HOME PAGE                                

                                                                                                                                                                    

    
    

Bonalumi a Palazzo Reale

 

Fino al 30 Settembre 2018 sarà visibile al pubblico gratuitamente la mostra su Bonalumi. Una rassegna ben collocata delle sue forme colorate e dei suoi volumi particolari. In mostra anche due bronzi. Opere rigorosamente eseguite e precise, belle per gli amanti di questo tipo d'arte un po tantino fredda dove l'uomo sembra non esistere più. Ma ormai tutto e' cosi, nella maggior parte delle esposizioni di arte contemporanea , quello che sono i valori dell'uomo, i sentimenti, gli atti e le azioni umane sembrano non esistere piu'. Tutto sembra essersi raffreddato, rigore e rigore di forma, colore e colore non certo composto e mescolato. Tutto e'improntato al designer, al minimalismo di ambienti asettici e freddi. L'uomo con i suoi problemi non c'e' non interessa. Bonalumi comunque rimane una pietra migliare del suo tempo. Quello che consiglio ai giovani e'di certo di non imitarlo. I traguardi e questo tipo di traguardi sono stati gia'raggiunti. Nella foto chi scrive e alcune opere in mostra.

  

Milano, 17 Luglio 2018   Achille Guzzardella

Libro sulla Wittgens a Brera

     

Presentato nel Salone della Passione a Brera oggi 11 Luglio 2018 il bel libro curato da Giovanna Ginex:" Sono Fernanda Wittgens una vita dedicata a Brera". Alla presentazione anche il direttore della Pinacoteca di Brera e della Braidense James Bradburne, Aldo bassetti, Matteo Ceriana e Laura Mattioli. La Fernanda Wittgens ( 1903-1957) è stata la prima direttrice donna di Brera . Un folto pubblico ha gremito il salone per tutto il tempo della presentazione  sopportando anche il caldo asfissiante non essendoci l'aria condizionata  e non essendoci finestre. Ho rivisto conoscenti e amici tra i quali Carlo Bertelli, Elena Pontiggia e diverse allieve della Ginex e di vari Storici Dell'arte scomparsi da tempo e conosciuto il grafico pubblicista Massimo Dradi e la moglie Annamaria Travagliati. Nella foto chi scrive alla fine della presentazione con Giovanna Ginex e  con James Bradburne .

Milano, 11 Luglio 2018        Achille Guzzardella

Pino Pinelli a Palazzo Reale

          

 Nel secondo pomeriggio di oggi 10 luglio 2018 si e' inaugurata la mostra che si doveva aprire ieri e rimandata a oggi per il fatto luttuoso successo dell'assistente di Bonalumi deceduto per una caduta durante l'allestimento della prossima mostra che verrà inaugurata il giorno 12. La mostra di stasera si e' presentata vuota, pochissimi gli intervenuti, praticamente una inaugurazione ufficiale non si e'svolto. Mi sono ritrovato a commentare le installazioni colorate del Pinelli con Nicoletti giovane critico. Questi lavori colorati certo non mi entusiasmano, sono comunque rigorosi ed eseguiti con precisione e compostezza di collocazione sulle pareti. Un atmosfera di forme geometriche e colori che rendono gli ambienti freddi e innaturali. Pinelli un precursore forse del minimalismo ma preferisco i suoi lavori grigi e più architettonici, come studi. Nelle foto chi scrive con il Nicoletti e alcuni lavori di Pino Pinelli.

 

            

Milano, 10 Luglio 2018   Achille Guzzardella

Nuove immagini Nuovi segni

Presentato a Milano in Casa Boschi Di Stefani il 27 Giugno 2018 il catalogo della mostra , da poco terminata, tenuta nel comune di Segrate su alcune opere della collezione Museale della Permanente. Tra le opere in mostra è riprodotte in catalogo lavori di alcuni artisti del Realismo Esistenziale tra i quali Guerreschi Romagnoni, Ceretti, Banchieri e Vaglieri.Ma anche opere di amici recentemente scomparsi come Ghinzani,Vago e Piero Leddi. Nella foto chi scrive con Umberto Mariani, uno degli artisti che espone presente alla presentazione

 

Milano, 7 Luglio 2018    Achille Guzzardella

Mostra allo Spazio Annunciata.

 

A Milano in via Signorelli allo Spazio Annunciata dei Grossetti, si è in augurata oggi 5 Luglio 2018 una bella mostra con dipinti di amici artisti tra i quali Raciti, Baratella, e altri scomparsi come Vago,Bertini, Agenore Fabbri . Una esposizione da non perdere. Nella foto chi scrive e alcune opere in mostra.

             

Milano, 5 Luglio 2018     Achille Guzzardella

Alle Gallerie D'Italia il Nuovo Rinascimento

 

Nell' ambito della Milanesiana, la serie di  manifestazioni artistiche culturali organizzate da Elisabetta Sgarbi, stamattina 4 Luglio 2018 grande Chermesse alle Gallerie d'Italia in Piazza Della Scala a proposito del Nuovo Rinascimento. Oltre Vittorio S. hanno parlato  una serie di personaggi tra i quali il premio Nobel 2000 per la letteratura Gao Xingjian che ha scritto proprio il libro : "Per un nuovo Rinascimento". Gli interventi di fronte a un numerosissimo pubblico sono andati avanti fino a quasi le ore 14 con la bella esposizione di Vittorio sgarbi che si è soffermato con particolare nota di fronte alla diapositiva che proiettava il Cristo risorto di Piero della Francesca. A conclusione della conferenza   un breve  concerto per violino. Nella foto chi scrive con Vittorio Sgarbi, Elisabetta Sgarbi e il Premio Nobel Gao Xingjian alla fine della manifestazione.

Milano, 4 Luglio 2018                   Achille Guzzardella

Alik Cavaliere a Palazzo Reale

 

Inaugurata a Palazzo Reale di Milano nella Sala delle Cariatidi la mostra su Alik Cavaliere oggi 26 Giugno 2018, scultore morto nel 1998, che conobbi molti anni fa e ritrassi nel 1993. Ĺa mostra e'anche dislocata in vari sedi milanesi come il museo del '900 e le Gallerie d'Italia,ecc,ma il nucleo più significativo è nell'allestimento di Palazzo Reale. Alik Cavaliere insegnò per molti anni all'Accademia di Belle Arti di Brera dove fu anche assistente di Marino Marini. Una mostra da non perdere. Nelle foto chi scrive all'inaugurazione con amici artisti e appassionati e la moglie di Alik.

    

Milano 26 Giugno 2018 Achille Guzzardella

La collezioni dei fratelli Agrati

A Milano alle Gallerie d'Italia e'visibile fino al 19 Agosto 2018 la mostra sulle opere collezionate dai fratelli Agrati.
In mostra opere di Melotti, Fontana, Burri, ma anche Kline, Christo, Pascali e tanti altri esponenti dell'arte Italiana, Europea e d'oltre oceano degli anni '60, '70 e '80. Una mostra da non perdere. Nella foto chi scrive e alcune opere esposte.

