti i presenti . Un folto pubblico ha applaudito alla ultima fatica dei due amici  autori satirici di successo . Nelle foto chi scrive con Gino e Michele e poi con Fabio Concato. Il libro è edito dalla Baldini e Castoldi.
Milano, 1 Ottobre 2018                  Achille Guzzardella

  

Libro : Per un nuovo Rinascimento

 
Alle Gallerie D'Italia a Milano in Piazza Della Scala si è parlato oggi 4 Luglio 2018 del libro  edito da La Nave di Teseo, scritto dal premio Nobel per la letteratura nel 2000 Gao Xingjian dal titolo :" Per un nuovo Rinascimento" . Gao è nato in Cina nel 1940, e vive a Parigi dal 1988. Artistica poliedrico, è scrittore, pittore,  regista teatrale e cinematografico oltre che critico letterario e drammaturgo. Nella foto chi scrive con Gao Xingjian.
Milano,  4 Luglio 2018       Achille Guzzardella

OCULISTI A CONGRESSO: 16° Congresso internazionale della SOI

 

Dopo una pioggia torrenziale, stamani si sono aperti con il sole, i lavori scientifici del 16° Congresso Internazionale della SOI che vedono impegnati gli oculisti italiani e stranieri in una 4 giorni ricca di eventi scientifici e corsi di aggiornamento. 

 

La partecipazione è come sempre nutrita e per questo non possiamo che essere soddisfatti- ha dichiarato Matteo Piovella, Presidente della SOI,  commentando le prime due giornate congressuali. Oltre ai numeri è la qualità della partecipazione che conta: si percepisce grande entusiasmo, un grande interesse e una grande volontà di partecipazione in tutti gli eventi che abbiamo previsto; questo, è un segno positivo.

 

La vitalità dimostrata dagli oculisti italiani nel corso di questi eventi SOI è quello che serve per uscire dall’attuale situazione di empasse dettata dalla scarsità di risorse destinate all’oftalmologia, un fenomeno che ci ha investiti negli ultimi anni, non solo per la difficile congiuntura economica ma anche – lo voglio sempre ribadire – per il disinteresse e la noncuranza della classe politica del nostro Paese- ha aggiunto Piovella.

 

Questo non ci deve condizionare più del dovuto: il ruolo di protagonisti che gli oftalmologi italiani hanno avuto in passato deve spronare a guardare avanti con realismo e determinazione, tenendo sempre alta l’attenzione sulle novità e sulle nuove possibilità di cura che la tecnologia e il progresso della farmacologia mettono a disposizione- conclude il Presidente SOI.

 

La Sanità pubblica italiana offre poche possibilità di utilizzare le migliori tecnologie per la chirurgia della cataratta- commenta Lucio Buratto a margine del Simposio SOI ”Indicazioni cliniche, selezione del paziente, organizzazione del centro chirurgico per impianto IOL a tecnologia avanzata nella chirurgia refrattiva della cataratta in ambito SSN” perché è carente nella parte diagnostica e nel fornire i materiali necessari tipo le lenti ad alta tecnologia, i laser a femtosecondi, ma anche nella strumentazione intraoperatoria che consente di ottimizzare il risultato refrattivo. Se vogliamo una qualità chirurgica migliore occorrono DRG più alti ed è necessario coinvolgere anche economicamente i medici che debbono eseguirla.

 

Infine, Fabrizio Camesasca, coordinatore assieme a Pasquale Troiano del Master di Aggiornamento SOI sulle “Conoscenze per svolgere ogla professione di oftalmologo”,  sottolinea come solo SOI in Italia riesca a riunire professionisti di alto livello clinico e grande capacità comunicativa che in una mattina forniscano un aggiornamento dalla cornea alla retina, dall’uveite alla neuroftalmologia, dal glaucoma alle IOL a tecnologia avanzata. I singoli argomenti possono esser approfonditi nel corso del Congresso SOI grazie a simposi e corsi specifici, ma i Master vogliono fornire aggiornamento incisivo, rapido e accurato, utile alle attività e ai problemi incontrati quotidianamente negli ambulatori, negli ospedali nelle sale operatorie.

Milano, 17 maggio 2018

 

TEATRO MANZONI:  "Quel pomeriggio di un giorno da star"

Al teatro Manzoni di Milano in programmazione fino al 20 Maggio la commedia:"Quel pomeriggio di un giorno da star" con Corrado Tedeschi, Brigitta Boccoli ecc.. Una commedia scadente con un testo povero. Il simpatico mattatore Corrado Tedeschi delude, molto meglio le sue recite in commedie di tempo fa. Discreto l'impegno di tutti gli attori, ma il testo e le scene non consentono di apprezzare e far emergere l'impegno dei singoli teatranti se si può parlare ancora di teatro.

 

 

 

 

Milano, 4 Maggio 2018                  Achille Guzzardella

 

Yannick Nézet-Séguin e Yuja Wang al Teatro alla Scala

a favore di Croce Rossa Italiana - Comitato di Milano

Il ricavato della serata sosterrà le attività sanitarie e sociali per le persone vulnerabili

L’atteso appuntamento annuale al Teatro alla Scala di Milano a favore della Croce Rossa di Milano è in programma per lunedì 23 aprile, alle ore 20.

Protagonista sul palcoscenico sarà il Maestro canadese Yannick Nézet-Séguin che dirigerà la Rotterdam Philharmonic Orchestra, nell’esecuzione di celebri note di Haydn, Rachmaninov e Čajkovskij, con la partecipazione al pianoforte di Yuja Wang.

Giunto alla 22esima edizione, il concerto benefico organizzato al Piermarini dal Comitato di Milano della Croce Rossa Italiana ha l’obiettivo di sostenere i progetti di carattere sanitario e sociale a supporto delle persone più fragili ed emarginate, che hanno difficoltà di accesso al Sistema Sanitario Nazionale. L’intero ricavato della serata andrà, nello specifico, a finanziare il potenziamento degli interventi medici dedicati alle persone senza dimora e l’ampliamento dell’ambulatorio CRI di via Pucci a Milano per incrementare tipologia e numero delle prestazioni offerte.

La Rotterdam Philharmonic Orchestra, che quest’anno festeggia i suoi 100 anni di attività, eseguirà la Sinfonia in fa minore “La Passione” Hob. I:49 di Haydn, il Concerto n.4 in sol minore op. 40 per pianoforte e orchestra di Rachmaninov, e la Sinfonia n.4 in fa minore op. 36 di Čajkovskij.

I biglietti sono disponibili con prenotazione presso le prevendite di geticket.it, ticketone.it e vivaticket.it oppure chiamando il numero 02-3883210 (lun-ven ore 10-13, 14-17). Il costo varia da 15 a 200 euro (prevendita esclusa). Per info: concertoscala@crimilano.it


 

Milano, 16 aprile 2018

 

 

FESTE E AMBIENTE - PARTY ROUND, E' QUI LA FESTA - QUANDO IL DIVERTIMENTO E' GREEN

 

 E' arrivata la primavera. Boom di feste in ville, giardini e terrazzi. Matrimonio, compleanno, nozze d'argento, meeting aziendale, cresima e comunione, indipendentemente dall'evento il segreto di una festa riuscita è che dev'essere fatta bene e fare bene all'ambiente. E' il diktat imprenscindibile di questi ultimi tempi. Lo sa bene Party Round, il primo multiservice completamente green per eventi che, all'avanguardia, propone un'ultima novità per il 2018 all'insegna dell'esotismo: il Fruit & Veggy Carving Show Live. Ovvero l'esibizione, d'importazione e di cultura thailandese, di un maestro intagliatore che realizza al momento delle vere e proprie sculture scolpendo frutta ed ortaggi di vario tipo. In aggiunta, sempre dal sapore esotico, anche il menu innovativo che ha nel Poke il punto di forza. Una specialità gastronomica delle Hawaii molto colorata ed invitante: cubetti di pesce fresco crudo abbinati a riso o insalata e frutta tipica dell'arcipelago vulcanico. Un piacere per gli occhi e per il palato. Così come il Sushi Burger, l'hip food del momento ideale per un buffet alla moda.

Tutto rigorosamente green. Perché, com'è emerso da un recente sondaggio, ben il 77% degli italiani è eco-attento. Una sensibilità alla salvaguardia dell'ambiente e della salute confermata anche dalla crescita pari al 26% dei negozi che vendono alimenti biologici e dal calo della grande distribuzione che riduce i punti vendita del 15 per cento. E che fosse giunto il momento di fare scelte ecosostenibil, anche quando si organizza un meeting aziendale o una festa privata, se n' è accorto Danilo Arlenghi con Party Round. Il primo multiservice che ha trovato nella scelta green la propria ragion d'essere e la propria chiave di stile, per eventi sia tradizionali sia non convenzionali. A partire dagli spettacoli e dalle animazioni agli addobbi floreali di vario tipo, comprese le piante ad alto fusto , dal noleggio impianti audio, video e luci alle scenografie ed agli allestimenti , dalle riprese video con postproduzione ai servizi fotografici. E più importante di tutto l'ormai celebre catering con cibi e bevande biologici. Nel pieno rispetto del protocollo green che prevede, inoltre, prodotti a chilometro zero, lavaggio stoviglie con prodotti biodegradabil , utilizzo dei mezzi di trasporto Euro 6, raccolta differenziata già in loco, a tutela dell'ambiente e del benessere delle persone. Tutto questo è reperibile con una sola telefonata, essendo Party Round proprietario di tutti i servizi offerti e proponendosi come unico referente. Il cliente risparmia tempo, denaro ed anche personale aziendale. Pensa , infatti, a tutto lo staff del multiservice green, che per essere completamente ecosostenibile indossa divise ed abiti prodotti con tessuti naturali eco. Con Party Round il successo della festa è assicurato dalla grande qualità. "Perché- sottolinea Danilo Arlenghi- l'amarezza di una scarsa qualità rimane per lungo tempo dopo che il piacere di un prezzo basso è stato dimenticato". E se lo dice lui bisogna credergli. Arlenghi noto ideatore di eventi, e soprattutto negli ultimi anni fornitore di servizi, nonchè presidente del Club del Marketing e grande esperto di antiquariato e vintage, è quasi da guinnes dei primati. Ha organizzato 13.500 eventi in quarant'anni di onorata carriera. Basti pensare, solo per fare qualche esempio, che ha al suo attivo 10 edizioni del Gran Gala di formula 1 , 16 edizioni del premio Donna Marketing e Donna Comunicazione, l'organizzazione per due anni consecutivi della festa di compleanno di Diego Armando Maradona, e quella all’Openhouse per i cinquant'anni di Pelè un altro mito del calcio.

Negli anni Ottanta ha organizzato i gala dei maggiori programmi televisivi, da Risatissima a Premiatissima, da Disco Ring a Drive in, da Quelli della notte a Striscia la notizia. Ed è rimasta memorabile la festa di compleanno di Prince nel giugno 1986 ospitata a Milano al Vogue, uno dei mitici locali di Danilo Arlenghi. Tra gli invitati artisti internazionali quali: George Harrison uno dei quattro Beatles, Phil Collins, Spandau Ballet, i Queen, i Duran Duran, Diana Ross, Kid Creole and Coconuts, Elton John accompagnato da Gianni Versace, Eric Clapton. Una festa veramente molto esclusiva ed a porte chiusissime. Ma non si sono rivolti a lui solo star dello spettacolo, ha fornito servizi catering anche campioni dello sport come Alessandro Altobelli, Niki Lauda, Michele Alboreto, Dino Meneghin, top stylist quali Gianni Versace, Enrico Coveri, capitani d’industria, e addirittura tre presidenti della Repubblica italiana: Oscar Luigi Scalfaro, Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano.

Oggi entusiasta più che mai, attento all'ambiente ed alle tendenze del mondo social, con Party Round è in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza nel segno di un divertimento raffinato ed ecosostenibile .

Milano, 15 aprile 2018

 

Progetto Bee proposto da MOLO17 per una miglior produttività

Il progetto Bee è la novità di MOLO17, studiato per rispondere alle esigenze di un'azienda manifatturiera di Cordenons (Pordenone). Intermek, già cliente di MOLO17, cercava delle soluzioni che potessero migliorare la produttività e permettessero un controllo di tutte le fasi lavorative e distributive e volevano poter controllare tutte le operazioni dal tablet, anche con possibilità di visualizzazione in Realtà Aumentata. Intermek aveva chiesto a MOLO17 di poter interconnettere i dati riguardanti la produzione e la gestione della fabbrica con i software gestionali già in uso, permettendo una operatività di alto livello. Questo accedendo a una interfaccia altamente intuitiva. Oltre alla perfetta integrazione con i sistemi operativi già in funzione, un altro aspetto richiesto riguardava la possibilità di comunicare ai propri clienti via web l’andamento degli ordini.

Eravamo agli inizi del 2016 quando MOLO17, interfacciandosi con Intermek, ha iniziato a studiare e sviluppare la soluzione, che potesse meglio rispondere alle esigenze espresse, permettendo di mappare i flussi produttivi e distributivi. Sono state necessarie diverse fasi operative, tenendo anche conto delle problematiche che possono venire da security e privacy. Un altro aspetto che è stato molto apprezzato da Intermek è la possibilità di accedere, grazie all’investimento tecnologico, all’iperammortamento al 250%, che consente di ammortizzare i costi negli anni per un importo pari al 250%.

nella foto:

"Sistema di Visualizzazione in Realtà Aumentata (AR) per applicazioni IoT MOLO17 e Bee"


Ora Daniele Angeli, Ceo della azienda di Zoppola (Pordenone) intende proporre il progetto Bee ad aziende di altri settori, interessate a tenere sempre sotto controllo via Internet costi e ricavi, come le differenti fasi di produzione e distribuzione. La parola d’ordine è sempre la stessa: tenere conto delle differenti esigenze per poter adattare il progetto Bee in modo che offra sempre le maggiori opportunità alle aziende che lo scelgono. Daniele Angeli con il suo team di MOLO17 per il progetto Bee pensa infatti a potenziali clienti anche oltre il settore manifatturiero. Prime tra queste le realtà nell'ambito delle aziende di mobili, che sono soprattutto forti in Brianza. Il passo successivo per MOLO17 è dunque l'apertura di una sede a Milano, che consentirà di allargarsi ad altre realtà produttive o di servizi, come strutture legate al mondo della finanza, dopo aver risposto alle esigenze di aziende manifatturiere forti soprattutto nella zona di Pordenone.

La fase successiva, Daniele Angeli non lo nasconde, potrebbe prevedere una apertura anche alle esigenze di realtà oltre i confini italiani. Magari attraverso la presenza a fiere straniere. Intanto MOLO17 sarà presente a Fieramilanocity al Technology Hub (Milano, 17-19 maggio 2018). Qui sarà anche possibile verificare l’approccio alla Realtà Aumentata studiato da MOLO17. Le aziende manifatturiere potranno valutare la possibilità di visualizzare informazioni aggiuntive secondo le proprie esigenze. Insieme, MOLO17 proporrà la Realtà Aumentata anche in ambito medicale, offrendo alle aziende ospedaliere la possibilità di integrare l’AR nell’abituale rapporto tra medici e pazienti.

MOLO17 è la startup impegnata nel mondo digitale. Realtà Aumentata, IoT (Internet delle cose), Bee sono i progetti a cui sta lavorando. A dargli vita è Daniele Angeli, Ceo della azienda di Zoppola (Pordenone), con un giovane team - età media 25 anni - animato dalla passione per la tecnologia vissuta come strumento per migliorare l'attività produttiva delle piccole e medie aziende italiane. Già i nomi scelti per i brand sono indicativi: MOLO17 prende il nome dal numero considerato benaugurante da Daniele Angeli, accostato al termine «molo», perché il team vuole considerarsi come un gruppo di marinai che guidano nel mare del Web. Il nome del progetto Bee nasce dal concetto di piccoli insetti come le api, che lavorano insieme per un fine comune.