Milano, 19 Giugno 2018    Achille Guzzardella

Alvaro alla San Carlo da De Magistris

 

Bella mostra quella dell'amico Alvaro Occhipinti alla Galleria  San Carlo del Gallerista De Magistris a Milano in via Sant' Agnese. L'esposizione inaugurata nel secondo pomeriggio di oggi 24 Maggio 2018  e visibile fino al 23 Giugno, presenta quadri di diversi periodi del pittore Siciliano nato a Messina nel 1938. Oli e acrilici con toni di colori equilibrati. Una pittura segnica, non a caso la maggior parte dei dipinti si intitola: "Confini provvisori dei segni "Alvaro con la maggior parte delle opere esposte ci dona quiete e calma. Immagini che sembrano venire da tempi lontani richiamanti anche un certo arcaicismo sud Americano. Un mondo fatto di pace quello di Alvaro, come quello della sua terra in tempi lontani. Alla mostra di oggi tanti amici dell'artista, pittori, scultori il mondo di MIlano dei superstiti, presenti gli amici: Togo, Ortoleva, Miano Di Gennaro,chi scrive, Campus e altri. Nella foto alcuni momenti dell'inaugurazione, chi scrive con Alvaro, De Magistris, Ortoleva,Togo, Lucia Pescador  ecc. Per l'occasione è stato realizzato un catalogo esauriente sui dipinti di Alvaro.

Milano, 24 Maggio 2018     Achille Guzzardella


Concerto in San Marco di Fortis e Remigi.

  

Nella serata del 15 maggio 2018 si e'svolto nella Basilica di San Marco a Milano un concerto voluto e patrocinato dal Rotary Club Monforte Milano- Amici della Lirica.Tra i vari cantanti che hanno preso parte alla serata si sono esibiti due artisti storici della Milano anni '70-80 ma ancora oggi sulla cresta dell'onda: Alberto Fortis e Memo Remigi. Cantanti, autori, e musiche radicalmente diverse ma pregnanti di Italianita' che ci hanno fatto riportare a momenti sicuramente di maggior creatività ' e coerenza musicale. Nelle foto chi scrive con Alberto Fortis e Memo Remigi.

 Milano, 15 Maggio 2018    Achille Guzzardella

Una Madonna con bambino a Clermont Ferrand

     

Durante la visita della città Francese di Clermont Ferrand nella bella chiesa  di Notre Dame de Grece nella giornata del 12 Maggio 2018 mi sono soffermato a lungo ad ammirare l'originale in cotto policromo con dorature  della Madonna e bambino collocata nella chiesa. Della stessa ne esiste una copia  all'esterno del lato sinistro della cattedrale della città. Quello che colpisce di questa scultura del XIV secolo è la grande consapevolezza che traspare dall'espressione  dei volti. Le due  espressioni che io definirei celestiali conferiscono all'osservatore sicurezza e serenità, la madonna è illuminata e irradiata dal pensiero sublime del figlio. Il mio consiglio ai prossimi visitatori di Clermond Ferrand è di non perdere la visione di questa scultura.
Nelle foto chi scrive davanti alla facciata della chiesa e la bellissima opera in cotto policromo. 

Milano, 14 Maggio 1018                               Achille Guzzardella    

Visita alla Michelin

          

Una mattinata simpatica a Clermont Ferrand quella di oggi 12 Maggio 2018 per la visita al Museo della Michelin. La famosa ditta dei pneumatici adottati in tutto il mondo. Il museo presenta la storia completa e la nascita della famosa ditta con i primi esperimenti e gli ultimi ritrovati. Dall'invenzione della camera d'aria al progetto dell'ultima ruota riproducibile in tre D. Biciclette, tricicli, macchine, automobili, moto, aerei sono in mostra ovviamente con tante gomme e il pupazzo Michelin simbolo dell'operato dei due fratelli Michelin e della ditta che e'ancora a conduzione famigliare. Una visita vale sempre la pena per chi viene a Clermont Ferrand. Nelle foto chi scrive e alcune immagini.

      

Clermont Ferrand, 12 Maggio 2018    Achille Guzzardelĺa

Philippe Kaeppelin all'Hotel Lettetario Alexandre Vialatte di Clermont Ferrand

         

Alcune opere del famoso bestiario dello scultore francese classe 1918, Philippe Kaeppelin sono in mostra nel bel hotel dedicato allo scrittore Alexandre Vialatte. Quest'ultimo presentò  il bravo scultore anni orsono in uno dei suoi cataloghi intitolato "Bestiaire". Uccelli, rinoceronti, pesci, animali fantastici, realtà e fantasia di un 'artista che ha ben assimilato la lezione di Picasso e di tanta altra scultura della prima parte del '900 francese. Se qualcuno ha l'occasione di venire a Clermont Ferrand una capatina nell'hotel letterario può essere piacevole per vedere delle opere in bronzo e lamiera dorata simpatiche e originali. Nelle foto alcune opere esposte e tratte dal catalogo.

Clermont Ferrand, 12 Maggio 2018    Achille Guzzardella

Ajmone alla fondazione di "Corrente"

   

Oggi 8 Maggio 2018 si e'in augurata la bella mostra a Milano in via Carlo Porta 5 su Giuseppe Ajmone-Gli amici di Corrente e il Manifesto del Realismo. Una esposizione molto interessante con le prime opere del 1942 e 44 come "ragazza con la chitarra del 1942 o "nuno sulla sedia" o "ritratto di vecchia" o "composizione n.6 " del '44 o "LIanto por Ignacio Sanchez Mejias"del '45, e altri dipinti e disegni dei periodi piu'significativi dell'attività del pittore nato a Carpignano Sesia nel 1923. La mostra sarà visitabile fino al 12 Luglio. Nelle foto alcune opere in mostra è chi scrive con i coniugi Meneghetti e la figlia dell'artista Natalia.


                                           
Milano, 8 Maggio 2018      Achille Guzzardella

Tettamanti alla Bocconi

  

Inaugurata stasera 7 Maggio 2018 la mostra sui dipinti di Ampelio Tettamanti all' Univetsità Bocconi a Milano. Alcune opere in mostra del primo periodo dell'artista scomparso nel 1960, e diversi dipinti detti "grovigli" realizzati nell'ultimo anno di vita del pittore sono esposti. Una mostra interessante presentata da Elena Pontiggia. Belli e originali i grovigli, ma il Tettamanti più interessante, il più vero è quello dei contadini del popolo, del lavoro del periodo vicino a "Corrente", come ricordavano spesso con i loro scritti sia Raffaellino de Gradara sia Mario De Micheli Nelle foto chi scrive con la figlia Silvana di Amelio Tettamanti e poi con Luciano Bocchioli, e alcune opere in mostra è l'autoritratto dell'artista.

       

 Milano, 7 Maggio 2018     Achille Guzzardella

MUSEO POLDI PEZZOLI:  "L’arte di essere fragile"     (dal 19 al 14/5/18)

In occasione del Salone del Mobile, la Staatliche Porzellan-Manufaktur Meissen presenta al Museo Poldi Pezzoli oltre tre secoli della sua produzione nell’esposizione L’arte di essere fragile.

In mostra porcellane d’epoca del Museo della Fondazione Meissen, opere d’arte, nuovi design ed eleganti servizi da tavola della Manifattura.

Tra le opere esposte, quelle dell’artista americana Chris Antemann, nota per le sue moderne interpretazioni delle figurine di porcellana del Settecento: personaggi, motivi e scenari si fondono l’uno con l’altro, dando vita a un linguaggio caratteristico e forte che racconta di riti, modi e tabù domestici.

Cene suntuose, pic nic e giardini fioriti sono gli sfondi scelti da Chris Antemann per ambientare le sue scenette rivelatrici, rivisitando così in chiave contemporanea motivi classici e romantici

In mostra anche la famosa “Affenkapelle” (Orchestra delle scimmie) prodotta nel 1753 dal più importante modellatore di Meissen, Johann Joachim Kaendler, è la vera sintesi dell’artigianato artistico: le ventuno scimmiette dai colori vivaci che suonano con entusiasmo sono capolavori di scultura di piccolo formato del Rococò tedesco.

Tre le opere esposte, il vaso “Fishes” a disegni blu di Otto Eduard Voigt e il piatto “Ocean Fish” illustrano le possibilità aperte alla manifattura dalla pittura sotto vernice.

La cultura della tavola di Meissen propone, invece, il servizio adatto ad ogni occasione.

Il servizio più suntuoso di tutti i tempi è il settecentesco “Swan Service” che comprende più di 2200 pezzi modellati in rilievo con un paio di cigni che nuotano tra le canne.

Il complesso bocciolo di camelia della moderna decorazione “Royal Blossom” ricorda il più romantico aneddoto associato alla porcellana in cui Re Augusto III dona il delicato ornamento floreale in “oro Bianco” al suo grande amore Maria Giuseppa d’Austria. Per maggiori informazioni:  www.museopoldipezzoli.it

Milano, 26 aprile 2018

 

Una chiacchiera con Paladino

Nel pomeriggio di oggi ero a Brera e passeggiando davanti allo storico palazzo ho incontrato Mimmo Paladino. Un saluto, il ricordo di quando ci conoscemmo tempo fa ad una mostra allo spazio San Fedele e poi in tempi recenti alla sua mostra a Palazzo Reale, quando fece la sua installazione con la montagna di sale e i suoi cavalli in piazzetta reale. Oggi Mimmo mi ha presentato la moglie che non conoscevo e abbiamo ricordato Napoli,i progressi di questa grande e meravigliosa città. Ho parlato loro di piazza Monte Oliveto dove e'posta una lapide a ricordo del martire scrittore Angelo Santilli, (avo da parte di madre di chi scrive) trucidato con uno dei suoi fratelli dai soldati Borbonici durante i moti di Guglielmo Pepe nel 48 ; si e'parlato di Brera e del Liceo di Brera Dove Mimmo ha insegnato i primi anni ottanta e dove allora io insegnavo pure, ma ai quei tempi non ci conoscevamo', quando preside dopo Ermanno Zoffili era stato Staccioli, tutti e due scomparsi, il primo qualche anno fa, il secondo qualche mese fa. Gli ho rammentato a Paladino di una sua bella e grande acquaforte che possiedo, una delle sue prime, quando Paladino stampava da Giorgio Upiglio, e che conservo come uno dei suoi più bei lavori di incisione. In poco tempo ci siamo detti molte cose, poi un saluto e arrivederci. Nella foto l'incontro di oggi pomeriggio .

Milano, 24 Aprile 2018    Achille Guzzardella

 

Sempre peggio "scritto per i quotidiani "

Leggere i quotidiani come Il Corriere della Sera e Repubblica può come da ormai qualche anno lasciare dell'amaro in bocca e creare sconcerto e tristezza. La cultura, la morale si sta perdendo sempre più. Degli esempi della politica e del modo con cui viene portata avanti e'meglio non parlarne. La gente, il popolo e gli uomini di cultura si sono abituati in questi ultimi anni a sopportare di tutto, nessuno protesta più, tutto sembra andare bene. Tutto è mercato e speculazione, interesse della grande distribuzione e dei grandi ricchi, i veri potenti nel mondo. I giornali vivono facendo l'interesse delle grandi proprietà. Pubblicità assurde come per esempio quelle per la Benetton di Oliviero Toscani: una pagina sul Corriere quasi tutti i giorni con foto sue che lo riproducono da solo o in compagnia dei suoi famigliari, o con neonati, bambini di varie etnie o animali, o foto di anoressiche, tutto e'uso e consumo e scombussolamento, e' provocazione, tutto si giustifica per l'interesse di un marchio,di una impresa. Per non parlare della moda, un nudo rigorosamente maschile ogni tre pagine del giornale, oppure del design: sembra che gli Italiani siano diventati tutti dei disegnatori di tavoli e suppellettili. Personalmente la pagina n.25 del Corriere della Sera di ieri 23 Aprile 2018 è ripugnante, mera speculazione di una finta arte che ha toccato il fondo proponendo un personaggio voluto dal mercato, quello di Maurizio Cattelan. Cattelan questo giovane portato avanti dal mercato con le sue strambellerie che pensa o dice di pensare i suoi oggetti e le sue trovate. Arte effimera come quella di Pistoletto, creatore di meschinità ingombranti, assurde e prive di esteticità appagante, fino a quelle di Arnaldo Pomodoro, artista ormai in declino con una ricerca finita da tanti anni.
Tre artisti che io definisco le piaghe viventi della povera arte italiana, ognuna per le sue ragioni. Una pagina su ognuno di questi tre personaggi maggiormente osannati in questi anni , viene pubblicata quasi mensilmente sul quotidiano più noto d'Italia e altre volte su Repubblica e in altri giornali e inserti. Non so se queste pagine del Corriere siano pagate dai mercanti o dagli stessi artisti come le pubblicità, o siano gli obbiettivi culturali e artistici massimi del Corriere della Sera o di Repubblica che danno questo spazio continuo, che e' diventato negli ultimi anni duraturo e indistruttibile, a questi signori intrisi di presunzione e venditori di fumo, pensando che siano l'espressione della massima cultura artistica vivente. La realtà è che questo tipo d'informazione artistica sottoculturale è diventata noiosa e insulsa anche per chi ci crede. Corriere della Sera, Repubblica, che qualche volta pubblicate qualche articolo di fondo veramente interessante sulla Storia e sulla Storia dell'Arte del passato, finitela di far scrivere strambellerie a qualche giornalista sprovveduto e cercate di pubblicare articoli su veri artisti e fare una cultura più dignitosa e meno prezzolata. Direttori di quotidiani , cercate chi sa fare tra i giovani e riportate alla cronaca molti artisti bravi dimenticati che non godono dell'interesse di qualche mercante, e non servite solo il potere. La vera cultura,la vera arte non dipendono dall'economia, fanno parte dei valori profondi dell'uomo. Cercate di dare qualche speranza ai giovani e porre un pò di rimedio all'arte e alla cultura da anni in declino.