Nella foto:   Sistema di Visualizzazione in Realtà Aumentata (AR) per applicazioni IoT MOLO17 e Bee"          per maggiori info: www.moli17.com

Milano, 12 aprile 2018

 

Concerto di Maxim Vengerov

 

A Milano per le serate musicali al Dal Verme stasera 10 Aprile 2018 c'e'stato il bellissimo concerto del violinista Maxim Vengerov, accompagnato dalla bravissima pianista Polina Osetinskaya. Sono state eseguiti brani di Johan Brahms, Maurice Ravel e Nicolo' Paganini. Applausi a non finire, ai quali hanno fatto seguito tre bis  uno con musica di Fritz Kreisler. I due musicisti hanno entusiasmato il pubblico milanese.Vengerov ha mostrato tutta la sua bravura confermandosi uno dei migliori violinisti al mondo. Nelle foto chi scrive con Vengerov e con la Osetinskaya dopo il concerto e con Il fratello Cesare e l'amico Piero e i due musicisti al momento degli applausi.

 

Milano, 10 Aprile 2018 Achille    Guzzardella


ESXENCE

 

        

 Alla decima edizione la fiera dei profumi a Milano in zona Repubblica Porta Nuova. Ultime ore di visita, chiuderà domani  domenica 8 Aprile 2018. Un successone di pubblico e addetti ai lavori. Nelle foto chi scrive e Marialuisa e tre collaboratori all'iniziativa.

Milano, 7 Aprile 2018        Achille Guzzardella

 

Museo dell'Alfaromeo ad Arese

 

  

Vale la pena una visita al museo storico dell'Alfaromeo di Arese,disposto su ben sei piani il museo offre una panoramica esaustiva con i più bei modelli e prototipi delle piu'belle auto della grande casa automobilistica. Non dico di piu, 'andate a visitarlo. Nelle foto chi scrive con alcune auto.

 

Milano, 7 Aprile 2018  Achille Guzzardella

 

Non mi hai più detto ti amo

Bella e simpatica la commedia vista stasera 6 Aprile 2018 e visibile fino al 22 al Manzoni di Milano :"Non mi hai più detto ti amo" con Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia. Uno spettacolo sulla famiglia moderna a lieto fine interpretato bene da tutti gli attori. La commedia ha divertito tutto il numerosissimi pubblico, applausi a non finire. Nella foto chi scrive con Giampiero Ingrassia a fine spettacolo.

 

Milano, 6 Aprile 2018    Achille Guzzardella

 

Perù Home - Design Week presenta Pancho Basurco, “scultore e pittore” di tessuti

 

      

 

Alla Design Week 2018 l’Ufficio Commerciale del Perù presenta Perù Home per far conoscere l’incredibile offerta dei filati peruviani attraverso la creazione artistica di oggetti d’arredo per la casa. Perù Home è il titolo dell’esposizione dedicata al Perù interpretata da Pancho Basurco, l’artista peruviano “scultore e pittore di tessuti” capace di dosare, in modo equilibrato, antico e moderno nel design contemporaneo, utilizzando la vasta gamma dei filati tradizionali in alpaca.

Si tratta di un appuntamento nel cuore di Milano, durante il Salone del Mobile dal 17 al 22 aprile nella Galleria GILDA all'interno del circuito 5VIE.

Nel corso degli ultimi 20 anni Pancho Basurco si è impegnato in un’approfondita ricerca delle radici della cultura peruviana, per trasmettere attraverso la sua arte, l'armonia tra la bellezza della vita e il quotidiano e l'equilibrio tra l'antico e il contemporaneo.

Attraverso le fibre di alpaca, vigogna, molti altri tessuti e materiali ricercati dall'artista in diverse regioni del Perù - spiega Amora Carbajal Schumacher, Direttrice dell’Ufficio Commerciale del Perù in Italia – presentiamo "PERÙ HOME", una vera celebrazione della diversità del Perù attraverso il design”.

                                 

Perù Home è un viaggio in Perù. Il visitatore potrà scoprire una storia affascinante, che svela tutti i segreti delle fibre di alpaca e cotone, delle comunità che lavorano queste fibre pregiate e i loro colori naturali derivati dalla terra, si potranno apprezzare la diversità di prodotti che offre questo Paese e i suoi meravigliosi paesaggi. In questa edizione "PERÙ HOME" sarà l'interpretazione del Perù dal punto di vista di Pancho Basurco.

                            

Nel mio lavoro – commenta Pancho Basurco – cerco di rappresentare il Perù più vero perché siamo una Terra che respira e che è viva. I miei fili e le mie tessiture rappresentano così un modo per dimostrare che siamo tutti parte di un tutto, tutti parte di una comunità”.                 Perù Home - 17 – 22 aprile 2018    Galleria Gilda - Via San Maurilio 14 - Milano

Milano, 5 aprile 2018

Festa Dell'Angelo

 
Oggi 2 Aprile 2018 si è svolta a Milano la tradizionale festa dell'Angelo. Nelle vie collocate tra Piazza della Repubblica e via della Moscova e soprattutto nella piazza della Basilica di Sant'Angelo si è svolta la vendita di fiori e piante. Una miriade anche di bancherelle con prodotti per la casa e per uno spuntino veloce ed anche prodotti di ogni tipo nel bel chiostro  della Basilica. Per tuta la giornata c'è stato l'avvicendarsi dei milanesi e degli abitudinari frequentatori della zona. La festa ha avuto il suo culmine con la Messa celebrata da sua Eccellenza  Mario Delpini alla sua prima celebrazione in Sant' Angelo come da lui ricordato durante la sua omelia. La messa è stata concelebrata dai Monaci che l'Arcivescovo di Milano e della Diocesi più grande del mondo, ha ringraziato particolarmente, non facendosi mancare alla fine della celebrazione delle battute di spirito molto argute, che hanno fatto scaturire dai presenti un applauso e hanno reso il novello Arcivescovo molto simpatico. Nella foto L'arcivescovo Mario Delpini a fine celebrazione con chi scrive.

Milano, 2 Aprile 2018     Achille Guzzardella 

Milano - "Visita e incontri in Piazza Gae Aulenti"

Una passeggiata piacevole nel complesso moderno a Milano che ha il suo culmine in Piazza Gae Aulenti, noto Architetto Italiana che per altro ho conosciuto, vale sempre la pena fare, soprattutto se la giornata come quella di oggi2 Aprile 2018 è stata più che clemente nel tempo. Camminata e visita fatta in compagnia di moglie, fratello e cognata. Momenti di chiacchiere e apprezzamenti e di incontri come quello di chi scrive con il collega e amico Pietro Coletta, artista e docente in pensione dalla folta barba e presenza.
Nelle foto chi scrive è con il fratello Cesare e poi con l'amico Coletta.

Milano, 2 Aprile 2018                    Achille Guzzardella 

Libro:  "La Corsara"

         
Presentato oggi 29 Marzo 2018  alla casa del Manzoni a Milano  il libro scritto da Sandra Petrignani :" La Corsara - ritratto di Natalia Ginzburg".  Un folto pubblico ha gremito le sale della casa, in prima fila Bazzoli presidente di Banca Intesa e poi vari amici come la Maria Mulas  ed il marito  ecc. IL libro edito dalla Neri Pozza è stato illustrato dall'autrice, che è stata intervallata dalle letture di alcuni brani della Ginzburg eseguite dalla bravissima giovane attrice Cristiana Capotondi.  Una bella serata . Nelle foto chi scrive con la Capotondi e l'attrice mentre legge.

Milano, 29 Marzo 2018          Achille Guzzardellal

AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DELLA CAMPAGNA CUORIAMOCI:
PICCOLI GESTI PER LA SALUTE DEL CUORE

Una ricerca GfK Eurisko conferma che la corretta alimentazione è più pensata che praticata realmente dagli italiani. In particolare, gli alimenti “amici del cuore” trovano poco spazio in cucina:
il 42% della popolazione non mangia le dosi consigliate di frutta, il 59% quelle di verdura e l’82% dimentica di inserire della propria dieta il pesce, ricco di Omega 3.

Al via la seconda edizione della campagna “Cuoriamoci, piccoli gesti per la salute del cuore”, promossa da Fondazione Italiana per il Cuore in collaborazione con la Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione e con il supporto non condizionato di Parmalat, per sensibilizzare gli italiani sull’importanza di prendersi cura del benessere del proprio cuore grazie a piccoli e semplici gesti: l’alimentazione, l’attività fisica e l’eliminazione di “vizi quotidiani”.
Nel nostro Paese, l’alimentazione non è vissuta solo come una sfera di interesse, di coinvolgimento e come catalizzatore di passioni, ma è ritenuta il principale canale d’accesso verso la salute, la forma fisica e il benessere. Non è, infatti, un caso che, da un confronto internazionale, al nostro Paese si attesti il primato di “food passionate”, ovvero l’auto-percezione della popolazione riguardo alle elevate capacità culinarie e lo spiccato interesse verso la cucina.
Nonostante questa forte attenzione all’alimentazione da parte degli italiani, accompagnata anche da alcuni comportamenti virtuosi come la riduzione del consumo di carne rossa (35% della popolazione italiana), la preferenza di prodotti biologici (43%) e il consumo di alimenti funzionali e arricchiti (27%), gli abitanti del “Bel Paese” sembrano però spesso dimenticarsi, nella pratica e nel quotidiano, le buone regole della Dieta Mediterranea. Questo è ciò che emerge dalla recente ricerca di Gfk (Sinottica TSSP 2017) sulle abitudini degli italiani a tavola.
Dall’analisi risulta che gli italiani non mangiano dosi adeguate di frutta (42%) e di verdura (59%), alimenti “amici del cuore”, poveri di grassi e ricchi di vitamine, minerali e fibre. Un italiano su duenon mangia neppure una volta a settimana il pesce, il cui effetto protettivo è dovuto al tipo di grassi contenuti (Omega-3) che contribuiscono alla normale funzionalità cardiaca. Sorte analoga per il latte: ben il 65% della popolazione non lo beve quotidianamente, percentuale che sale al 73% nelle fasce più giovani (17-34 anni). Meno del 10% consuma, invece, frutta secca settimanalmente. Il 37% degli italiani dichiara, inoltre, di aggiungere ai propri cibi molto sale, che può causare problemi di salute fra cui l’ipertensione arteriosa, il 45% non riesce a moderare l’assunzione di alimenti ricchi di grassi nocivi per la salute e il 30% non riesce proprio a ridurre l’assunzione di dolci.
Anche lo stile di vita risulta poco virtuoso: il 20% dichiara infatti di fumare regolarmente mentre l’81% non pratica nessuna attività fisica regolare, portando così la percentuale di persone in sovrappeso di almeno 5 kg al 32%.
Da questa fotografia riparte “Cuoriamoci, piccoli gesti per la salute del cuore”, la Campagna nata nel 2017 che ha visto, nel suo primo anno di attività, una straordinaria partecipazione del pubblico; sono stati infatti ben 35 mila i test sulla salute del proprio cuore raccolti attraverso il sito www.cuoriamoci.it. E, per il 2018, l’obiettivo sarà quello di raggiungere un numero ancora più vasto di persone, per aiutarle a prevenire le malattie cardiovascolari.

“Pochi hanno la consapevolezza di questo dato evidente: nel nostro Paese i decessi a causa delle principali patologie cardiovascolari riguardano, ogni anno, 98.000 uomini e ben 127.000 donne (ISS 2014) - ricorda Emanuela Folco, Presidente della Fondazione Italiana per il Cuore - Un dato allarmante se pensiamo che la maggior parte di queste malattie sono prevenibili con un corretto stile di vita e un’alimentazione più equilibrata. Basterebbe, quindi, introdurre nella vita quotidiana di tutti noi piccoli e semplici gesti che possono fare però una differenza enorme in termini di benessere e prevenzione cardiovascolare. Questo l’obiettivo che ci siamo posti con la Campagna Cuoriamoci, che, lanciata con successo lo scorso anno, vogliamo tornare a proporre in questa nuova edizione, augurandoci di continuare a promuovere un autentico circolo virtuoso nelle abitudini degli italiani, affinché imparino a preservare un bene prezioso come il benessere del proprio cuore”.
"Oggi, nonostante la molteplicità di informazioni a riguardo, si fa ancora poco per intraprendere sane abitudini salva cuore, e più in generale a tutela della propria salute: migliorare la qualità dell’alimentazione, ridurre le porzioni di grassi a favore di verdura e frutta, non perdere occasione per praticare attività fisica – aggiunge Andrea Ghiselli, Presidente della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione e Dirigente di Ricerca del CREA, Alimenti e Nutrizione. – Per questo, la Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione, da sempre impegnata in iniziative di educazione alimentare, aderisce e appoggia la Campagna Cuoriamoci, che stimola la popolazione a quei piccoli cambiamenti nello stile di vita, in grado di portare grandi vantaggi per la salute”.
Al fine di guidare le persone verso una prevenzione semplice e alla portata di tutti, la Campagna Cuoriamoci promuove anche quest’anno piccoli gesti “salva cuore” da ripetere ogni giorno. Oltre all’astensione totale dal fumo, usare ogni occasione per fare movimento: basta una camminata quotidiana di buon passo di almeno 30 minuti per un totale di 150 minuti settimanali, preferire le scale all’ascensore, scendere a una fermata prima di metro/autobus, parcheggiare l’auto lontano dal posto di lavoro, usare la bici. Altro fattore importante è un’alimentazione più equilibrata, con meno cibi grassi o ricchi di zuccheri semplici e con molto sale, preferendo invece cereali integrali, legumi, frutta, verdura e alimenti ricchi di grassi Omega3 EPA e DHA, che contribuiscono alla normale funzionalità cardiaca. Ne sono ricchi alimenti come noci e frutta secca con guscio, pesce azzurro, semi di lino e alcuni olii vegetali.
Le iniziative della Campagna partono a Marzo e proseguiranno fino al 29 settembre 2018, quando, come ogni anno verrà celebrata la Giornata Mondiale per il Cuore, promossa dalla World Heart Federation e coordinata in Italia dalla Fondazione Italiana per il Cuore, con iniziative educative, testimonianze di esperti, eventi sul territorio e collaborazioni istituzionali.
Oltre alle attività a livello nazionale e locale, i messaggi della campagna saranno diffusi via TV, radio e web (tra cui il sito dedicato www.cuoriamoci.it), con lo scopo di promuovere l’informazione scientifica sul tema e incoraggiare le persone a fare propri i gesti quotidiani per la prevenzione delle malattie cardiovascolari, a tutela del proprio cuore. Anche quest’anno ci sarà la possibilità di valutare la propria attitudine ad uno stile di vita sano, effettuando il test online che, attraverso 10 domande su stili di vita, alimentazione e attività fisica, darà riscontri sul grado di consapevolezza rispetto alla salute del proprio cuore. Qui saranno disponibili anche consigli utili e pratici per mettere in atto corrette e salutari abitudini.
La campagna Cuoriamoci, piccoli gesti per la salute del cuore” è resa possibile grazie al supporto non condizionato di Parmalat, che rinnova il proprio impegno nella promozione di corrette abitudini attraverso iniziative concrete sul territorio: tra queste, Cibus a Parma e la Partita del Cuore con la Nazionale Cantanti, che si giocherà allo Stadio Galileo Ferraris di Genova il prossimo 30 maggio. Le attività di promozione della Campagna Cuoriamoci continuano anche nei principali supermercati, dove sarà possibile ricevere materiali informativi e consigli utili e adatti a tutti sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Milano, 26 marzo 2018

 

FONDAZIONE GUATIERO MARCHESI

La Fondazione Gualtiero Marchesi è nata nel 2010, in occasione dell’ottantesimo compleanno del cuoco che ha rivoluzionato la cucina italiana, per trasmetterne il patrimonio e per promuoverne l’insegnamento.
Ogni anno, il 19 marzo, la Fondazione intende celebrare il mestiere del cuoco nel segno del “maestro dei cuochi”.
Come programmato da Marchesi stesso, lunedì 19 marzo 2018, sarà proiettato in anteprima il film documentario "Gualtiero Marchesi The Great Italian", cui seguirà una cena a inviti dove i piatti storici del Maestro saranno i primi attori.

Gualtiero Marchesi The Great Italian, regia di Maurizio Gigola, è prodotto da Food and Media International in collaborazione con la Fondazione Gualtiero Marchesi ed è stato realizzato grazie al sostegno di Ferrari Trento, illycaffé, Parmigiano Reggiano, San Pellegrino.
Per ricostruire il personaggio, il mondo e il pensiero di Gualtiero Marchesi il film, nelle sale italiane il 20 e il 21 marzo, si affida alla sua
viva voce (il film è stato concluso meno di sei mesi fa), così come alle testimonianze dei cuochi che il Maestro ha incrociato sulla sua strada: i grandi cuochi francesi, Pierre e Michel Troisgros, Alain Ducasse, Marc Haeberlin e Yannick Alleno, ma anche i cuochi italiani della nuova generazione, suoi allievi o da lui influenzati: Andrea Berton, Massimo Bottura, Simone Cantafio, Daniel Canzian, Carlo Cracco, Enrico Crippa, Alfio Ghezzi, Ernst Knam, Pietro Leeman, Paolo Lopriore, Davide Oldani, senza dimenticare personaggi storici della ristorazione italiana, da Giorgio Pinchiorri ad Arrigo Cipriani, da Antonio Santini a Carlo Petrini, a Eugenio Medagliani.

Il film è anche un viaggio evocativo tra le città care al Maestro, da Milano a Venezia, da Trieste a Firenze, tra le materie prime della sua cucina e, ovviamente, tra i piatti che ne hanno decretato la grandezza, come il celebre riso, oro e zafferano o il dripping di pesce, solo per citare i più famosi, raccontati e mostrati nella loro esecuzione, proprio come se si trattasse della creazione di veri e propri capolavori di arte contemporanea.
A sottolineare il ruolo centrale della musica nella vita di Marchesi, una colonna sonora originale composta dal grande violoncellista Giovanni Sollima.
Il film ha una durata di 80 minuti ed è distribuito da Twelve Entertainment.

LA CENA

Spettacolo nello spettacolo, la cena che segue la proiezione ha come Event partner le cucine Angelo Po e Global sponsor Ferrari Trento e illycaffé, mentre Canon è il Digital Imaging partner.
Sarà imbandita una vera rappresentazione del percorso marchesiano attraverso una carrellata di piatti storici: gli Spaghetti freddi al caviale, erba cipollina, l’insalata di capesante, zenzero e pepe rosa, il Riso, oro e zafferano, il Filetto di vitello alla Rossini secondo Gualtiero Marchesi e la Sacher Marchesi.
Un vero e proprio catalogo delle meraviglie per riunire intorno alla grande tavola della cucina italiana gli amici di sempre, gli allievi del Maestro, i sostenitori della Fondazione.


NEL MONDO


Nell’anno del Cibo Italiano che il Ministro Maurizio Martina ha
voluto dedicare a Gualtiero Marchesi “che ha incarnato davvero i valori di un patrimonio unico facendoli conoscere a livello internazionale”, la serata evento sarà replicata in tutto il mondo da settembre, partendo dalle capitali europee per poi trasferirsi negli Stati Uniti e concludersi in Oriente.

 

Milano, Ristorante Marchesin0, Piazza della Scala, , 16 marzo 2018

Mariti e Mogli al Manzoni

 A Milano la commedia :"Mariti e mogli"di Woody Allen. Simpatica, un pò lenta ma ben interpretata,con un bel finale più movimentato e ballato. Si può ' vedere ma la lunghezza di un unico atto di due ore può stancare. Bravi gli attori e la Guerritore.

 

 

 

Milano, 2 Marzo 2018       Achille Guzzardella

 

MERCANTEINFIERA PRIMAVERA: LACRIME & BACI, ARTE & JEANS

Nel palinsesto degli appuntamenti  una  nuova sezione sull’illustrazione indipendente, una collaterale su Anton Giulio Majano, re degli sceneggiati televisivi  e una su “Blu Genova” o, come lo chiamiamo dal 1873, il blue jeans. 

 

Dici “jeans” e ti viene in mente Levis Strauss. Raramente viene in mente Genova, città dalla quale, invece, la storia del jeans ebbe inizio. Dici “La Freccia Nera, David Copperfield, Jane Eyre”, ma pochi ricordano il suo autore, Anton Giulio Majano, genio dell’etere quando ancora la TV era un medium tutto da esplorare. Poi c’è l’antiquariato, il modernariato, l’illustrazione, il collezionismo vintage tra moda e rari oggetti iconici del design. Un viaggio un po’ nel tempo e un po’ nell’armadio dove non è raro trovare il lusso e il suo contrario.

Sono proprio queste le suggestioni di Mercanteinfiera, l’appuntamento di Fiere di Parma, meta di collezionisti e appassionati da tutto il mondo che prenderà il via sabato 3 marzo

Oltre 40 mila mq di superficie espositiva dove è possibile scoprire trumeau settecenteschi, raffinate porcellane, preziosi e orologeria d’epoca (da Vacheron-Constantin a Audemars-Piguet)  accanto a un Brancusi, a una lampada di Frank Lloyd Wright o Gae Aulenti, oppure accanto ad un strano telefono affogato in bachelite. Arte, divagazioni artistiche e azzardi d’ironia proposti da 1000 espositori italiani ed esteri che catturano buyer (ne sono attesi 5000 da Usa, UK, Turchia, Francia, Germania, Austria, Spagna, Russia Danimarca, Belgio, Svizzera, Cina e Giappone) e un pubblico sempre più alla  ricerca di oggetti capaci di raccontare. 

Un format di successo anche grazie alle sue mostre collaterali che ripercorrono come sempre un pezzo del "costume" del nostro Paese.  La prima “ E i teleromanzi stanno a guardare” è dedicata al “sovrano del feuilleton televisivo”, Anton Giulio Majano proposto nella sua veste inedita di regista cinematografico. 

Fedele al progetto della RAI che negli anni ’60 ambiva ad elevare culturalmente la  popolazione ancora schiacciata dall’analfabetismo, Majano inventò una sorta di esperanto televisivo traducendo in una stessa lingua, e con spirito nostrano, la poetica dei grandi della letteratura straniera. Dickens, Dumas Balzac i narratori ottocenteschi da cui trasse maggiore  ispirazione per i suoi teleromanzi. Con baci appassionati, eroine, lacrime e melodramma riuscì a tenere incollati alla TV 20 milioni di italiani di tutte le età.

La sua passione furono gli sceneggiati televisivi: sostanziosi, pantagruelici, lunghi, avventurosi (fu ufficiale di cavalleria in Libia), ma la sua carriera iniziò come regista frequentando i set cinematografici di Roma. 
Diresse molti  film passando dalla commedia all’horror tra questi Terrore sulla città, La Domenica della buona gente, Una donna prega, dove lavorò con giovanissimi esordienti; Sophia Loren, Virna Lisi Nino Manfredi, Marcello Mastroianni, Walther Chiari e Alberto Lupo, solo per citarne alcuni. 
I manifesti dei film, in mostra a Fiere di Parma, arrivano  dalla collezione privata del curatore Mario Gerosa studioso di cinema e televisione. 

Al jeans, il tessuto blu più famoso al mondo, è dedicata invece la seconda collaterale Blu di Genova. Il Jeans è una storia italiana”. La mostra è curata da Serena Bertolucci, direttrice di Palazzo Reale di Genova e da Paolo Aquilini direttore del Museo della Seta di Como e racconta - attraverso filati, tessuti e attrezzi d’epoca - i segreti della tintura del tessuto genovese che ha fatto nel mondo la storia dell’abbigliamento moderno.

Un segreto legato all’indaco o meglio all’estratto della indigofera tinctoria che arrivava in Europa sotto forma di panetti compressi detti coquaigne ( da cui il nome ‘Paese della cuccagna’ per identificare la fiorente economia derivante) lavorati a Genova per dare colore al fustagno.  
E se Genova fu capitale di questa tradizione tessile, fu nel Nuovo Mondo, nel 1873 che un tedesco, Levis Strauss, brevettò il primo paio di pantaloni da lavoro con doppie cuciture, rivetti di metallo e rigorosamente in fustagno tinto di blu: il “Blu di Genova” appunto o Blu Jeans come li  chiamiamo sin da allora.

“Non è un azzardato - afferma Ilaria Dazzi, Brand Manager di Mercanteinfiera - paragonare Mercanteinfiera alla figura mitologica della Chimera, per questa sua identità composita. Da un lato un legame con epoche e stili diversi, dall'altro una finestra su nuove contaminazioni che passano anche dal recupero dalla storia del costume”.

“Nel panorama nazionale ed internazionale – aggiunge – questo evento ha consolidato, il proprio ruolo. Con circa 5 mila buyer presenti  ad ogni edizione contribuiamo ad avvicinare il mondo intero all'Italia ed a Parma, a quello che siamo ed a ciò che vogliamo rappresentare”. 

Fedele a questa sua identità poliedrica, Mercanteinfiera propone per la prima volta l’“Illustratore”, un’esposizione curata da Alessandro Canu e Jamais Vu dedicata alla realtà creativa dell’illustrazione indipendente. In mostra le opere dei giovani James Kalinda Jonny, Cobalto e Isabella Bersellini. Mercanteinfiera chiude domenica 11 marzo. 
Torna anche nell’edizione Primavera il servizio gratuito L’Esperto Risponde, una guida che da sempre accompagna gli acquisti e le curiosità dei visitatori. Durante le giornate della manifestazione il servizio offre consulenza gratuita nei vari settori dell’antiquariato principalmente in tema di autenticità, corretta attribuzione di provenienza ed epoca, tecnica esecutiva e valore medio di mercato. 

Milano, 22 febbraio 2018

MUSICA:   RED CANZIAN  - " TESTIMONI del TEMPO"

Il 16 febbraio, esce il nuovo album di inediti di RED CANZIAN, “TESTIMONE DEL TEMPO(BMG / distribuzione Warner Music Italy), contenente anche “OGNUNO HA IL SUO RACCONTO”, brano presentato in gara al 68° Festival di Sanremo e che conferma ancora una volta la collaborazione artistica con Miki Porru.

   

Il video del brano, diretto da Sandro Cisolla e Alessandro Carlozzo, è online al seguente link: https://youtu.be/DvCqTKogxzk.

«Ci ho messo circa un anno per scrivere e registrare questo album… ma è probabilmente occorsa tutta una vita per “ricomporlo” dentro di me – così RED CANZIAN presenta il suo nuovo album di inediti – In ogni brano c’è infatti una qualche traccia della musica che ho amato e che mi ha fatto decidere, ancora ragazzo, che questa sarebbe stata la mia vita. Tracce di rock e di blues, delicate ballate acustiche e suoni ormai lontani, come quello del sitar, dei violoncelli o del mellotron, per arrivare poi al romanticismo del rock progressivo, che mi ha fatto crescere con i Capsicum Red e che ho ritrovato in “Parsifal”, il mio primo album con i Pooh. In “Testimone del tempo” c’è tutto questo e molto di più, grazie all’ispirazione dei grandi autori che hanno dato “parola” alla mia musica».

L’album “TESTIMONE DEL TEMPO” contiene 13 brani che riassumono il viaggio della carriera di Red Canzian, con chiari riferimenti ai suoi inizi all’insegna del rock, e vanta testi firmati da Renato Zero, Ivano Fossati, Enrico Ruggeri, Ermal Meta, Fabio Ilacqua, Vincenzo Incenzo, Gabriele Cannarozzo e Miki Porru.

Questa la tracklist di “TESTIMONE DEL TEMPO: “Ognuno ha il suo racconto”, “Cosa abbiamo fatto mai”, “La notte è un’alba”, “Reviens moi”, “Meravigliami ancora”, “Da sempre”, “L’impossibile”, “Quello che sai di me”, “Per cercare di capir le donne”, “Presto, tardi, forse, mai”, “Eterni per un attimo” feat. Aldo Tagliapietra, “Tutto si illumina”, “Cantico”.

Per i primi 100 fan presenti ad ogni instore, inoltre, verrà regalata una speciale mini-clessidra brandizzata.

E per chi non potrà incontrare Red Canzian di persona, sarà disponibile in esclusiva su Amazon la copia dell’album autografata. È possibile acquistare la propria copia al seguente link: http://amzn.to/2DQxj1a

È disponibile nei negozi tradizionali il primo 45 giri della carriera solista di Red Canzian, contenente una speciale ed esclusiva versione con orchestra, disponibile solo su vinile, del brano sanremese “Ognuno ha il suo racconto” e, sul lato B, Presto, tardi, forse, mai. Un’edizione limitata e numerata a 1000 copie contenente un originale vinile di colore azzurro, un assoluto must per tutti i fan!  

Il 4 maggio da PADOVA partirà il tour nei teatri di “Testimone del tempo, uno spettacolo che racconterà il percorso musicale e la carriera di Red, dai suoi inizi fino ai giorni nostri, arricchito dalle immagini di personaggi e avvenimenti che hanno segnato la storia.  

Insieme a lui sul palco ci saranno: Chiara Canzian (vocalist, armonica e percussioni), Phil Mer (batteria, percussioni, piano e direzione musicale), Daniel Bestonzo (pianoforte, tastiere, fisarmonica), Alberto Milani (chitarre elettriche) e Ivan Geronazzo (chitarra elettrica, chitarra acustica e mandola).

«Sarò, in musica, parole e immagini, il testimone del tempo che ho vissuto – così RED CANZIAN presenta il tour – e in oltre due ore di concerto, attraverserò tutta la musica che ha accompagnato la mia vita, e non solo la mia. Un viaggio che inizia negli anni ’50 con il rock ‘n roll, per passare poi al beat, al prog, alla grande canzone d’autore, ai Pooh, alle mie canzoni».

È possibile acquistare i biglietti in prevendita online su TicketOne.it. Per informazioni: www.fepgroup.it

Milano, 18 febbraio 2018

CONCERTO al CONSERVATORIO :   UGHI - CANINO

     

Un duo eccellente Ieri sera 4 Febbraio 2018 al Conservatorio di Milano si sono esibiti in maniera eccellente Antonio Canino al pianoforte e Uto Ughi con il suo violino. Un repertorio classico e'stato eseguito dai due veterani della musica al Conservatorio. Applausi a non finire nel salone stracolmo e poi qualche bis romantico hanno allietato tutti i presenti. Bene Canino,bene Ughi.Nelle foto i due musicisti durante e dopo il bel concerto.

Milano, 5 Febbraio 2018      Achille Guzzardella

La maestra e la camorrista

Libro al Corriere Della Sera Nel pomeriggio di oggi 1 Febbraio 2018 e'stato presentato in sala Buzzati del Corrieredella Sera Il libro di Federico Fubini :"La maestra e la camorrista"ne hanno parlato con l'autore Gherardo Colombo, Maurizio Ferrara,Luciano Fontana e Piergaetano Marchetti. Nella foto un momento della presentazione.

 

 

Milano, 1 Febbraio 2018     Achille Guzzardella

MUSICA: DECIBEL - NUYO DISCO e NUOVO TOUR

 

    

Presentato, presso la SonyMusic a Milano, il nuova album dei decibel: "L'ANTICRISTO". In programma del gruppo, che si esiberà al Festival di San Remo, un nuovo tour al via il 13 aprile.

Atteso ritorno al Festival di Sanremo per i DECIBEL che saranno in gara, nella sezione Campioni, con “LETTERA DAL DUCA”, brano che sarà contenuto nel loro nuovo album d’inediti “L’ANTICRISTO(Sony Music Italy), già disponibile in pre-order e in uscita il 16 febbraio.

A dirigere l'orchestra del Festival di Sanremo per i DECIBEL sarà il Maestro Roberto  Rossi. 

Nella serata dei duetti di venerdì 9 febbraio, i DECIBEL ospiteranno sul palco del Teatro Ariston MIDGE URE, celebre frontman degli Ultravox.

Nella copertina de “L’ANTICRISTO” Silvio Capeccia, Fulvio Muzio ed Enrico Ruggeri appaiono come tre manager in un futuro apocalittico: hanno gli occhi da rettile e l'aria di chi sta manovrando occultamente i destini dell'umanità. 

“L’ANTICRISTO” sarà disponibile in versione CD e doppio LP.   