Milano, 24 Aprile 2018     Achille Guzzardella

Franco Mazzucchelli: Andata e ritorno



Ultimi giorni per poter vedere l'installazione di Franco Mazzucchelli  che parte da via Ferrante Aporti e finisce in via Gluck. Uno dei suoi particolari gonfiabili che sembrano inoltrarsi nel terreno e estendersi sotto terra fino ad emergere e finire lo sviluppo in via Gluck. Mazzucchelli è in mostra con le sue opere al Museo del Novecento. Nella foto il gonfiabile che emerge in via Gluch.

 

 

Milano, 22 Aprile 2018                          Achille Guzzardella  


Brera in vendita

  

E'iniziata la kermesse del fuorisalone, e anche Brera da vari anni come altre istituzioni milanesi affitta e mette a disposizione alcuni suoi spazi dell'Accademia, incominciando dal bel cortile con al suo centro il Napoleone Canoviano, agli imprenditori del designer.Il fatto fa perdere di dignita' sia dal punto di vista morale alla citta' ma anche dal punto di vista estetico rendendo ridicolo un luogo unico, collocando installazioni di gusto dubbio e ingombranti.Per non parlare della così detta opera scultorea ( un 'attrazione da Luna Park nei migliori dei casi) che ogni anno viene collocata all'esterno per destare curiosita'ai passanti e ad invitare ad entrare nel bel palazzo. Il fatto non sarebbe cosi' gravissimo se questa trasformazione di parte dello storico palazzo e dei sui cortili avvenisse solo nell'occasione di questi giorni di scombussolamento generale delle Universita,di alcune piazze',di luoghi come il Castello Sforzesco, della Permanente,della Triennale ecc.ecc. Mi e'capitato andando in Accademia per recarmi in pinacoteca o alla Braidense che in varie occasioni dell'anno varie sale o parti del Palazzo sono sede di promozioni a carattere commerciale che poca attinenza hanno con il luogo che dovrebbe essere uno delle maggiori luoghi dove si insegna e si parla d'arte in Italia. Questa breve mia osservazione vuole essere un piccolo esempio dei tempi tristi in cui viviamo dove la mercificazione ha preso il sopravvento e anche i preti e i Parroci affittano gli oratori e addirittura le sacrestia. Non mi voglio dilungare, gli esempi a Milano sarebbero molti.Nelle foto due della oscenita' in Accademia di Brera di questi giorni.

Milano, 17 Aprile 2018    Achille Guzzardella

Post Zang Tumb Tuuum: una mostra sul Futurismo alla Fondazione Prada di Milano

    

È di particolare interesse la mostra denominata "Post Zang Tumb Tuuum Art Life Politics: Italia 1918-1943", allestita fino a giugno alla Fondazione Prada e curata da Germano Celant. Il periodo Futurista tra le guerre (1918-1943) è messo in risalto con una quantità ingente di documenti, dipinti, manifesti, sculture e filmati che ripercorrono un periodo importante della difficile vita politica italiana di quei 25 anni. Il visitatore ripercorre l'avvento del fascismo e il bisogno di un'espressione artistica moderna, quella che partendo da Filippo Tommaso Marinetti - inventore del Futurismo nel primo decennio del Novecento e responsabile del Partito Politico Futurista- passa poi per importanti artisti quali Umberto Boccioni, Fortunato Depero, Tullio D'Albisola, Felice Casorati, Mario Sironi, Carlo Carrà, Giorgio De Chirico, Giorgio Morandi, - solo per evidenziarne alcuni - per arrivare quindi al linguaggio architettonico dei Sant'Elia, Muzio, Portaluppi, Del Bebbio, Piacentini, ecc. e quello scultoreo con opere di Adolfo Wildt, Arturo Martini e altri. I lavori di questi artisti, alcuni splendidi e imperdibili, si snodano in numerose sale che riproducono ambientazioni di mostre avvenute in quegli anni, anni che, malgrado la tragedia della dittatura fascista, segnano una vitalità artistica non indifferente e soprattutto ricca di contenuti. I contesti temporali ed ambientali esplicitati attraverso documenti e fotografie, sono stati rilevati in modo attento e preciso e la quantità di reperti artistici in mostra è tale da richiedere ai visitatori un consistente tempo utile per un'assimilazione esaustiva. Numerose proiezioni e filmati, alcuni dell'Istituto Luce, completano in modo significativo una mostra degna di essere visitata da un ingente numero di fruitori. Per la qualità espressa complessivamente nel bellissimo allestimento storico ed artistico consigliamo di non perdere l'occasione per un'accurata visita alla Fondazione Prada. Da non perdere. Fondazione Prada, Largo Isarco 2 . Per informazioni t. 02 56662612.

Milano, 6 Aprile 2018              Cesare Guzzardella 

 

Fabbrica del Vapore: Pasolini un ricordo
     

Inaugurata nel secondo pomeriggio di oggi 4 Aprile 2018 e visibile fino al 19 Aprile a Milano alla fabbrica del Vapore la mostra omaggio: "Pasolini, un ricordo". 46 opere di 46 artisti che hanno voluto ricordare con oli, tempere, disegni e tecniche miste il celebre poeta e scrittore scomparso tragicamente negli anni settanta. C
uratore della mostra  l'amico Renato Galbusera, docente per tanti anni al Liceo Artistico di Brera e poi all'Accademia  e dedito a conservare la memoria degli artisti del secondo Novecento e a promuovere le nuove leve dell'arte. In esposizione opere di amici, artisti maestri,altri consolidati nel panorama artistico milanese  e di giovani eventuali  promesse. Voglio citare qualche nome conosciuto e di sicuro livello come : Mino Ceretti, Umberto Mariani,  Paolo Baratella del quale pubblico l'opera esposta e poi amici quali : Gioxe De Micheli, Antonio Miano, Gianantonio Gennari, Renato Galbusera, Maria Jannelli, Pino di Gennaro,Claudio Zanini, Luciano Gatti,  Giovanni Rubino,  Stefano Pizzi ecc. Presenti all'inaugurazione molti affezionati ed estimatori tra i quali Giorgio Seveso, Francesca Pensa, e tanti altri. Una mostra da non perdere e che omaggia un grande precursore con i suoi scritti anche di certi drammi della società d'oggi.
Nelle foto chi scrive con Renato Galbusera, e con gli amici:  Luciano Bocchioli, Riccardo Gramatica e Marzio Castagnedi e l'opera di Baratella.