Dopo la fortunata esperienza del 2017, con l'album Noblesse Oblige e il lungo tour i Decibel continuano a fare sul serio. Chi ha già ascoltato le nuove canzoni giura che “L'ANTICRISTO” è un lavoro destinato a segnare il cammino del rock italiano, ammesso che Enrico e soci siano in qualche modo etichettabili in un genere preciso...

Milano, 29 gennaio 2018       Agostino Guzzardella

 

MUSICA:  GIANNA NANNINI - DISCO d'ORO  con  "AMORE GIGANTE"

AMORE GIGANTE, il diciottesimo album di inediti di Gianna Nannini è certificato DISCO D’ORO. L’album, uscito per Sony Music, contiene i singoli “Fenomenale”, che al debutto è balzato subito al primo posto della classifica Earone e “Cinema” altro successo che l’ha riportata alla sua dimensione di unica cantautrice rock italiana famosa in tutta Europa.

Dopo le date uniche di dicembre, proseguono le prevendite per FENOMENALE – IL TOUR che, dopo la tranche tedesca che partirà il 10 marzo dall’Alte Oper di Francoforte, la vedrà protagonista su tutti i palchi italiani dal 29 marzo.
Milano, 29 gennaio 2018

 

MUSICA:  LAURA PAUSINI  -  "NON è DETTO"

  

Sono bastate poche ore a NON è DETTO, il nuovo attesissimo singolo di LAURA PAUSINI, per conquistare il primo posto della classifica iTunes dei singoli più venduti in Italia e la top 10 di molti paesi in Europa e America Latina.

Il brano anticipa FATTI SENTIRE, il prossimo album di inediti in vendita dal 16 marzo.

Ma Laura Pausini sarà ancora grande protagonista del 2018. La cantante italiana più amata nel mondo tornerà live in Italia il 21 e 22 luglio 2018 con due anteprime evento al CIRCO MASSIMO, che precedono la partenza di un grande tour mondiale a partire dall’estate.

Dopo essere stata la prima donna a calcare il palco dello Stadio San Siro nel 2007, Laura sarà la prima donna ad esibirsi al Circo Massimo in ben due serate storiche per la musica italiana. A seguire, partirà poi per un grande tour mondiale in tutta Europa negli Stati Uniti e in America Latina.

I biglietti per le due anteprime evento al Circo Massimo, organizzate e prodotte da F&P Group, sono disponibili in prevendita su Ticketone e in tutti i punti vendita autorizzati.

I fan che acquisteranno il biglietto per assistere ai Concerti di Laura Pausini al Circo Massimo potranno usufruire di una serie di promozioni e vantaggi esclusivi, inclusi nel prezzo del biglietto. Per info www.fepgroup.it

Milano, 29 gennaio 2018

CONFAGRICOLTURA, LE SFIDE FUTURE PER UN’AGRICOLTURA ITALIANA COMPETITIVA: INNOVAZIONE, LAVORO, TERRITORIO, BENESSERE E QUALITÀ

A Milano l’evento promosso da Confagricoltura, assieme a rappresentanti delle istituzioni, ricercatori e docenti universitari, per discutere sulle prospettive di sviluppo del comparto agricolo in Italia.

In un contesto in cui l’innovazione rappresenta un elemento fondamentale per competere nei mercati globali, l’agricoltura si trova oggi ad affrontare importanti sfide per garantire un futuro sostenibile dal punto di vista economico, ambientale e sociale del comparto ed una produzione agroalimentare di qualità, simbolo dell’eccellenza italiana; l’uso razionale degli agrofarmaci si rivela componente fondamentale dell’agricoltura sostenibile. Lo si è sottolineato nel corso del convegno promosso da Confagricoltura presso l’Hotel Principe di Savoia a Milano, su ‘Innovazione, lavoro, territorio, benessere e qualità’.

Durante la giornata di lavori, il presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti ha discusso di quali sono le principali sfide ed esigenze del comparto agricolo in Italia, assieme: al sen. Roberto Formigoni, presidente della IX Commissione Agricoltura del senato; alla sen. e prof.ssa Elena Cattaneo, dell’Università degli Studi di Milano, direttrice del Laboratorio di Biologia delle cellule staminali e Farmacologia delle malattie neurodegenerative del Dipartimento di Bioscienze; al prof. Angelo Moretto del Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche, Università degli Studi di Milano e direttore del Centro Internazionale per gli Antiparassitari e la Prevenzione sanitaria.

Bisogna accelerare in tempi rapidi sul recupero di redditività del comparto che passa attraverso un aumento della produttività ed un contenimento dei costi. Secondo le stime del Centro Studi di Confagricoltura, al boom dell’export agroalimentare (che nel periodo gennaio-novembre dell’anno scorso ha raggiunto quota 37,6 miliardi di euro) si è avuto la contestuale crescita delle importazioni (che già nei primi undici mesi dell’anno scorso hanno superato i 41 miliardi di euro). L’Italia sta diventando sempre di più un Paese che importa prodotti agricoli e materie prime che poi trasforma. E questo deve far riflettere sulla competitività della nostra agricoltura e sulla tenuta del made in Italy.

Il presidente di Confagricoltura ha ribadito come gli agricoltori, nella loro attività, ci mettano impegno e passione, con il supporto della scienza che li aiuta nell’avere risposte; ha quindi proposto di creare una rete di ‘amici degli agricoltori italiani’ che, ognuno con le proprie competenze, aiutino, facendo squadra per creare sviluppo reale.

Deve aumentare la produttività ma anche la sostenibilità - ha detto il presidente di Confagricoltura -. La sfida è produrre di più ma con un minor impatto sull’ambiente; un obiettivo che si raggiunge accelerando sull’innovazione, sulle tecniche produttive che favoriscono l’uso mirato dei principi attivi. Solo un’agricoltura competitiva, che guarda lontano e che produce reddito, a cui si offrono più opportunità che vincoli, sarà in grado di assicurare un idoneo presidio del territorio e dell’ambiente”.

Ha proseguito Giansanti: “I driver dell’innovazione sono: agricoltura di precisione; genetica; adattamento dell’agricoltura ai cambiamenti climatici; controllo delle infestanti e delle malattie delle piante; salute, benessere, nutraceutica; tecnologie dell’informazione, big data, digitalizzazione”.

In questo quadro l’utilizzo razionale della chimica in agricoltura rappresenta un elemento indispensabile per vincere le sfide della competizione globale e per soddisfare non solo la domanda di cibo di una popolazione in crescita, ma anche per garantire modelli di sviluppo sostenibili. Gli agrofarmaci costituiscono, ormai da molti decenni, un ausilio importante per l’agricoltura e le nuove tecniche produttive, le innovazioni tecnologiche a livello industriale ed agricolo, la ricerca di nuovi principi attivi, il loro uso mirato, hanno prodotto rilevanti risultati anche in termini di quantitativi utilizzati e oggi sul piano dei residui l’Italia dimostra di essere sempre un paese all’avanguardia, anche in ambito europeo. Le innovazioni e la ricerca hanno infatti consentito di ottenere risultati concreti, con riduzione complessiva nell’utilizzo degli agrofarmaci pari circa il 15%.

Le aziende agricole per continuare a competere nel contesto globale, devono dunque investire in innovazione e poter fare affidamento sulla certezza del quadro normativo per quanto riguarda le fasi di valutazione, autorizzazione e registrazione dei prodotti.

Nel corso della giornata sono state infine evidenziati il processo di autorizzazione degli agrofarmaci ed il ruolo degli enti Europei ed italiani preposti; le procedure di autorizzazione delle molecole utilizzate in agricoltura prevedono che qualsiasi sostanza, per poter essere impiegata, debba essere sottoposta alla rigida valutazione da parte di istituzioni scientifiche deputate a questo specifico compito dalle autorità sia nazionali sia europee, a garanzia della salute dei cittadini e dell’ambiente, e secondo metodologie e criteri scientificamente validati e definiti per legge.

Milano, 23 gennaio 2018

Toccata e fuga Al San Babila di Milano

  

 Bella la commedia "Toccata e Fuga" con Gigi Sammarchi,Marco Vaccari, Vera Castagna,Cinzia Spano', Gloria Anselmi. Allegra , simpatica,spensierata, una commedia applaudita dal numeroso pubblico.Nella foto chi scrive con Gigi Sammarchi.

Milano, 16 Gennaio 2018     Achille Guzzardella

Scomparso Gualtiero Marchesi

Oggi 26 Dicembre 2017 si e'spento Gualtiero Marchesi il principe degli chef. Gualtiero lo conobbi molti anni fa al suo ristorante di via Bonvesin della Riva di Milano. Un uomo simpatico e conosciuto in tutto il mondo per le sue pietanze. Grande amico allora di uno dei maggiori esperti di cucina: Vincenzo Buonassisi, che immortalai in bronzo in uno dei miei ritratti degli anni ottanta. Gualtiero invece non si e' voluto mai far ritrarre, peccato mi sarebbe piaciuto conoscerlo meglio. Uno quando posa per me si confida, racconta anche le cose più segrete. Dal dialogo nasce il ritratto più interessante. Comunque ho visto il Maestro della cucina Italiana molte volte, anche quando lo incontrai nel suo bistrot all'ultimo piano della Rinascere nell'occasione di quando con 24 americani esperti e commercianti di vino fui festeggiato per il ritratto in cotto fatto a Robert Balzer maggior produttore e fondatore del museo del vino ecc. nel Sant Ana in California. Marchesi lascia una grande eredità culinaria con ricette ed esempi sopratutto di Nouvelle Cuisine e un numero di allievi divenuti conosciutissimi in varie parti del mondo. Nella foto il Maestro Gualtiero con il direttore di Corrierebit.com Agostino Guzzardella.
Milano, 26 Dicembre 2017 Achille Guzzardella

AIGNER IN BELLA ITALIA: OPENING STORE A MILANO

Da tempo in calendario durante Milano Moda Donna il brand di accessori di lusso in pelle con sede a Monaco di Baviera sbarca nel cuore di Milano con il suo primo monomarca italiano. Situato affianco al G.H. Park Hyatt nella celebre Galleria Vittorio Emanuele, lo store di 75 mq ti invita a scoprire il mondo di AIGNER. In partnership con un socio italiano, le proposte spaziano dagli accessori in pelle come borse, portafogli, cinture e scarpe a occhiali e gioielli.

La collezione Primavera /Estate 2018 di AIGNER ruota attorno all‘amore. IL focus è sull‘amore per il brand, il prodotto e la filosofia di AIGNER. L‘ambientazione per lo shooting dal gusto streetstyle è quella delle vie di Milano, con testimonial internazionali, il tutto tradotto in un concept lifestyle.

AIGNER, un’altra parola per la pelle.

Fin dalla sua fondazione ad opera di Etienne Aigner nel 1965, il brand è celebre per l’alta qualità tedesca dei prodotti per un perfetto luxury lifestyle. Con la sua offerta tra borse, abiti e accessori, il brand è presente con successo in 32 paesi worldwide. Alta qualità, artigianalità, il logo a ferro di cavallo e un design innovativo sono i punti di forza della Maison.

Dicembre 2017 AMont*

LIBRI:   “IL CUORE OLTRE IL CONFINE, SUL FILO ROSSO DELLA VITA”

Passione e curiosità per la vita, ma soprattutto amore per la professione medica e per la famiglia.
Sono questi gli ingredienti chiave del primo libro del cardiochirurgo torinese Marco Diena, Direttore
del Dipartimento Cardiovascolare della Clinica San Gaudenzio di Novara  e Presidente della Cardioteam Foundation Onlus, he si racconta in un’intensa autobiografia dal titolo
Il cuore oltre il confine, sul filo rosso della vita”.
L’autore rievoca con stile agile e coinvolgente le diverse fasi della sua vita, condividendo col lettore i momenti che lo
hanno portato a maturare la vocazione per la cardiochirurgia, dalla passione per la montagna e per la
navigazione,
fino al rigore morale ereditato dal padre.
E poi ci sono gli eventi più difficili: dal processo in seguito a un complesso
intervento di cuore per salvare un paziente in fin di vita – poi finito in un’assoluzione con formula piena – fino alla
dolorosa, ma inevitabile, separazione dalla moglie. A fare da cornice a numerosi capitoli del libro, fra poesia e arte, la
saggezza antica dei tarocchi.

Cardioteam Foundation e lo spirito di squadra. “Arrivai alla banchina emozionatissimo, circondato da quelle barche
meravigliose, delle vere e proprie Ferrari del mare”,
commenta estasiato l’autore. E ancora: “I mari del sud sono
considerati gli 8.000 metri dei marinai, sono l’Himalaya de le onde alte come colline e i frangenti che spazzano la coperta”sottolinea Diena.

Milano, 15 dicembre 2017

Libro di Solenghi

A
lla Mondadori di Piazza Duomo a Milano è stato presentato dallo Stesso autore il 5 Dicembre 2017 il libro "Bevi qualcosa Pedro!" di Tullio Solenghi. Solenghi ha intrattenuto il numeroso pubblico intervenuto raccontando vari episodi della sua vita artistica, in particolar modo al periodo del "Trio" con la Marchesini e Lopez. Una serata ricca di spunti anche per le domande del pubblico che non sono mancate.Nella foto il sottoscritto con Tulio Solenghi alla fine dell'incontro.


Milano, 5 Dicembre 2017             Achille Guzzardella

             


Natale Capodanno 2017-18  RICCIONE ICE CARPET -
2 dicembre – 7 gennaio

     Presentati ieri sera a Milano tutti gli appuntamenti di DEEJAY ON ICE

Tutto è riversato in una dimensione scenografica in cui anche i vecchi pini marittimi che costeggiano il viale sembrano elementi di una quinta prospettica, essi stessi addobbi di un grande negozio in cui si eseguono ritratti, si passeggia, sfrecciano i tandem e i risciò fra i tavoli in cui si beve un caffè in ghiaccio o si gusta un gelato. L’effetto è straordinario.          Pier Vittorio Tondelli

Le parole di Pier Vittorio Tondelli, come spesso accade nonostante gli anni trascorsi, si rivelano ancora una volta le più giuste per raccontare Riccione, in particolare quello che avverrà nelle prossime festività natalizie.

Concerti, performance, cinema, teatro, animazioni di grande suggestione visiva, incontri speciali: questi gli ingredienti che animeranno Riccione Ice Carpet per oltre un mese di eventi unici.

L’inaugurazione della pista di ghiaccio, sabato 2 dicembre, darà inizio ad un programma di appuntamenti ricchissimo e di grande qualità, un cartellone poliedrico e originale, coerente con il format ideato per questa edizione dal designer Aldo Drudi che si rifà alla simbologia di riferimento della nostra identità, ripropone le caratteristiche tipiche dell’immaginario legato alla Perla Verde.

Drudi, che vive e opera a Riccione, è un narratore privilegiato della Riviera, racconta da anni grazie alla sua matita e al suo genio il mito della terra dei piloti, per l’ultimo Gran Premio di Misano ha trasformato il circuito intitolato a Marco Simoncelli in un capolavoro di linee e colori. In occasione delle feste natalizie le curve e i tracciati dove far correre la sua creatività saranno i viali di Riccione, la pista di ghiaccio e il tappeto bianco che ricoprirà il centro città, ad interpretare la sua anima glamour. “I vecchi pini marittimi” citati da Tondelli verranno abbracciati da un bosco di piante e alberi, la “quinta prospettica” sarà un cielo di nastri illuminati.

Radio DEEJAY firma i grandi eventi del palco in Piazzale Ceccarini e dopo il format di DEEJAY On Stage, diventato ormai un punto di riferimento dell’estate italiana, consolida la partnership con la città con il progetto di una “winter edition” costruito ad hoc per l’occasione, che andrà a interpretare la colonna sonora delle feste e non solo.

Dal 9 dicembre e fino al 6 gennaio DEEJAY On Stage si trasforma in DEEJAY On Ice – Natale a Riccione con Radio DEEJAY: incontri, musica, djset, animazione e il coinvolgimento del dream team della radio, per un palinsesto di appuntamenti unico che ci farà rivivere le emozioni e il divertimento della grande festa d’agosto.