 Milano, 4 Aprile 2018              Achille Guzzardella 

Ultimi giorni della Mostra "Caravaggio e i Caravaggeschi"

 

A Milano alle Gallerie di Italia in Piazza della Scala il 9 Aprile si chiuderà la bella mostra su Caravaggio e i Caravaggeschi. Un 'esposizione che ha riscosso un grande successo di pubblico. Rammento oltre al "Maritrio di Sant'Orsola" del Caravaggio le bellissime tele di Rubens, del Ribera, del Bastianello, dell' Assereto, di Berbardo Strozzi e  le piccole e grandi tele di  Giulio Cesare Procaccini. Nelle foto delle opere in mostra .

Milano, 2 Aprile 2018                                        Achille Guzzardella 

A Casa Carducci a Bologna

  
Il 9 Marzo 2018 ero a Bologna, ne ho approfittato per rivedere casa Carducci e il bellissimo monumento Bistolfiano al grande Poeta Abruzzese. IL monumento necessiterebbe di un restauro, è molto sporco, e andrebbe anche consolidato il terreno, esistono infatti delle crepe nel terreno che potrebbero danneggiare l'opera del Bistolfi. Ho rivisto con piacere l'abitazione di Carducci della sua ultima parte di vita in quel di Bologna, anche se il
Poeta abitò per diverso tempo a Bologna in Strada Maggiore. Tutto è rimasto quasi come un tempo, la bellissima e ricca biblioteca, le suppellettili, la sua stanza da letto con il letto tra altre due biblioteche, la stanza della moglie, il salottino  con i quadri, le onoreficenze. Le grandi tele che lo ritraggono del soggiorno, i busti in bronzo, in cotto e in gesso della sala della biblioteca grande, alcuni del primo periodo del secolo scorso altri donati come quello dello Scultore Napoletano Saverio Gatto in tempi più recenti. Per l'occasione ho voluto lasciare un mio disegno a china che ritrae il Poeta. Disegno voluto e molto apprezzato dalla direttrice e dai collaboratori di casa Carducci. Alla fine della mia visita sono rimasto contento di quelle due orette trascorse con i cimeli Carducciani, della lunga conversazione con la direttrice e con gli accompagnatori per la visita, ed anche che un mio lavoro rimanga nella casa del Poeta. Nelle foto chi scrive nella casa del Carducci, il disegno sopra citato e alcune opere.
                  

  Milano, 18 Marzo 2018                      Achille Guzzardella 

A Bologna un bel Tiarini



Giorni fa ero a Bologna, mi è capitato di essere nella Basilica di Santo Stefano e ammirare la bellissima tela di 2
07x137cm. di Alessandro Tiarini :  " San Martino resuscita un bambino. Tiarini, uno dei massimi esempi di pittore di Storie del '600 Bolognese coglie l'attimo del rinvenire alla vita del bambino con solo il cenno del movimento della mano del piccolo. Con il movimento della mano del piccolo l'autore costruisce  la scena e fa porre l'attenzione su tutte le mani dipinte nel quadro che sembrano in movimento  conferendo un incredibile stato alla scena di raccoglimento dei presenti per il miracolo che sta avvenendo e con la relazione tra le mani, i gesti e lo sguardo dei volti l'artista crea lo stato di stupore. Stupore che si riflette nell'attento spettatore. Un dipinto da ammiraree che vale da solo una gita a Bologna. Nella foto il quadro del Tiarini.


 Milano, 17 Marzo 2018         Achille Guzzardella

 

URBANART chiusura Mostra

Giovedì 15 Marzo 2018 si è chiusa la mostra dei soci Artisti della Permanente di Milano in concomitanza di una proiezione delle opere e di un intervista del pittore Luigi Stradella socio per tanti anni del vitalizio. Nella proiezione si è visto parlare dell'arte di Stradella anche lo scomparso Claudio Rizzi che è stato per anni il direttore Artistico della Permanente. Presente alla proiezione molti artisti e appassionati d'arte e Luigi Stradella, classe 1929 nella foto in compagnia di chi scrive. La mostra sociale ha riscosso un buon successo di pubblico.

 

Milano, 18 Marzo 2018 Achille Guzzardella


Urbanart ultimi giorni



 

           

Alla Permanente in via Turati  a Milano ultimi giorni per visitare l'esposizione di 150 opere degli artisti dell' antico sodalizio. La mostra chiuderà infatti Giovedi 15 Marzo nel tardo pomeriggio in concomitanza con la conferenza sull'arte del pittore Stradella. Con questa nota approfitto per segnalare alcuni dipinti esposti accomunati da una certa logica pittorica con variazioni segniche, di stesura di colore e di atmosfere spaziali delineate sulla tela se pur in maniera differente. Opere di Mario Bernardinello, G.M.Conrad,  Giulio Crisanti, Mariangela De Maria, Luisa Fontalba, Silvio Manzotti, Achille Guzzardella, Tano Santoro, Alberto Schiavi, Valentino Vago. Nella foto chi scrive con Tulio Pericoli in visita il 12 Marzo alla mostra, e le foto delle opere degli artisti menzionati. 



    
 

Milano, 13 Marzo 2018                              Achille Guzzardella

Franco Donatoni a Bologna

A Bologna al Conservatorio Martini, dove studio ' Giacomo Rossini, Sabato pomeriggio ci sara'una conferenza su e con brani di Franco Donatoni. Donatoni che chi scrive ricorda quando poso' alla fine degli anni '80 per il ritratto in creta,fuso poi in bronzo. Donatoni un compositore che ha dato molto alla musica contemporanea e che andrebbe ricordato ed eseguito in piu'sedi.Nelle foto la locandina su Donatoni e il sottoscritto all'entrata del Conservatorio
Bologna, 9 MARZO 2018   Achille Guzzardella


 

I Gonfiabili di Mazzucchelli al Museo del '900

 

Inaugurata nel pomeriggio di oggi 8 Marzo 2018 la mostra di Franco Mazzucchelli al Museo del '900 di Milano.L'artista, docente per tanti anni all'Accademia di Belle Arti di Brera di Mareriali sintetici ed  in pensione da diversi anni espone i lavori di vari decenni della sua attività artistica . In mostra alcuni gonfiabili veri e propri e poi un bellissimo percorso articolato della maggior parte delle sue installazioni. Viene proposto per l'occasione anche un simpatico filmato degli anni dell'inizio della attività del Mazzucchelli dove vengono fatti rotolare alcuni gonfiabili, come dei siluri, in mezzo al traffico cittadino. Alla esposizione , amici, colleghi e ex allievi del Mazzucchelli Nazionale. Nelle foto chi scrive e Franco Mazzucchelli e alcuni lavori in mostra visibili fino al 10 Giugno 2018


Milano,  3 Marzo 2018                           Achille Guzzardella

PERMANENTE:   Urbanart

       


Inaugurata stamattina 3 Marzo 2018 la mostra degli artisti contemporanei della Permanente di Milano . Un afflusso di pubblico che non si vedeva da anni per la inaugurazione della mostra sociale. E' sembrato di rivivere gli
anni settanta dell' antica istituzione Lombarda. Esposizione ben presentata dal Presidente Fiano e dai componenti della Commissione Artistica. Un catalogo prestigioso è stato edito per l'occasione. Una rassegna di più di 150 artisti, ed in esposizione in una saletta a parte anche otto opere degli otto soci  scomparsi ultimamente. Una mostra quella aperta oggi da vedere, con molti spunti e idee anche per i giovani studenti d'arte. Nella foto chi scrive con l'opera esposta ed il presidente della Permanente Emanuele Fiano ed in altra foto con il direttore dell'Accademia Franco Marrocco e alcune opere in mostra.