Ogni sabato pomeriggio, a partire dalle 17.00, per tutto il periodo delle festività natalizie, il palco in Piazzale Ceccarini ospiterà uno spettacolo diverso a cui si aggiungeranno due special event, la DEEJAY Night del 31 dicembre e i festeggiamenti per l’inizio del nuovo anno il 1° gennaio, un lungo e articolato palinsesto di eventi che sarà il cuore pulsante del villaggio natalizio di Riccione. 

Il calendario degli eventi ideato da Radio DEEJAY è pensato per un pubblico giovane e giovanissimo, connesso, costantemente alla ricerca di novità e attento ai contenuti originali.

Si parte sabato 9 dicembre con Linus e i Mates, gli youtubers - anche se loro non amano questa definizione - più seguiti d’Italia, il gruppo formato da Anima, St3pny, SurrealPower e Vegas che insieme, in tre, quattro anni hanno raggiunto un pubblico di più di sei milioni e mezzo di giovani che ridono dei loro sketch. Nella vita reale Stefano, Sasha, Salvatore e Giuseppe, sono quattro amici tra i venti e i trent’anni che hanno deciso di vivere questa avventura, uniti dalla passione per i videogiochi (che è diventata un lavoro) offrendo un intrattenimento a base di gag, momenti di vita e appunto videogame.

Sabato 16 dicembre è la volta di WAD, una delle figure più influenti nel settore “urban” italiano (conduce la trasmissione Made In Italy su Hip Hop Tv su Sky) e speaker di Radio DEEJAY, il dj Fabio Blowlow, il nuovo fenomeno della nuova scena rap, videoclip con 35 milioni di views, un disco di platino con il singolo Ulisse (21 milioni di visualizzazioni), un album prodotto dalla Sugar di Caterina Caselli, e Leonardo Decarli, un altro super youtuber con più di 5 milioni di visualizzazioni sul suo canale, oggiAggiungi un appuntamento per oggi  impegnato anche nel game show dal titolo Maria Express - il primo reality creato dal web per il web -  e spazia dai canali social alla radio, dalla tv alla musica e alla scrittura.

WAD Fabio B torneranno sul palco anche il 23 dicembre insieme a Gordon, all’anagrafe Yuri Sterrone, un’altra star del web, ha ideato la serie Le ragazze quando e ha un pubblico quasi totalmente femminile che intrattiene ironizzando sulle donne e con le donne raccontate in ogni situazione.

La sera di Capodanno scende in pista il dream team della radio con Rudy ZerbiLa PinaValentina RicciChicco Giuliani a festeggiare l’arrivo del nuovo anno insieme a Ghemon, uno dei più talentuosi e apprezzati artisti hip hop italiani, una carriera iniziata nel 2007 con La rivincita dei buoni e sbocciata nel 2014 con il fortunato ORCHIdee, un album che ha cambiato il modo di intendere il rap e la musica black in Italia: è da poco uscito il suo quinto disco, Mezzanotte. Oltre al rapper saranno sul palco di Piazzale Ceccarini SHADE, diventato famoso al grande pubblico prima dell’estate con il singolo Bene ma non benissimo (25 milioni di visualizzazioni) e di cui è appena uscito un nuovo brano, Irraggiungibile, e Jo M, il vincitore dell’edizione 2017 di DEEJAY On Stage.

Il giorno dopo, il 1° gennaio, tornano in scena Rudy ZerbiLa PinaValentina RicciChicco Giuliani, e insieme a loro il 2018 comincia con il giovanissimo youtuber Marco Leonardi, i Nameless, finalisti a DEEJAY On Stage 2017 e gli idoli delle folle Benji e Fede - Benjamin Mascolo e Federico Rossi – i due ragazzi che nel giro di pochi anni sono riusciti a dar vita ad un nucleo numerosissimo e solidissimo di fan che non li mollano un attimo, dai live ai social network. Dopo vendite record, il tutto esaurito ai concerti e persino un libro, tornano a Riccione reduci dal successo del singolo Tutto per una ragione (oltre 24 milioni di visualizzazioni) con il featuring di Annalisa, anche lei tra gli special guest del primo giorno dell’anno. 

Si chiude il 6 gennaio con Giulia Penna, la giovane cantante e youtuber romana e i Leave The Memories, anche loro tra i finalisti di DEEJAY On Stage della scorsa estate. Per maggiori info: www.riccione.it      www.deejay.it

Milano 1 dicembre 2017

Fonicap lancia la sfida. Collaborare tutti insieme

per combattere e vincere il tumore al polmone

          

Riparte da Verona la lotta al tumore al polmone, definito un big killer per il suo alto tasso di mortalità. I presidenti e i delegati delle società scientifiche hanno espresso il loro consenso per la firma di un protocollo d’intesa che veda insieme i professionisti nella creazione delle LUNG UNIT in tutti gli ospedali d’Italia. Si sono seduti allo stesso tavolo Antonio Santo, presidente Fonicap e promotore dell’iniziativa, Francesco Schittulli, presidente della Lega italiana lotta ai tumori, Giuseppe Cicciù, segretario Regione Veneto, Tribunale del Malato, Roberta Polverosi, presidente della Società italiana Radiologia, Guglielmo Monaco, past president e Roberto Crisci, presidente della Società italiana di Chirurgia Toracica, Stefano Magrini, presidente dell’ Associazione italiana radioterapia oncologica, Orazio Schillaci,
presidente dell’ Associazione italiana di Medicina Nucleare e Imaging
molecolare.
   Ha condotto la giornalista Rai Antonia Varini.

Il Veneto registra 3.500 nuovi casi di pazienti che vengono curati nelle strutture ospedaliere”, dice l’assessore regionale alla Santità, Luca Coletto e presidente di Agenas. “E’ un polo d’attrazione perché d’eccellenza. Infatti il 20 per cento dei pazienti arrivano da altre regioni d’Italia. Ma vanno favorite le iniziative poste in essere dal professore Antonio Santo, presidente Fonicap nella volontà di unire le forze per creare regione per regione poli d’eccellenza multidiscliplinari”.

Il 60 per cento dei pazienti”, dice il professore Antonio Santo, “purtroppo non ha ancora accesso alle cure di ultima generazione e ai farmaci salvavita. I dati parlano chiaro. In Italia ogni anno 41mila persone si ammalano di tumore al polmone e 33mila muoiono. Solo il 14 per cento degli uomini e il 18 per cento delle donne ha la speranza di sopravvivere ai cinque anni successivi. Bisogna correggere il tiro, creando le lung unit prendendo l’esempio dalle breast unit che hanno determinato il successo della lotta al tumore alla mammella, guarito ormai nell’85 per cento dei casi”.

Quando ho creato la prima breast unit, nel 1985 con il professore Veronesi”, dice il presidente Francesco Schittulli, “ho incontrato tantissime resistenze. Ma sono andato ugualmente avanti. Ora, le breast unit sono una realtà regione per regione. La mia intenzione era che i pazienti avessero lo stesso riferimento nella cura della malattia e potessero contare su personale altamente specializzato. Per questo è molto importante la proposta del professore Antonio Santo che appoggiamo pienamente. Ogni giorno mille italiani ricevono la notizia di essere ammalati di tumore. Ma 3milioni e 700mila sono passati per questa esperienza e sono guariti”.

Un approccio olistico che coinvolga non solo i medici specializzati in oncologia, ma anche i nutrizionisti, gli psicoterapeuti e gli specialisti della riabilitazioni è quanto si auspica Giuseppe Cicciù che approva il protocollo d’intesa con la proposta di allargarlo anche alle altre discipline. “Sapere di essere ammalati di tumore”, dice, “cambia la visione della vita”.

Non fare un’adesione totale al protocollo d’intesa”, dice il professore Roberto Crisci, presidente della Società italiana di Chirurgia Toracica, “sarebbe come rinnegare la nostra storia. Il merito va al professore Antonio Santo di aver aperto la Fonicap alla collaborazione di tutti i professionisti”. Aggiunge Guglielmo Monaco, past president della Società italiana di Chirurgia Toracica: “Per legge le regioni hanno l’obbligo di garantire lo stesso livello qualitativo di eccellenza. Centri di riferimento poli specialistico e Gruppi onocologici multidisciplinari sono stati già istituiti dal legislatore che vanno solo attuati nelle diverse aziende sanitarie dove si devono adeguare ai protocolli diagnostico terapeutici stabiliti dalle Regioni, individuando le migliori possibilità e disponibilità”.

Scendere in campo con il meglio delle esperienze significa combattere e avere maggiori speranze di vittoria”, conclude Roberta Polverosi, presidente della Società italiana di Radiologia Medica. Intanto anche Rai Uno Mattina ha dato il suo pieno sostegno all’iniziativa come ha sottolineato la giornalista Antonia Varini. “Chi più chi meno”, dice la giornalista, “siamo tutti stati coinvolti anche a livello personale dalla malattia: amici, parenti, persone a noi care, ne sono state colpite. Per questo ciascuno deve dare il proprio contributo per migliorare le cure e aumentare i casi di guarigione”.

Infine Fonicap sostiene e finanzia la ricerca tra i giovani. Premiati con borse di studio i ricercatori scelti dal Comitato medico scientifico Fonicap per l’innovazione e l’alto contributo delle loro ricerche: Carlo Genova del Policlinico San Martino di Genova, Paola Bordi dell’Azieda ospedaliera di Parma, e Roberto Ferrara dell’Ospedale francese Goustave Roussy vicino Parigi.

Verona, 1 dicembre 2017


GALLERIE d'ITALIA:  L’ULTIMO CARAVAGGIO. EREDI E NUOVI MAESTRI.

 

Gallerie d’Italia – Piazza Scala

Sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano

Date: 30 novembre 2017 - 8 aprile 2018

Mostra a cura di Alessandro Morandotti

Coordinamento generale di Gianfranco Brunelli

Progetto di allestimento di Valter Palmieri

 

Dal 30 novembre 2017 all’8 aprile 2018 le Gallerie d’Italia - Piazza Scala, sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano, presentano la mostra L’ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri. Napoli, Genova e Milano a confronto (1610-1640), a cura di Alessandro Morandotti con il coordinamento generale di Gianfranco Brunelli.

La mostra costituisce un eccezionale approfondimento delle vicende artistiche sviluppatesi nelle città di Napoli, Genova e Milano a seguito della scomparsa del Merisi, in un periodo storico-artistico diviso tra la rivoluzione devota al naturale di Caravaggio e la nuova età colorata e festosa del Barocco. Il Martirio di sant’Orsola (1610) di Caravaggio, ultimo capolavoro del maestro che morirà poche settimane dopo, sarà quindi il punto di partenza per un confronto con gli artisti del tempo, divisi tra chi ne raccolse l’eredità e chi invece intraprese nuove strade.

Con i patrocini del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e del Comune di Milano nonché la partnership dei Musei di Strada Nuova di Genova e la collaborazione con l’Università degli Studi di Torino, l’esposizione L’Ultimo Caravaggio illustra in sette sezioni un Seicento in cui gli sviluppi artistici sono esemplificati anche attraverso le collezioni dei due fratelli Doria, Marcantonio e Giovan Carlo, banchieri e mecenati di grande munificenza.

Le scelte di gusto dei due genovesi rispecchiano le aree di interesse economico in cui rispettivamente si mossero. Da un lato Napoli, ricca di caravaggismo ed echi classicheggianti, piazza preferita di Marcantonio, con opere, fra gli altri, di Battistello Caracciolo e José de Ribera, dall’altro Milano e Genova, dove Giovan Carlo si volgerà verso le pitture “avanguardistiche” per l’epoca, comprando opere di Giulio Cesare Procaccini, Pieter Paul Rubens, Bernardo Strozzi, Simon Vouet e molti altri maestri coevi italiani ed europei.

«Con L’ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri percorriamo un viaggio attraverso la pittura del primo Seicento a Napoli, Genova e Milano, tra fascinazione e resistenza al nuovo e rivoluzionario linguaggio del pittore lombardo. In questo percorso, fatto di contrapposizioni, di contaminazioni e di rispecchiamenti con altri grandi protagonisti di quel periodo, viene affrontato il tema della sfortuna e della fortuna di un artista, partendo dal suo ultimo dipinto, il Martirio di sant’Orsola», afferma Giovanni Bazoli, Presidente Emerito di Intesa Sanpaolo. «Questo capolavoro di Caravaggio, che fa parte delle raccolte della nostra banca, è messo a confronto con diversi e splendidi dipinti di Procaccini, Strozzi, Rubens, Van Dyck ed altri maestri dell’epoca, provenienti da musei nazionali e internazionali. La mostra conferma l’impegno di Intesa Sanpaolo per la promozione della straordinaria storia culturale e artistica del nostro Paese

Tra le oltre cinquanta opere – molte delle quali esposte per la prima volta a Milano – spicca la monumentale Ultima cena (40 metri quadrati) di Procaccini, presentata dopo un lungo e articolato lavoro di restauro realizzato al Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale (To).

Dal 30 novembre 2017 all’8 aprile 2018, i visitatori della mostra di Palazzo Reale, presentando il proprio biglietto alle Gallerie d’Italia, avranno diritto alla tariffa speciale per l’ingresso alla mostra L’ultimo

Milano, 29 novembre 2017

 

Tornatore alla Feltrinelli

         

Nel secondo pomeriggio oggi28 Novembre 2017 a Milano alla libreria Feltrinelli in Duomo è stato presentato
il libro: "Diario inconsapevole" di Giuseppe Tornatore. Ha presentarlo lo stesso regista Italiano, uno dei massimi esponenti della regia cinematografica  di questi ultimi vent'anni. Tornatore ha raccontato nei suoi scritti, dei rapporti avuti con  tanti personaggi conosciuti nel mondo de cinema. Un discreto numero di appassionati ha assistito e presenziato ai racconti  del Siciliano divenuto famoso con "Nuovo cinema Paradiso" musicato da Ennio Morricone che conobbi parecchi anni fa e mi fu presentato da Franco Cerri. Oggi ho avuto il piacere di conoscere  e parlare con Giuseppe Tornatore nella foto con il sottoscritto.

Milano, 28 Novembre 2017                              Achille Guzzardella

Palazzina Liberty:    Incontro con CESARE CREMONINI

Il programma della Milano Music Week, un’intera settimana dedicata alla musica pop in programma fino al 26 novembre, si arricchisce con una grande novità che va a completare il programma degli incontri con gli artisti.

Si tratta di Cesare Cremonini: il cantautore bolognese sarà protagonista di uno degli appuntamenti di MMW INCONTRA previsto per venerdì 24 novembre alle ore 18.30 presso la Palazzina Liberty Dario Fo e Franca Rame. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, con priorità per i possessori del braccialetto della Milano Music Week (ulteriori informazioni su www.milanocard.it/ita/musicweek).

Cesare Cremonini torna dopo due anni di lavoro con il suo nuovo disco “Possibili scenari” (nei negozi dal 24 novembre per Universal Music Italia) anticipato dal singolo “Poetica”, e con il nuovo tour “Stadi 2018” (prodotto e organizzato da Live Nation Italia).

In 18 anni di carriera Cesare Cremonini si è contraddistinto per le sue scelte artistiche mai banali che lo hanno consacrato come uno degli artisti più apprezzati della musica pop italiana.

“Siamo felici che Cesare Cremonini abbia scelto Milano Music Week per parlare del suo album Possibili Scenari proprio nel giorno in cui esce, e di ospitare l’incontro nella splendida Palazzina Liberty Dario Fo e Franca Rame. Cesare è uno degli artisti più sensibili e talentuosi del panorama italiano ed è un onore averlo con noi” ha commentato il curatore Luca De Gennaro.

Nella bellissima location della Palazzina Liberty, gioiello architettonico dell’art nouveau, Cesare Cremonini sarà protagonista di un incontro con il pubblico moderato da Luca De Gennaro, curatore della Milano Music Week, per raccontare la sua carriera, il suo nuovo album e la nuova esperienza dei concerti negli stadi.

Milano, 22 novembre 2017

MILANO MUSIC WEEK -  1 edizione | Milano, 20-26 novembre 2017

Prosegue il programma della Milano Music Week, nuovo appuntamento per la musica in Italia, che anche per la giornata di martedì 21 novembre propone un vasto cartellone di concerti, incontri e momenti di approfondimento. Il programma della giornata parte con il panel Milano: Capitale della musica a cura di Where Milan (ore 11.00, Urban Center), che proprio in occasione della MMW indaga la vocazione di Milano come centro nevralgico dell’industria musicale italiana e non solo. Un momento di approfondimento che sottolinea l’importanza del ruolo di Milano come Music City.