   

 

                   

       

Milano, 3 Marzo 2018                                   Achille Guzzardella

Attraverso il Novecento

    

Inaugurata ieri 15 Febbraio 2018  a Milano alla Galleria Ponte Rosso la prima delle tre esposizioni che hanno come titolo : "Attraverso il Novecento". In mostra micro personali di Consadori, Lanaro , Moro e Perelli Cippo, e nella prima parte della sala : Vellani Marchi, Salietti, Spilinbergo, De Rocchi, sculture di Eugenio ed Eros Pellini un bel Ivo Soli ed altre opere di esponenti del fortunato periodo del secolo scorso.  Pochi visitatori all'inaugurazione, con il sottoscritto chiacchiere con Luciano Bocchioli, Umberto Faini  e il titolare della Galleria Alessandro Consonni. Nelle foto chi scrive mentre ritrae  i Dino Lanaro all'inizio degli anni '90 e con Eros Pellini  nel lontano 1981 alla  propria personale alla Galleria Valentini in Piazza San Marco. Galleria che oggi non esiste più.

Milano, 16  Febbraio 2018                           Achille Guzzardella

 

CARAVAGGIO e i CARAVAGGESCHI    

 

   

      

 

Continua alle Gallerie d'Italia in Piazza Della Scala a Milano la Bella esposizione del "Martirio di Sant'Orsola " di  Michelangelo Merisi, tela della quale ebbi modo di scrivere più di dieci anni fa sulla  una rivista romana "Arte e Fede" quando fu esposta dopo il restauro, e di vari pittori e grandi Maestri come il Ribera e il Caracciolo detto Battistello e di altre delle bellissime opere di Camillo Procaccini (dai piccoli autoritratti alle grandi tele), di Bernardo Strozzi, di  Assereto e dei cosi detti Caravaggeschi. Una mostra da non perdere.  Nelle foto il sottoscritto alla mostra e molte splendide tele.

 

 

 

     


Milano, 16 Febbraio 2018                                  Achille Guzzardella



 

L’ARTE CHE SALVA - CRIVELLI LOTTO GUERCINO

E’ in corso presso il Museo-Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto la mostra “L’arte che salva. Immagini della predicazione tra Quattrocento e Settecento. Crivelli, Lotto, Guercino”, a cura di Francesca Coltrinari e Giuseppe Capriotti dell'Università di Macerata, finalizzata alla valorizzazione e alla tutela del patrimonio artistico e culturale dei luoghi colpiti dal sisma ed al rilancio dal punto di vista turistico ed economico degli stessi.

La mostra ha aperto il ciclo di eventi “Mostrare le Marche”, il progetto Biennale della Regione Marche che ha preso il via con Loreto e Macerata e, nel 2018, vedrà l’apertura delle rassegne espositive ad Ascoli Piceno, Fermo, Fabriano e Matelica. I sei eventi d’arte sono nati con l’intento di valorizzare nel biennio 2017-2018 il patrimonio culturale delle aree colpite dal sisma, attraverso la promozione di attività espositive realizzate utilizzando le opere d’arte provenienti dai musei e dalle collezioni pubbliche ed ecclesiastiche interessate dall’ultimo terremoto, e messe in sicurezza presso i depositi attrezzati del MIBACT.

Il progetto “Mostrare le Marche”, dopo la partenza al Museo-Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto con “L’arte che salva”, e aMacerata, Palazzo Buonaccorsi, con la mostra “Capriccio e natura nel secondo Cinquecento. Percorsi d’arte e di rinascita nelle Marche” a cura di A.M. Ambrosini e A. Delpriori, vedrà nel 2018 ad Ascoli Piceno, presso la Pinacoteca Civica e Sala Cola dell’Amatrice, la mostra “Cola dell’Amatrice pittore eccentrico tra Pinturicchio e Raffaello” e successivamente a Fermo, nella Chiesa di San Filippo, l’ordinamento della rassegna “Rinascimento a Fermo: pittori tra Adriatico e Appennino dal tardogotico a Carlo Crivelli”, a Fabriano si aprirà all’Oratorio San Giovanni la mostra “Orazio Gentileschi caravaggesco errante nelle Marche” e anche Matelica ospiterà una considerevole rassegna espositiva: “Il romanico nelle Marche con i percorsi delle abbazie (Valle del Chienti – Valle del Potenza)”.

Tante mostre, tante iniziative ragionate e fortemente volute per porre un accento speciale e una forte speranza di rinascita del territorio che vuole guardare al domani mentre lavora alla ricostruzione del tessuto territoriale, sociale, culturale e storico-artistico.

L’arte che salva. Immagini della predicazione tra Quattrocento e Settecento. Crivelli, Lotto, Guercino”, mostra tematica di grande interesse storico, artistico e religioso, si propone di approfondire la conoscenza della produzione artistica collegata a un fenomeno che ha caratterizzato in profondità la cultura non solo europea, la predicazione.

Tale tema verrà illustrato nei suoi molteplici aspetti: dalle figure dei predicatori dei grandi ordini religiosi, francescani, domenicani, agostiniani e gesuiti, alle devozioni da loro promosse con le relative immagini, spesso opera di grandi artisti quali Crivelli, Lotto, Muziano, Guercino; dall’effetto della predicazione sui fedeli, attraverso il caso emblematico di santa Camilla Battista da Varano, al rapporto con altre fedi religiose e fino alla spinta missionaria mondiale dei predicatori della Compagnia di Gesù. Il percorso è illustrato attraverso 41 oggetti fra dipinti, sculture, incisioni, manoscritti e volumi provenienti dalla Regione Marche, con un nucleo significativo di opere salvate dal terremoto del centro Italia.

Milano, 13 febbraio 2018

Casiraghy alle Stelline

   

Inaugurata stasera 8 Febbraio 2018 alle Stelline al Credito Valtellinese l'esposizione di una selezione del Pulcino Elefante.Le pregiate piccole edizioni numerate dell'amico Alberto Casiraghy.Il salone era stracolmo di amici pittori, scultori e conoscenti dell'Alberto editore. Un successone. Auguri Casiraghy. Nella foto chi scrive e l'editore.
Milano, 8 Febbraio 2018    Achille Guzzardella
 

Le nuove frontiere della pittura Alle Stelline

  

E' ancora visibile la mostra curata da Demetrio Paparoni: "Le nuove frontiere della pittura "Eposizioneche presenta oli e acrilici di grandi dimensioni o di dimensioni ridotte.Artisti di diverse nazionalità. A dire il vero le opere di quelli Italiani non mi sono proprio piaciute, una piu' che sufficienza per tutte quelle straniere. Benino gli artisti d'oltralpe e scadenti gli asiatici. Non faccio nomi e'meglio cosi' .Pubblico un quadro bello ma molto decorativo , e pure una marina simpatica.

Milano, 8 Febbraio 2018    Achille Guzzardella

Tiziana Priori alla Galleria Michela Cattai

Inaugurata  nel secondo pomeriggio di oggi 30 Gennaio 2018 la mostra di Tiziana Priori  a Milano in via Brera 4 alla galleria di Michela Cattai. Galleria che si trovava fino a circa due anni fa in via Fiori Chiari.Tiziana espone in questa mostra le sue carte  per lo più  Turchine. Un effetto di grazia e leggerezza leggo nei suoi lavori che rispecchiano la sua persona e il suo modo di porgere. Lavori che in un certo senso danno delicatezza all'ambiente questo a prescindere da qualsiasi discorso concettuale vogliano esprimere. Gradevolezza visiva e questo è già molto. L'esposizione sarà visibile fino al 12 Febbraio. Auguri Tiziana. Nella foto chi scrive con  l'artista all'inaugurazione.

Milano, 30 Gennaio 2018               Achille Guzzardella

Luraghi - Jeker alla Ponte Rosso

  

Inaugurata stasera 25 gennaio 2018  la significativa mostra delle due pittrice svizzere Luraghi e Jeker alla Galleria Ponte Rosso di via Brera a Milano. Un confronto tra la Jeker, pittrice nata nel 1895 a Intra, da genitori Svizzeri, e morta nel 1959 e sua nuora Chiara Luraghi, artista non più giovane e in attività. Due artiste che hanno dedicato tutta la  loro vita alla pittura e anno saputo costruirsi una discreta fama. La Jeker ha addirittura partecipato a ben tre Biennali di Venezia in tempi non sospetti. Paesaggi, nature morte e perfino due autoritratti in mostra molto significativi per le qualità pittoriche e di introspezione psicologica delle due artiste. Non scriverò più niente, andate a vedere la mostra dove si vede ancora la " pittura". Nelle foto chi scrive con la Chiara Luraghi e poi con Stefano crespi che ha ben presentato la mostra introdotta da Alessandro Consonni titolare della Storica Galleria, e i due autoritratti esposti.

Milano, 25 Gennaio 2018                          Achille Guzzardella

Ernesto Treccani e Toni Nicolini

             

Oggi 24 Gennaio a Milano alla Fondazione di "Corrente" in via Carlo Porta 5 si è inaugurata la
mostra sul caro Ernesto Treccani  con disegni,incisioni e oli,  alcuni di questi esposti oggi al pubblico per la prima volta. Con  le opere di Ernesto anche le belle fotografie di Toni Nicolini, il fotografo che è stato per molti anni vicino al Maestro fondatore del Gruppo di "Corrente ". Una mostra da non perdere visibile fino al 5 Aprile. Nelle foto chi scrive alla mostra e alcune opere di Ernesto Treccani.

Milano, 24 Gennaio 2018                    Achille Guzzardella

Gli Specchi di Christian Megert a Milano
Oggi pomeriggio nella Chiesa di San Fedele a Milano è stata presentata la installazione permanente di Christian
Megert. Una serie di specchi collocati nella parte absidale della chiesa che vogliono ampliare i locali e creare un effetto originale di moltiplicazione dell'ambiente. L'artista, presentato da Andrea Dell'Asta direttore del centro San Fedele e dal critico Marco Meneguzzo, è Nato nel 1936 a Berna in Svizzera si è dedicato all'arte cinetica raggiungendo una certa fama. Per l'occasione è stato pubblicato un esauriente catalogo. Nella foto  chi scrive è con Marco Meneguzzo, Christian Megert Andrea Dell'Asta, Luciano Bocchioli e due collaboratrici del Centro San Fedele.

Milano, 23 Gennaio 2018                              Achille Guzzardella

Caravaggio a Palazzo Reale

 
Ultimi giorni per visitare la bella mostra delle opere del Grande Michelangelo Merisi  a Milano a Palazzo Reale. Una esposizione che ha avuto un grande successo di pubblico. Segnalo tra i tanti Caravaggio esposti il capolavori " Il Sacrificio di Isacco" e "Sacra Famiglia e San Giovannino" quest'ultimo custodito al Metropolitan Museum di New York. Una mostra che ho visto all'inaugurazione, ed anche oggi 23 Gennaio con l'amico Bocchioli. 

Milano, 23 Gennaio 2018                                        Achille Guzzardella

Bronzo Enrico Fermi

 
  

Pubblico oggi 19 Gennaio 2018 un mio lavoro del quale si è parlato un po poco, il bronzo che ho realizzato nel Giugno e  Luglio 2017 e inaugurato il 19 Settembre a Vienna di Enrico Fermi. Bronzo commissionatomi dalla SOGIM azienda governativa per conto del Governo Italiano, e che è stato donato dall'Italia alla AIEA. La società mondiale sullo smaltimento delle scorie Nucleari ecc. Collocato nella sede Europea di Vienna alla presenza del presidente Giapponese e di vari rappresentanti di Governi tra i quali quello Russo e all'Ambasciatrice Italiana a Vienna. Dell'avvenimento il Corriere Della Sera ha pubblicato un articolo con la foto del Bronzo ed non ha menzionato l'autore. Queste sono le gentilezze del Corriere Della Sera verso il sottoscritto.La cosa è stata fatta presente più volte alla direzione del giornale ed ad altri giornali Milanesi, ma questi avvenimenti non destano interesse di questi tempi e nemmeno la correttezza verso certi cittadini. Pubblico l'articolo del Corriere e le foto dell'inaugurazione e del bronzo che ritrae il grande fisico Enrico Fermi.

Milano, 19 Gennaio 2018                             Achille Guzzardella

Vago se ne andato
L'altra mattina si è spento l'amico Valentino Vago. Un pittore che stimavo per la sua franchezza e generosità, oltre che per le sue qualità artistiche di minimalista dell'arte. Vago riusciva a conservare ed esprimere con i
suoi lavori  gradevolezza, tranquillità e poesia. L'avevo ritratto in bronzo molti anni fa nel mio studio in San Clemente, poco tempo dopo il febbraio 1995 quando aveva con Piero Gauli presenziato alla inaugurazione della mia personale di ritratti  in bronzo alla Famiglia Artistica Milanese di via Cornaggia 16. Valentino era stato un modello esemplare, ci teneva al mio ritratto. Da allora sono stato a trovarlo qualche volta nel suo studio vicino a Corso Buenos Aires, o lo incontravo spesso alle mostre e due chiacchiere si  sono fatte sempre nel mezzo della confusione. Caro Valentino, uomo distinto e corretto il ricordati sarà sempre per me cosa bella e positiva.
Nella foto una delle ultime foto scattateci assieme e in questa con Carlo Capponi.