Ricchissimo anche il programma degli incontri con gli artisti tra cui Caparezza (ore 18.00, Santeria Social Club) che sta raccogliendo moltissimi consensi con il suo ultimo lavoro “Prisoner 709”, e la PFM (ore 21.00, Mare Culturale Urbano), vere e proprie icone della musica in Italia: due momenti di incontro e confronto moderati da Luca De Gennaro, curatore della Milano Music Week. Altro momento di incontro con il pubblico sarà con Francesco Gabbani per il firmacopie di “Magellano Special Edition” al Mondadori Megastore.

Grande spazio anche al cantautorato femminile, che sarà grande protagonista della giornata di martedì 21 con appuntamenti da non perdere: il concerto di Meg (ore 21.00, Teatro Cinema Martinitt), simbolo assoluto della scena alternativa italiana al femminile che propone uno spettacolo raccolto che spazia tra sonorità acustiche ed elettroniche e sperimentali; Vita da Cantautrice: quattro artiste per un concerto, una serata tour con le quattro cantautrici Roberta Carrieri, Marian Trapassi, Sara Velardo e Pellegatta patrocinato dalla Fondazione Fabrizio de André (ore ore 21.00, Salumeria della Musica).

Tantissimi e variegati per ampiezza di generi anche i concerti: Quicksand, Gigi D’Alessio, Luca Gemma, l’appuntamento con Sugar, Music and Words, organizzato da Sugar, powered by Yamaha Music Europe branch Italy, che propone tre artisti scoperti da Caterina Caselli, il cantautore Raphael Gualazzi, il giovane autore Giovanni Caccamo e la polistrumentista Nyvinne, e la serata Inri Night con i live di Kaufman, I’m not a blonde, Makai e mlti altri.

Al via anche il programma di Linecheck Music Meeting and Festival, main content partner e centro nevralgico della Milano Music Week, con il concerto di Sevdaliza e la serata Linecheck Extravaganza, un esclusivo appuntamento dedicato a Lucio Dalla e alla celebrazione dei 40 anni dall’uscita di uno dei suoi album più significativi, “Come è profondo il mare”, alla presenza di Lele Sacchi, Luca Carboni, Ron, Francesco Grillo, Riccardo Senigallia, Laura Arzilli, Daniele Caracchi (Fondazione Lucio Dalla).

Il programma completo della MILANO MUSIC WEEK è disponibile l’app ufficiale, disponibile gratuitamente su Google Play e Apple Store.

Milano, 20 novembre 2017

 

FENOMENALE SUCCESSO PER IL PARTY DI GIANNA NANNINI

Il nuovo disco è Amore Gigante

    

Sta per uscire AMORE GIGANTE, il nuovo album di inediti di GIANNA NANNINI e si preannuncia già un successo FENOMENALE.

Ieri sera il “party gigante” ha registrato il tutto esaurito, una grande festa dove la rocker ha annunciat

o l’uscita del nuovo album insieme ad Andrea Rosi (Sony Music) e la partenza del prossimo tour con Ferdinando Salzano (FeP Group).

Il disco, che uscirà questo venerdì 27 ottobre, è stato anticipato da un singolo di grande successo FENOMENALE, che ieri sera ha accompagnato l’arrivo di Gianna alla festa.

 diversi ed esclusivi di copertina per un disco gigante che esce in cd semplice e in versione deluxe, che comprende anche un secondo cd con il live “Sotto la pioggia - Live a Verona”. Inoltre disponibile box superdeluxe in edizione limitata e numerata in esclusiva su Amazon dove oltre al doppio cd, ci saranno anche il vinile accompagnato da un book di 24 pagine, un block notes, una t-shirt esclusiva e una foto autografata. Amore Gigante sarà disponibile anche in vinile nella versione classica oltre ad una declinazione “picture", in edizione limitata e numerata.

Amore Gigante sarà anche live: oltre alle 4 date uniche di dicembre (a Milano, Roma e Firenze), la rocker partirà il 10 marzo dall’Alte Oper di Francoforte per poi proseguire il tour sui palchi tedeschi e italiani per un grande ritorno in puro stile Nannini.

I biglietti per le nuove date di “Fenomenale il tour” sono già disponibili in pre - sale per il fan club, mentre saranno disponibili da giovedì 26 alle ore 11:00 su Ticketone (www.ticketone.it) e da lunedì 30 alle ore 11:00 in tutti i punti vendita abituali.

Milano, 24 Ottobre 2017 

 

Michele Ciliberto "Il Nuovo Umanesimo"

   

Presentato nel secondo pomeriggio di oggi 24 ottobre 2017 a Milano alla Rizzoli in Galleria il volume di Michele
Ciliberto, illustre professore della Normale di Pisa, " Il Nuovo Umanesimo". A introdurre l'argomento Massimo Cacciari a seguito la conferenza dello stesso Ciliberto che ha saputo appassionare il pubblico in sala. A fatto seguito un dibattito con le poche domande dei presenti. Nelle foto un momento della serata e il sottoscritto con Cacciari e con Ciliberto.


Milano, 24 Ottobre 2017                               Achille Guzzardella   

Trump" libro alla Mondadori 

    

Presentato oggi 20 Ottobre 2017 allo spazio Mondadori in piazza Duomo a Milano il libro "Trump" di Gerardo Sangiuliano. A parlare del libro e del Sangiuliano  sono stati Matteo Salvini, Vittorio Feltri e Ignazio La Russa oltre allo stesso Sangiuliano che ha raccontato aneddoti  e parlato di se stesso e dei suoi incontri e delle positività del Presidente Trump coerente con quello che aveva sostenuto durante la campagna elettorale e in seguito votato dalla maggioranza degli Americani. Un folto pubblico ha assistito e applaudito ai racconti dei singoli conferenzieri. Nella foto un momento della serata ed il sottoscritto  con Matteo Salvini dopo la conferenza.


Milano, 20 Ottobre 2017                                        Achille Guzzardella

LOCALI:    "Rosso Pastrengo"

       

Stasera 19 Ottobre 2010 in via Pastrengo a Milano zona detta l'Isola (vicino alla stazione di Porta Garibaldi) è stato inaugurato un nuovo locale che é stato chiamato "Rosso Pastrengo" in onore proprio del buon vino rosso che viene servito  con sicure prelibatezze, ed ovviamente una varietà di vini bianchi e rossi. Un numeroso pubblico ha movimentato la serata, amici, parenti e conoscenti di Cesare Marano e il suo amico Sergio, i due fondatori e titolari del locale. Nella foto una delle  scritte collocate sulle pareti del locale e poi il sottoscritto con Cesare Marano.


Milano, 19 Ottobre 2017                     Achille Guzzardella                                


74° OPEN D'ITALIA DI GOLF

Presentato a Palazzo Lombardia, alla presenza del ministro dello sport Lotti, del padrone di casa Maronii del presidente del CONI Malagò e del presidente di federgolf Chimenti il 74° Open di Golf d'Italia che si svolgerà dal 12 al 15 ottobre presso il Golf Club di Milano situato nel Parco di Monza. L'Open d'Italia è l'evento principale del Progetto Ryder Cup 2022. Montepremi record per una manifestazione di questo sport nel nostro Paese. Sarà ben di sette milioni di euro. Tantissimi i campioni presenti. Saranno 25 tra i primi cento del mondo. Tutti cercheranno di battere il campione in carica, l'italiano Francesco Molinari, vincitore l'anno passato sempre al Golf Club Milano.

Per info: www.openditaliagolf.eu

Milano, Palazzo Lombardia, 27 settembre 2017        Agostino Giuzzardella

Presentato al M.A.C di Milano il volume su Autodelta dei fratelli Colombo

È stato presentato mercoledì 20 settembre al M.A.C. di piazza Tito Lucrezio Caro 1 a Milano il libro di Giuseppe e Massimo Colombo dedicato all' Autodelta. AUTODELTA, l'ala veloce dell'Alfa Romeo, è "un libro che non c'era e che andava scritto. Una storia meravigliosa che andava raccontata", così dicono i due fratelli appassionati di Alfa Romeo sin da quando erano piccoli. In estrema sintesi, dice Massimo, si tratta della cronistoria dell’Autodelta - il reparto corse dell’Alfa Romeo voluto dal mitico presidente Giuseppe Luraghi - dalla fondazione (marzo 1963) alle dimissioni del suo indimenticabile patron Carlo Chiti (ottobre 1984) . Scritto a quattro mani appunto dai fratelli Giuseppe e Massimo Colombo, appassionati alfisti e studiosi del marchio del Biscione, la storia di Alfadelta è stata inserita nel contesto politico, sociale ed economico italiano dell’epoca, non tralasciando le vicissitudini della Casa madre in quegli anni difficili. Grande il successo alla presentazione con una presenza massiccia di pubblico che gremiva il grande spazio del M.A.C. Il volume, particolarmente curato e bello esteticamente, offre una serie importante di splendide immagini fotografiche. Naturalmente si consiglia l'acquisto a tutti.

 

22 settembre 2017   Cesare Guzzardella

 

I Soul System a Rimini

  


Nella'ambito delle manifestazioni canore con complessi musicali organizzate a metà Luglio per una decina di giorni dal Rosen e Crowun, locale sito sul lungomare di Rimini all'altezza  di Piazzale Tripoli, ora Piazza Marvelli, si sono esibiti con grande successo di pubblico i Soul  System, nella foto il sottoscritto con Marialuisa il 17 Luglio al concerto Riminese. Il concerto è durato fino alla mezzanotte ed ha riscosso grandi applausi.

Milano, 20 Luglio 2017                                   Achille Guzzardella

 

Pavarotti 10th Anniversary

 

E’ proprio il 6 settembre, nel giorno esatto della scomparsa, che partono dall’Arena di Verona con una serata in prime time realizzata per Rai1 e condotta da Carlo Conti, gran cerimoniere dell’evento, le celebrazioni realizzate dalla Fondazione e dedicate al Maestro: “Pavarotti 10th Anniversary”.

 

Una giornata destinata al ricordo del Maestro con un grande evento televisivo dall’Arena di Verona, tempio della Lirica e casa di tanti successi per raccontare una storia unica al mondo, e ancora oggi insuperata.

Al centro ci sarà la sua storia umana e artistica attraverso le voci e le testimonianze delle persone che gli sono state più vicine, e che sono significative per questo racconto incredibile che lo ha reso il più amato e stimato artista di tutti i tempi.

A cominciare da Plácido Domingo e José Carreras, interpreti di uno dei momenti più alti della carriera del Maestro con i Tre Tenori, passando attraverso le nuove generazioni a cui Pavarotti ha sempre guardato con tanta attenzione: saranno infatti presenti Francesco Meli e Vittorio Grigolo, due tenori italiani che già calcano i più importanti palcoscenici di tutto il mondo.

Sul palco dell’Arena di Verona anche il soprano Angela Gheorghiu e il tenore Fabio Armiliato (compagno della grandissima Daniela Dessì recentemente scomparsa), due artisti che il Maestro Pavarotti stimava molto e che aveva anche voluto accanto a sé in occasione del suo quarantennale di carriera a Modena nel 2001. Tra gli amici anche Andrea Griminelli, storico flautista e amico con il quale ha suonato in tutto il mondo.


Non mancheranno alcuni inserti pop che sono stati memorabili contrappunti alla carriera lirica, a cominciare proprio da Zucchero che nel 1992 convinse il Maestro per la prima volta a cantare al suo fianco l’aria della nuovissima Miserere. Zucchero partecipò a tutte le edizioni del Pavarotti and Friends e, proprio da quel 1992, Luciano Pavarotti decise di organizzare ogni anno la grande raccolta fondi che lo portò a duettare a Modena con i più grandi artisti pop del mondo.

 

Sarà inoltre presente il premio Oscar Nicola Piovani che, per celebrare la grandezza del Maestro, ha scritto un brano che sarà eseguito per la prima volta proprio all’Arena di Verona.

Eugene Kohn, che ha condiviso molti palcoscenici con Pavarotti dirigerà l’Orchestra Filarmonica del Festival Pianistico di Brescia e Bergamo.

Proprio dal giorno 6 partiranno le celebrazioni in tutto il mondo.

Lo stesso giorno a Modena, infatti, la Casa Museo sarà aperta gratuitamente per un’intera giornata e alle ore 11 si terrà il discorso inaugurale di Nicoletta Mantovani Pavarotti con il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, perché tutta l’attività prevista per il decennale possa avere il suo avvio ufficiale proprio da Modena, città natale del Maestro (12 ottobre 1935), dove ha scelto di vivere e dove ha voluto trascorrere i suoi ultimi giorni.

 

Con l’occasione sarà presentato il libro Luciano, il sole nella voce edito dalla Fondazione Pavarotti e che sarà presentato a tiratura limitata per la serata inaugurale all’Arena di Verona e all’interno del Museo.

Sempre dal 6 settembre sarà resa disponibile una nuova piattaforma web “Pavarotti 10th Anniversary”, destinata a raccogliere tutte le attività del decennale per accrescere la conoscenza del Maestro presso il pubblico più giovane, che seguirà le fasi del decennale, e che raccoglierà i materiali da tutte le manifestazioni prodotte nel mondo.

 

Infatti, dopo la serata di inaugurazione del 6 settembre da Verona, prodotta da FEP Group e Fondazione Luciano Pavarotti, sono già fissati eventi di celebrazione in Tunisia, Qatar, Oman e Indonesia mentre sono allo studio eventi in Cina e negli Stati Uniti.

Milano, 4 luglio 2017

PREMIO GIORNALISTICO:    "PREMIOLINO  2017"

Torna l’appuntamento con Il Premiolino, il premio giornalistico più antico e prestigioso d’Italia. La Giuria (composta da: Presidente Chiara Beria di Argentine, Milena Gabanelli, Giancarlo Galli, Massimo Gramellini, Piero Colaprico, Giulio Anselmi, Francesco Conforti, Ferruccio de Bortoli, Enrico Gramigna, Enrico Mentana,
 
Alfredo Pratolongo, Donata Righetti, Valeria Sacchi, Beppe Severgnini, Gian Antonio Stella e Carlo Verdelli) ha consegnato eri sera  a Palazzo Marino  i premi ai vincitori della 57esima edizione.
Promosso dalla Fondazione Birra Moretti, Il Premiolino di anno in anno si rinnova dando voce e credito ”alle espressioni del giornalismo che si sono particolarmente distinte

Il Premiolino, un punto fermo nella storia del giornalismo italiano, ha premiato nel corso degli anni grandi firme come Indro Montanelli, Eugenio Scalfari e Giorgio Bocca, Sergio Zavoli, Pier Paolo Pasolini, Altiero Spinelli.
Senza dimenticare quanti, meno noti e spesso al lavoro in piccole testate, sono stati segnalati per qualità morali e professionali.

Un Premio che rappresenta un punto di arrivo importante nella carriera di un giornalista o un trampolino di lancio per i tanti giovani talenti che, ancora oggi, scelgono di dare testimonianza, con strumenti più o meno tradizionali, del nostro tempo
 
I vincitori dell’edizione 2017 sono stati:
       Alberto Angela, Lucio Caracciolo, Ezio Mauro, Giordano Stabile, Radio Amatrice

Assegnato ex aequo il Premio Fondazione Birra Moretti per la Diffusione della Cultura Alimentare a Angela Frenda

Anche il pubblico da casa ha potuto seguire la cerimonia di premiazione, disponibile in streaming su Ansa.it .  Una straordinaria occasione per condividere i contenuti del Premio, pietra miliare nel percorso culturale del Paese. Una cena d’autore per celebrare i vincitori

Nel corso della serata si è tenuta una cena firmata da Giancarlo Morelli, Chef 1 stella Michelin, in cui è stato proposto un
percorso in abbinamento alle specialità della famiglia Birra Moretti.
www.ilpremiolino.it  - www.fondazionebirramoretti.it

Milano, 21 giugno 2017

 

LIBRI:  #Formentera14

     

Tantissimi VIP hanno partecipato al party per la presentazione di il libro dell’estate, #Formentera14, primo romanzo di Gabriele Parpiglia, edito Mondadori Electa.

Il locale per l’occasione è stato decorato in stile Formentera e un chiringuito appositamente allestito serviva in onore dei due protagonisti del romanzo d’amore il freschissimo cocktail Jackgloria’s.

 Nel vero spirito della serata il deejay e produttore Ben dj ha suonato la selezione di brani musicali raccolti nel libro.

Il giornalista ha voluto al suo fianco il direttore del settimanale CHI Alfonso Signorini e l’amica Belen Rodriguez.

Tra gli invitati tantissimi ospiti famosi: il motociclista Andrea Iannone, Simona Ventura, Stefano Bettarini, la comica Katia Follesa, Elenoire Casalegno, Aida Yespica in compagnia del fidanzato imprenditore Enrico Romeo, le bellissime Claudia Galanti e Cecilia Capriotti, l’ex velina Costanza Caracciolo, Giulia Calcaterra, la “bomberina” Laura Cremaschi, Giulia Salemi, Micol Ronchi, Margot Ovani, Farid Shirvani e Nicolò Ferrari e l’attrice internazionale Catrinel Marlon. Inoltre presenti anche il direttore di Videonews Claudio Brachino, il conduttore Pierluigi Pardo e il regista Roberto Cenci. Dal mondo di Uomini&Donne i tronisti Desirée Popper e Claudio Sona.

Non solo tv, tra i presenti anche il portiere del Chievo Stefano Sorrentino e il bomber dell’ Hellas Verona Gianpaolo Pazzini accompagnato dalla moglie wedding planner Silvia Slitti. Moltissimi anche gli influencer: gli youtuber Matt&Bise, il re delle parrucche Gordon e la giovanissima Elisa Maino.

Tra le famose di Instagram l’ex velina Giulia Calcaterra.

Tutti i VIP hanno dimostrato il loro sostegno e affetto nei confronti dell’autore Gabriele Parpiglia fotografandosi con il libro in mano e postandolo sulle loro pagine social, trasformando in un vero e proprio fenomeno social il romanzo #Formentera14.

Gabriele Parpiglia, classe 1979, giornalista professionista, firma di “Chi” da oltre quindici anni, si occupa di spettacolo, attualità, cronaca e sport. Autore di numerosi programmi televisivi, come Verissimo, Maurizio Costanzo Show, L’intervista, Il Grande Fratello Vip, Tikitaka, L’isola dei Famosi, per citare i più recenti, collabora, inoltre, con la struttura di Maria De Filippi.

Questo è il suo primo romanzo e il suo cuore batte ancora forte, come quando ha scritto la prima parola, sillaba, consonante, vocale di #Formentera14...

Milano, 8 giugno 2017

 

LIBRI:  "Cercando segnali d'Amore nell'Universo"

Presentato ieri 30 Maggio 2017 alla libreria Rizzoli in Galleria a Milano il libro biografico di Luca Barbareschi :"Cercando segnali d'Amore nell'Universo".L'attore e politico, produttore di spettacoli e cinema è stato come il suo solito brillante raccontando del suo volume. Peccato la scarsa affluenza di pubblico. Nella sala le persone presenti ed interessate erano veramente poche.


Milano, 31 Maggio 2017                              Achille Guzzardella

PRESENTAZIONE del " Il Giro di Bell’Italia "
 

 

BELL’ITALIA DEDICA UN NUMERO SPECIALE ALLA CORSA ROSA 2017
“IL GIRO DI BELL’ITALIA”


BELL’ITALIA, il mensile di Cairo Editore diretto da Emanuela Rosa-Clot, sarà in edicola domani, con un numero speciale dedicato alla 100^ edizione del Giro d’Italia, “IL GIRO DI BELL’ITALIA”.

SULLE STRADE DEL GIRO: da Alghero a Milano, le 21 tappe della Corsa Rosa 2017 celebrano la storia del ciclismo e i paesaggi più belli della Penisola. Mare, montagne, città e borghi tutti da visitare.


La pista sulla sabbia, le biglie con le facce dei ciclisti (io volevo tenere sempre Gimondi). I pomeriggi in bianco e nero, guardando l’Italia passare in Tv - dichiara Emanuela Rosa-Clot - Il Giro d’Italia è molto più che una corsa ciclistica, è la nostra storia e la nostra geografia. E quest’anno che compie 100 edizioni abbiamo voluto seguirlo su e giù per il Bel Paese”. Quello che state per sfogliare è il nostro omaggio, in parole e immagini, all’epica del ciclismo”.

Milano, 27 aprile 2017

 

“DISTURBI DELLA VISTA E INVECCHIAMENTO PRECOCE DELL’OCCHIO: COME CURARLI E COME PREVENIRLI”

Nell’epoca dell’uso intenso di smartphone e tablet, dalla collaborazione tra GUNA e Salmoiraghi & Viganò nasce "Vision Care", un nuovo progetto integrato

per il sostegno della capacità visiva e del benessere dell'occhio che mette al centro la salute della persona

 La salute degli occhi dipende anche da uno stile di vita sano e da un’alimentazione equilibrata. I ritmi , spesso frenetici , della vita moderna generano

continuo stress ossidativo , causati principalmente dall’ esposizione prolungata a radiazioni luminose originate dai nostri device tecnolo gici e dagli squilibri, soprattutto alimentari, tipici dello

stile di vita “occidentale”. I fenomeni di stress ossidativo interessano principalmente le strutture nervose dell’occhio, favorendone l’invecchiamento precoce e l’insorgenza di

fenomeni principalmente infiammatori all’origine favorendone l’invecchiamento precoce e l’insorgenza di delle condizioni di discomfort oculare tra cui secchezza, prurito, affaticamento,

arrossamento e così via .

E’ oggi nota la stretta correlazione fra processi ossidativi tissutali, compromissione delle funzioni visive e, in generale, decadimento dello stato di “salute” dell’occhio. In particolare,

i radicali liberi possono portare a generale, decadimento dello stato di “salute” dell’occhio.

profonde alterazioni delle membrane biologiche (incluse quelle dell’occhio) in seguito a perossidazione, possono indurre alterazione del DNA, possono provocare alterazioni per

inattivazione e denaturazione di proteine ed enzimi.

 

Nel corso degli ultimi dieci anni gli utenti di internet sono passati da meno della metà a quasi tre quarti degli italiani, con una crescita complessiva dell'utenza web pari a +28,4%.

Passiamo molte ore al giorno a navigare, per lavoro, ma soprattutto per interesse personale

e ormai lo facciamo in ogni luogo, grazie ai device portatili: usano Smartphone il 64,8% degli italiani e il l’89,4% dei giovani, secondo i dati dell’ultimo

Rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione digitale. Collegati ovunque, sempre davanti a uno schermo, ma i nostri occhi rischiano di pagarne le conseguenze.

Sono molteplici le cause di stress ossidativo dell’occhio :

eccessiva esposizione all’inquina mento ambientale,

alla luce artificiale e alle emissioni luminose molto

intense di computer e device portatili , come PC, tablet, smartphone, ecc;

alimentazione non equilibrata o aumentati fabbisogni di sostanze antiossidanti e costitutive essenziali,

fumo e stili di vita sregolati;

stress psico-fisico;

trattamenti farmacologici inopportuni ;

invecchiamento .

In seguito alla presenza di uno o più di questi fattori, si possono sviluppare fenomeni di affaticamento oculare, fotosensibilizzazione e discomfort visivo, stati di irritazione, di infiammazi one, di secchezza oculare

e di alterazione dell’equilibrio idro-lipidico e dei pigmenti della retina.

L’utilizzo di specifiche sostanze antiossidanti in grado di agire a livello della retina, e di attivi in grado disostenere la funzionalità delle strutture oculari in generale, e in particolare di conservare l’omeostasi idrolipidica delle membrane cellulari nervose (retina), può contribuire al recupero e al mantenimento della fisiologica funzionalità e del benessere dell’occhio.

 

IL MUSEO POLDI PEZZOLI SI ACCENDE 

Taglio del nastro della nuova illuminazione della casa museo di via Manzoni.

Il Museo Poldi Pezzoli ha presentato, grazie al sostegno di Regione Lombardia, al contributo dell’Associazione Amici del Museo Poldi Pezzoli, di Fondazione Cariplo e a quello di generosi donatori privati, il completamento della nuova illuminazione delle sale e delle opere del Museo, realizzato dallo Studio Ferrara Palladino Lightscape.

Il progetto, iniziato nel 2009 e conclusosi nel 2016,  ha trasformato il Museo in un vero e proprio laboratorio di studio e di ricerca, per individuare sistemi e materiali sempre più innovativi, tecnologici e funzionali all’illuminazione delle opere d’arte.

 Milano, 12 aprile 2017

 

Una App in Realtà Aumentata e Realtà Virtuale per la sicurezza su Navi e Treni.

 

Realmore si conferma ancora una volta all'avanguardia nel campo dell'applicazione della Realtà Virtuale e della Realtà Aumentata grazie alla recente collaborazione con AM General Contractor Spa, azienda leader nella produzione di dispositivi e sistemi antincendio innovativi.

L'esperienza, la ricerca e la continua innovazione e performance di entrambe le parti si sono incontrate per l'occasione di un'importante vetrina internazionale quale la fiera Innotrans 2016, primario appuntamento mondiale nell'ambito dei trasporti che si svolge ogni due anni a Berlino, richiamando migliaia di visitatori, buyers ed espositori da tutto il mondo.

AM General Contractor ha commissionato a Realmore lo sviluppo di un'app che ricreasse in modo dettagliato e di facile fruizione due ambienti diversi, uno ferroviario ed uno navale, grazie alla quale l'utente può vedere in prima persona l'evoluzione di un evento quale quello di un surriscaldamento con successivo incendio e la conseguente soluzione del problema grazie al prodotto di punta dell'azienda, ovvero lo SmiR, uno sprinkler ad infrarossi selettivo ed altamente tecnologico.

L’App funziona con i più comuni visori per la Realtà Virtuale e simula quello che accade quando si verifica un incendio all’interno di un treno o una nave.

Grazie alla Realtà Virtuale infatti tutti gli elementi reagiscono alle interazioni dell’utente in tempo reale e in un ambiente immersivo a 360°.

La collaborazione tra Realmore e AM General Contractor ha trovato terreno comune in un ambiente naturalmente volto alle ultime novità, all'eccellenza ed allo sviluppo tecnologico quale quello di una fiera internazionale, in cui sarebbe stato altrimenti difficile ricreare la stessa situazione in un ambiente consono senza rischi e senza spazi e mezzi decisamente più impegnativi.

La scelta di avvalersi della tecnologia VR/AR, ancora poco utilizzata e poco conosciuta sul piano applicativo, si è quindi fin da subito rivelata vincente e di larghe vedute, scelta comprovata anche dall'entusiastica accoglienza alla Berlin Messe ed all'interesse dei numerosi visitatori dello stand che hanno potuto toccare con mano questa tecnologia immergendosi in prima persona in ambienti ricreati ad hoc da Realmore per l'occasione.

Oltre alla Realtà Virtuale, che potrà continuare ad essere utilizzata in situazioni simili, la Realtà Aumentata potrà conoscere invece uno sviluppo ed utilizzo più specifico nell'ambito del training degli addetti alla manutenzione ed alla diagnostica, facendo da apripista nel campo dell'applicazione diretta di questa tecnologia laddove sia ancora poco utilizzata ma non mancherà di acquisire sempre più terreno e consensi.

Milano, 10 aprile 2017

Design Special Cocktail Party Show di HYPER ROOM MILANO

Presentazione dei nuovi brands di Design, Art e Arredamento

         

Special guest star VALERIA MARINI Special dj set d’eccezione by JOE T VANNELLI GIULIA REGAIN VANNELLI BROS

Moltissime le personalità dello spettacolo e imprenditori presenti a sostegno del Made in Italy

In occasione della Design Week milanese si è svolto con grande successo l’esclusivo Design special cocktail party show di presentazione di Hyper Room, l’innovativo e dinamico show room multisettoriale che sorge nel pieno centro di Milano in Corso Venezia 6.

L’evento nato dall’idea della fondatrice e fashion designer Chiara Carradori ha avuto lo scopo di presentare in particolare le creazioni dei brand di Design Art e Arredamento che hanno già aderito al concept dello Show Room, facendolo conoscere come nuova realtà dinamica in grado di creare continue sinergie produttive, comunicative e distributive tra i diversi partner aderenti.

Nel corso del design show molte sono state le aziende e i Designer di altissimo livello che hanno proposto le loro innovative collezioni all’interno del prestigioso show room.

Dai bio camini in pelle e specchiere con acqua che scorre proposte dell’azienda anconetana Althon ai complementi d’arredo singolari di Obsydian Design, azienda specializzata nella realizzazione di oggetti preziosi di luxury design dal valore unico e inimitabile che nascono dalla sapien te lavorazione delle migliori e più rare pietre dure, sino alle originalissime creazioni di Braid Concept, Sandrini Green Architecture e Idee Verticali che con il suo innovativo sistema appositamente studiato per lo sviluppo di giardini verticali hanno insieme arredato l’antico cortile di Corso Venezia 6, in Hyper Room Milano non sono mancate le idee e soluzioni proposte da Bottega Intreccio, scuola di formazione del nuovo distretto di alto artigianato nel maceratese aperta all’innovazione e a un designer ispirato, dove la forza dei prodotti nasce dalla grande tradizione del “savoir faire” artigianale e dalla voglia di comunicare la passione e l’arte dell’intreccio a mano.

      

L’azienda marchigiana TM ITALIA ha presentato invece l'evoluzione dei propri concept di cucina Miuccia e D90. La caleidoiscopica capacità sartoriale di declinare l'innovazione fino ad ottenere il perfetto custom fitting è il risultato di 50 anni di esperienza di TM Italia nella progettazione e realizzazione di esclusive cucine su misura. 

Per quanto concerne le nuove tecnologie applicate al design i riflettori sono stati invece puntati sulle nuovissime creazioni dell’azienda Vittorio Martini 1866, officina specializzata nella produzione di strumenti di alta precisione per il disegno tecnico, calcolo e per l’ingegneria la quale presenterà in via del tutto esclusiva Il prezioso MAT4+, un sistema di scrittura innovativo ed unico al mondo, cult object della collezione Martini che renderà i propri utilizzatori ambasciatori del bello, mentre il progettista e designer Davide Montanaro ha esposto le sue straordinarie lampade da parete, sospensione e appoggio in acciaio della collezione “Scales”.

Al fuori Salone di Hyper room Milano è stata presente anche l’azienda M3G con la nuovissima linea di stampanti professionali 3D che permettono di dar forma alla creatività stampando oggetti sia di grandi che di piccole dimensioni, dalle forme anche molto complesse, utilizzando materiali plastici altamente performanti.

Valeria Marini è stata grande protagonista dell’evento intervenendo a sostegno dell’importanza delle eccellenze del Design rigorosamente Made In Italy.

Avvalendosi delle moderne tecnologie, la serata ha assunto il carattere di un vero e proprio show alla presenza di numerosi imprenditori, celebrities e personalità dello spettacolo tra cui la modella e showgirl Sara Salvi, Rosy Dilettuso, il pugile Alberto Lato e la modella Maylin Aguirre.Special guest dj sono stati Joe T Vannelli, al secolo Giuseppe Troccoli, celebre dj, producer e conduttore radiofonico, con i figli Vannelli Bros che hanno curato una parte dell’esclusivo set dell’evento, accendendo l’anima di tutti i presenti, proponendo solo la migliore musica del momento.

Ad alternarsi alla consolle Special guest dj d’eccezione è stata anche la Fashion Luxury dj Giulia Regain che con la sua eccentrica energia ha travolto il pubblico coinvolgendolo in una dimensione onirica.

Durante lo special design show non è inoltre mancata l’occasione per assaporare prodotti di Food & Beverage di selezionatissime realtà d’eccellenza italiana tra cui i pregiati vini delle cantine Belisario, gli storici liquori di Varnelli, la pizza a lievitazione naturale di Pizza si, i salumi di Salumi Sadifa, CGM Surgelati e i prodotti dell’azienda Antonelli Silio

In una prospettiva di crescita esponenziale Hyper Room nasce con l’intento di offrire alle aziende l’entrata in un luogo fisico e virtuale in cui l’originalità, la qualità e il made in Italy sono solo alcune delle prerogative indispensabili comuni ai prodotti di ogni partner e dove la sinergia collaborativa tra le diverse aziende operanti nei settori Fashion Food & Design costituisce il fondamento di un nuovo modo di operare, riducendo i costi di posizionamento, comunicazione e vendita sia Btb che Btc.

Il progetto di Hyper Room è dunque finalizzato a mettere in evidenza le eccellenze del Made In Italy, in particolar modo di quelle aziende top level che hanno saputo rinnovarsi e differenziarsi nei particolari, investendo in tecnologia e innovazione, attraverso la ricerca, la selezione, “il rigore” e l’assoluta qualità delle materie prime utilizzate.

Sito ufficiale: http://www.hyper-room.com/  Facebook: www.facebook.com/HYPER.ROOM  Instagram: www.instagram.com/hyper_room/

Milano, 7 aprile 2017

          

Milano, 20 gennaio 2017

Lettori Selvaggi

Presentato oggi 30 Novembre 2016 alla Mondadori di Piazzale Duomo a Milano il libro "Lettori Selvaggi " di Giuseppe Montesano. Un escursus  su diversi periodi e diversi personaggi, artisti, musicisti, scrittori ecc, che il Montesano presenta in un grosso volume edito da Giunti. Per l'occasione oltre all'autore è intervenuto alla presentazione e al dialogo con l'autore il  noto attore Toni Servillo  che ha letto anche alcuni passi dei racconti dello scrittore. Una serata piacevole  con molti stimatori ,ma anche tanti curiosi. Nella foto il sottoscritto è con Toni Servillo.

Milano, 30 novembre 2016                          Achille Guzzardella 

Libro di Bocci presentato alla Rizzoli

   

Oggi 4 ottobre 2016 alla Rizzoli in Galleria è stato presentato dagli autori il libro "Pesce D'Aprile" ed. Sperling e Kpfer, gli autori : Daniela Spada e Cesare Bocci. Un libro interessante che parla della  unione degli autori . Cesare Bocci conosciuto al grande pubblico per l'interpretazione di Mimì nel "Commissario Montalbano" ha raccontato aneddoti e situazioni particolari. Un libro da leggere  che racconta un amore. Nelle foto il sottoscritto con Cesare Bocci.

 Milano, 4 ottobre 2016                                       Achille Guzzardella 

EYE OF THE WORLD - The first Global Cultural & Touristic Industry Summit

    

Per rinsaldare ulteriormente il legame che il nostro paese ha con i mercati orientali e con la Cina in particolare, si è svolto a Milano il primo convegno "EYES OF THE WORLD - The first Global Cultural & Touristic Industry Summit" organizzato da Europe Design Center  presso Politecnico di Milano settore Design. Un summit dove associazioni e aziende coinvolte hanno stretto accordi di collaborazione per uno scambio commerciale e culturale tra l'oriente e il nostro paese, un’occasione in più per l'industria e il design italiano per ampliare i propri mercati internazionali portando, in cambio, cultura della moda, del design e della tecnologia.

Al convegno hanno partecipato personalità quali il Presidente Onorario Mario Boselli, il dott. Giuliano Simonelli, Presidente POLI.Design, Alan Zhong , docente alla Tsinghua University, una delle principali strutture impegnata nei rapporti commerciali tra la Cina e l'occidente. Presenti anche Keith Zhang, chaierman del Global Cultural & Touristic Industrial Alliance e Hu Min, vice presidente della Warner China Film Hg Corporation. Nell’occasione è stato premiato lo stilista Maurizio Pecoraro, che ha avuto modo di mostrare la sua splendida collezione donna.

   

Milano, 24 settembre 2016    testo e foto©ArmandoMelocchi

 

Costituzione: la riforma alla prova del voto


In sala Buzzati del Corriere Della Sera ieri 20 Settembre 2016 si è svolto il dialogo tra il Ministro Maria Elena Boschi e Valerio Onida . Conferenza condotta da Antonio Polito. Presenti in sala molti affezionati delle conferenze che si tengono nella sede Milanese molto prestigiosa. Un dialogo che alla fine è sembrato sterile, Onida è sembrato quasi del tutto consenziente alle domande rivolte al Ministro di bello aspetto. Una riforma che porterebbe si ad una riduzione dei senatori , ma niente di più . Forse il momento più saliente è stato quando Onida è sembrato opporsi alle parole della Boschi dicendo che conta la qualità delle riforme che verranno attuate e non la riduzione dei parlamentari. Nella foto un momento della conferenza alla quale come in questi ultimi tempi non hanno fatto fare domande dal pubblico.

Milano, 21 settembre 2016                 Achille Guzzardella  

 

Monza:  Molinari trionfa all'Open di Golf


 

Molinari per la seconda volta consecutiva si aggiudica la gara di golf più prestigiosa tenutasi al Parco di Monza ,vicino all'autodromo. Molinari sempre intesta fin dall'inizio, ha saputo anche oggi con grinta e fermezza, resistere ai suoi rivali ed il 73° Open è suo, e sono suoi anche i 500000,00 euro del primo classificato. Alla premiazione era presente il Presidente della regione Lombardia  Maroni. Nelle foto : un momento della premiazione e il sottoscritto con il cantante Mal anch'egli all'Open.

Milano, 18 settembre 2016                    Achille Guzzardella 

73° OPEN D'ITALIA DI GOLF




Anche oggi, 17 Settembre 2016, una bella giornata al Parco di Monza, vicino all'autodromo, dove si sta svolgendo il 73° Open D'Italia di Golf.
In gara ben 156 partecipanti, con ammissione di 65 professionisti alla finale e alcuni dei migliori dilettanti classificati.
Un montepremi totale di 3000000,00 di euro. Al primo 500.000,00 euro.
Sponsor Mercedes, che omaggia una macchina al golfista che fa 'hole in one' nella buca 11, di molte centinaia di metri.
Nella foto il sottoscritto e family all'Open.


Milano, 17 settembre 2016                        Achille Guzzardella 

Un nuovo illuminismo – l’intelligenza artificiale può aiutare?

  

Quando l’intelligenza artificiale sarà sviluppata completamente, questo potrebbe significare la fine dell’umanità” ha detto Stephen Hawking in un’intervista sulla crescente capacità dei robot. Infatti, la grande parte della gente pensa proprio così. Nei giorni di Alpbach sulla tecnologia il tema della digitalizzazione e dei robot è stato visto da diversi lati.

Dopo una discussione dei politici sulla ricerca in Austria esperti internazionali, anche dagli Stati Uniti hanno parlato sulla cyber-security – la sicurezza di reti d’informazioni – e le più recenti minacce poste dalla criminalità informatica. Sembra che nel futuro le istituzioni degli stati e le aziende devono spendere molto di più per garantire la sicurezza dei dati economici e privati. Il focus del discorso di Gerhard Eschelbeck (Google) è stato però lo sviluppo di nuovi algoritmi per l’interpretazione di “Big Data”. In quel ambiente uno deve anche menzionare l’incuria di una maggior parte della gente nella gestione dei propri dati nelle reti sociali. Insieme con i dati ufficiali, della sorveglianza sulle strade e di diversi altri fonti possono essere creati profili per qualunque cittadino.

Infine nei gruppi di lavoro (robotica e digitalizzazione) si è discusso la realtà già esistente nella ricerca di adesso e le prospettive per il futuro. Sistemi di autoapprendimento potrebbero fornire molte opere nel prossimo futuro, perora esercitato da persone. Nel settore bancario questo sviluppo può essere osservato già adesso, e i sistemi nell’industria fanno vedere le enormi possibilità di domani. Non è ancora presente nel pubblico e la nostra società sembra non perfettamente preparata per il cambiamento causato di queste nuove tecniche. Scienza ha fatto enormi progressi fin dall’età dell’illuminismo e hanno preparato la rivoluzione industriale. I nostri tempi però sono molto più complessi e nello stesso tempo ci stiamo avvicinando ai limiti della crescita sfrenata. Quali ruoli assumono i computer e i robot in futuro e cosa remane per l’uomo? Che tipo di formazione servirà la generazione futura? Il Parere unanime dei partecipanti era che questi problemi nelle società sono discussi troppo poco.

In parallelo le università di Austria e della Svizzera hanno presentato i suoi progetti più avanzati per esempio nel settore della medicina e dell’archeologia virtuale. Ma la massima attenzione ha trovato una costruzione degli studenti, un braccio robotico, che ha disegnato ritratti dei presenti utilizzando una macchina fotografica.

Nel complesso è possibile determinare che le discussioni di tecnologia di quest’anno ad Alpbach sono state particolarmente interessanti e hanno attirato un gran numero di ascoltatori.


Hall in Tirol (Austria), 15 settembre 2016    Eva Lichtenberger

 

Alpbach 2016 : „Un nuovo illuminismo”

 

Quest’anno il Foro Europeo di Alpbach ha scelto come motto “Un nuovo illuminismo” per due settimane di discussioni sul futuro dell’Europa e la digitalizzazione. Gruppi di esperti, politici e studenti di tutta l’Europa hanno discusso quel motto sotto diversi punti di vista come la legge, l’economia, le nuove tecnologie, l’università.

Nel suo discorso introduttivo il presidente del Forum Alpbach, l’ex-commissario dell’Unione Europeo ha parlato l’importanza degli aspetti etici del processo decisionale in favore o contro nuove tecnologie. Quando si osservano l’odio e la radicalizzazione nell’internet, si capisce subito la necessità di decisioni della società sui confini della libertà di espressione. Questa limitazione deve essere fatto con grande cura e su una base etica. Le tecnologie emergente come per esempio i nano-materiali, l’organ-printing, o il emotion-tracking richiedono decisioni fondamentali della società. Gli effetti collaterali di questi nuovi sviluppi possono essere gravi e dannosi – o anche positivo. Non si può lasciare queste decisioni al mercato libero.

L’età dell’illuminismo era senza dubbio una precondizione per il progresso tecnico e industriale. Cui principi continuano a dominare il nostro pensiero. Tuttavia si può osservare che aumenta l’irrazionalismo, sia nella vita quotidiana, sia nei discorsi politici. Si potrebbe ricordare Immanuel Kant e suo famoso detto “dell’uscita dell’uomo dallo stato di minorità che egli deve imputare a se stesso” che ci ricorda del nostro dovere di emanciparsi da qualsiasi tipo di dipendenza e superstizione. Per i nostri tempi potrebbe intendere il ripasso delle nuove credenze e ideologie. Per questo compito la tecnologia può aiutare, perché l’accesso libero alla totalità della conoscenza da tutte le possibilità di sfidare ogni informazione o teoria. In politica economica la crisi degli ultimi anni ci mostra che abbiamo bisogno di controllare anche le teorie prevalenti – il neoliberalismo e i concetti circa il ruolo dello stato. Per questo ragione il presidio del Forum Alpbach ha invitato una dei più controversi esperti del settore.

Mariana Mazzucato, una professoressa dell’economia d'innovazione all’Università di Sussex, è nata a Roma e vive in Inghilterra. Ad Alpbach faceva discutere – dava una presentazione ben accolta e citata spesso nelle discussioni dei prossimi giorni. Usava l’esempio dello smartphone per illustrare il fatto com'è alta la contribuzione delle istituzioni statali nella ricerca, su cui non se ne parla quasi mai. La Mazzucato si terminò con l’affermazione per una nuova teoria del ruolo dello stato nella società e nell’economia e per una nuova forma del capitalismo che deve sostenere la società.

Non si è discusso solo sulla teoria – la sera i temi sono stati il Brexit e le conseguenze per l’Europa. La professoressa Catherine Barnard (Università di Cambridge) ha spiegato i motivi irrazionali che avevano influenzato il referendum – che in realtà non hanno avuto a che fare con l’’Europa ma con le paure della classe media di perdere economicamente a causa della globalizzazione. Ministro Sandro Gozi dell’Italia invece ha sostenuto che l’Europa deve cambiare per riconquistare fiducia della gente e suo collega tedesco Michael Roth ha parlato della mancanza di solidarietà tra gli stati Europei. Anche la situazione attuale in Turchia e la digitalizzazione con i suoi effetti per l’economia Europea hanno trovato molto interesse.

In somma – i discorsi politici ad Alpbach die quest’anno hanno avuto molto successo – le sale erano sempre strapiene e le discussioni con il pubblico sono state fatte con molta emozione.

Fotografia: Ministro Gozi, Italia, Professore Catherine Bernard, Inghilterra, Segretario di Stato Michael Roth, Germania

Hall in Tirol (Austria), 5 settembre 2016    Eva Lichtenberger


Gino Bramieri,  mostra all'Incoronata

Oggi 28 aprile a Milano in corso Garibaldi nel salone della Parrocchia Dell'Incoronata si è inaugurata una mostra fotografica sull'indimenticabile Gino Bramieri, scomparso vent'anni fa.
Una bella raccolta di immagini sui vari momenti di vita del grande comico milanese. Il Ginone nazionale, come molti lo chiamavano,  ha caratterizzato il teatro comico e la televisione con i  Varietà per molti anni. Un abile dicitore di barzellette. Un personaggio che è rimasto nei pensieri di tanta gente, un uomo che aveva il raro dono di donare con la sua comicità e la sua ironia momenti di felicità al suo prossimo. Un grande come Totò, Walter Chiari a e pochi altri. La mostra va vista.




Milano, 28 aprile 2016           Achille Guzzardella 


I "SALOTTI del GUSTO"


 

Nella magnifica cornice del Park Hyatt Hotel di Milano, è stata presentata la rassegna di alta enogastronomia “ Salotti del Gusto”, che si terrà presso ambite location .

Presenti alla serata numerosi personalità del mondo dello spettacolo.

Per saperne di più http://www.salottidelgusto.com/

Milano, 24 aprile 2016




BUON COMPLEANNO MAESTRO!



Sabato 19 marzo, in occasione del compleanno del Maestro Gualtiero Marchesi, è stato presentato, presso la libreria Hoepli di Milano, il libro “Gualtiero Marchesi/ OPERE, WORKS”.

Il libro di piatti e non di tecniche o di ricette, fa appello alle immagini, alla composizione all'idea. Dietro ognuno dei piatti presentati nel volume, edito da Cinquesensi editore, c'è un pensiero e una ispirazione legata a un oggetto, un libro, un incontro. Secondo il pensiero del Grande Chef Marchesi, la cucina come la musica è fatta di compositori ed esecutori. I centotrentatre piatti che presenta sono il catalogo di una vita in cui il Maestro ha cercato di andare oltre il soddisfacimento dell'appetito, l'interesse o l'esibizione. Piatti che tengono sempre in considerazione il problema sia della salute che dell'estetica. Con questo libro Marchesi augura ai propri lettori, visto le bellissime fotografie, oltre a buona lettura anche buon appetito e buona visione.

Dopo la presentazione, una breve passeggiata ha permesso, Gualtiero Marchesi insieme ai pochi fortunati invitati, tra cui amici e giornalisti, di raggiungere il Suo ristorante "Il Marchesino" in Piazza della Scala. Qui si è festeggiato gli 86 anni, splendidamente portati, del Maestro.

Milano, 20 marzo 2016     Agostino Guzzardella




Domenica Delle Palme primo giorno di Primavera


Oggi, primo giorno di Primavera, in Duomo a Milano si è svolta alle ore 10,30 la tradizionale processione della Domenica Delle Palme . un lungo corteo ha seguito  sua Eminenza Cardinale Angelo Scola che si portava dalla porta centrale del Duomo alla'apside esterna della Cattedrale davanti all'entrata della chiesetta intitolata a Santa Maria, da dove Angelo Scola ha impartito la Benedizione.  Il Cardinale con il lungo seguito di molti prelati della città , diverse autorità  e la gente ha fatto ritorno in Cattedrale per la Santa Messa. Nella foto un momento della processione.

Milano, 20 marzo 2016                                                       Achille Guzzardella