Milano, 19 Gennaio 2018                            Achille Guzzardella  

I Messicani a Bologna

  

Una felice mostra quella di Palazzo Fava a Bologna, visibile dal 19 Ottobre 2017 al 18 Febbraio 2018,dedicata ai tre maestri della pittura Mexicana del '900: Orozco , Rivera,Siqueiros.E' visibile con le opere esposte tutta la forza espressiva dei tre artisti, ognuno con i suoi temi, il popolo, la rivolta, la rivoluzione tutto e'narrazione forza, carattere Messicano. Una esposizione da non perdere per capire un popolo che ha sofferto e si e'conquistato una certa liberta'. Nella foto alcune immagini e il sottoscritto alla mostra.

Bologna, 12 Gennaio 2018 Achille Guzzardella


Mostra dei docenti artisti del Liceo di Brera
      

Inaugurata oggi 19 Dicembre 2017  allo spazio HAJECH del liceo artistico di Brera la mostra dal titolo "Orientamenti"  di alcune opere  dei docenti Artisti del Liceo. Opere visibili fino al 30 Gennaio 2018. Oli su tela, tecniche miste, opere su carta, pannelli e rilievi in diversi materiali. Una mostra equilibrata nel suo allestimento composto e ben articolato con nomi di rilievo artistico consolidato, ma anche giovani artisti docenti.Pubblico la locandina e l'olio su tela di chi scrive .Opera del 2007 di cm. 100x120 dal titolo "I fantasmi dell'inconscio" Quadro  esposto per la prima volta nella Personale del 2016 allo Spazio "Alda Merini - casa delle Artiste"

Milano, 19 Dicembre 2017                         Achille Guzzardella 

Mostra sul Natale in via Dalmazia
     

Inaugurata oggi pomeriggio 16 Dicembre 2017 a Milano in via Dalmazia la rassegna d'arte sul Natale dei soci 'Artisti di Asso Vizzini e altri sodalizi" quadri, disegni,tecniche miste. Degni di nota le opere degli amici Bernardinello, Garra, Guzzardella, Bocchioli. Presente anche Davide Messina (nella foto con chi scrive) presidente dei giornalisti del circolo della stampa. La mostra sar'visibile fino al 6 Gennaio 2018 con apertura il Sabato e la Domenica.

Milano, 16 Dicembre 2017 Achille Guzzardella

Melotti alla Permanente

     

Inaugurata a Milano alla Permanente in via Turati una mostra di disegni e tecniche miste di Fausto Melotti:  Una
esposizione ad ingresso gratuito da visitare. Disegni provenienti da una collezione Milanese dell'autore classe 1901, scomparso nel 1986 e grande amico e compagno di studi di Lucio Fontana. I due amici avevano studiato tutti e due a Brera alla scuola del grande  scultore Adolfo Wildt. Ora alla mostra milanese  si possono vedere alcuni studi e spunti Melottiani che mostrano la fantasia dell'artista che ha realizzato nella sua vita opere classicheggianti come pochi sanno, è il casso della composizione figurativa bronzea collocata in San Babila a Milano come fonte Battesimale.  L'artista nato a Rovereto e laureato in Ingegneria al Politecnico di Milano è stato anche un ceramista policromo di sicuro livello. Molti sono i collezionisti che si contendono le ceramiche.
La mostra dei disegni sarà visibile fino al 30 Novembre 2017. Nella foto il sottoscritto alla mostra.

Milano, 28 Novembre 2017                     Achille Guzzradella

1917- 2017  Ottobre - Memoria di un secolo

 

Inaugurata stasera 23 Novembre 2017 a Milano alla Fabbrica Del Vapore la mostra sull' anniversario dell'Ottobre Rosso. Molte le opere esposte. I nomi presenti: Guttuso, Treccani, Leddi, Guerreschi, Romagnoni, Vaglieri, Ceretti, Bodini, Forgioli, Spadari, Baratella, Esposito Salvatore e gli esponenti delle generazione degli anni '70 e alcuni giovani.Una mostra da vedere. Ho scelto due opere  significative dei due amici : Gioxe  De Micheli  e Stefano Pizzi. La prima l'olio su Cartone dal titolo "A Majakosovskij..." del 2014 di De Micheli la seconda il trittico "Rivoluzione Rivisitata" tecnica mista su tessuto mimetico del 2017 di Pizzi. Nella foto il sottoscritto  con Stefano Pizzi. Molti erano presenti all'inaugurazione: Giorgio Seveso, Luciano Bocchioli, Pino di Gennaro, Luciano Gatti, Gianantonio Gennari, Renato Galbusera che ha introdotto la mostra, Antonio Miano, Vasellai, Claudio Zanini, Giovanni Rubino, e tanti altri amici. Una serata del secondo pomeriggio ricca di ricordi e memorie del passato.

Milano, 23 Novembre 2017     Achille Guzzardella

Al Museo del '900 "Fuori Percorso"

   
A Milano al Museo del '900 è aperta l'esposizione dal 10 Nov. 2017al 25 Feb 2018 di alcune opere di alcuni Maestri del Novecento tenute per anni nei Magazzini. Manzù, Marino Marini, Fazzini, Bortolotti, Conte, Broggini, la Arpesani, Minguzzi, Fontana, Milani, Mascherini, Fabbri e Crippa, Giò Pomodoro e Cavaliere, Cesar e Azuma ed
altri. Tutti rappresentano una panoramica del secondo '900. Ovviamente ne mancano  molti, il panorama sarebbe
ben più ampio per rendere giustizia alla storia della scultura scolpita e modellata. Ma questo è parte di quello che c'era nei magazzini e comunque è già cosa molto positiva che finalmente si riportino alla luce certi autori come Bortolotti o l'Arpesani. In mostra la scultura seria di un tempo, ma ci sono ancora oggi alcuni scultori validi, che sanno fare e che è comodo per il mercato non scoprire e non menzionare, proprio perchè l'arte di oggi è in gran parte effimera ,di consumo, si produce e si getta o si getterà fra qualche anno. Questa al Museo del '900, è una mostra, allestita a piano terra,  da vedere che consiglio ai giovani dell'Accademia o dei Licei Artistici,che certi nomi non hanno mai sentito nominare. Nella foto il sottoscritto alla mostra e alcune opere esposte.




Milano, 16 Novembre 2017                              Achille Guzzrdella

Raciti da Battaglia

Inaugurata il 15 Novembre 2017 alla Galleria Antonio Battaglia di via Ciovasso 5 a Milano la mostra dei lavori di Mario Raciti. L'artista presenta alcuni oli su tela e delle tecniche miste.Una mostra da visitare ricca di toni e segni che non possono ricordare la lezione di Osvaldo Licini anche se Mario ha saputo trovare la sua strada e conferire alle sue tele e alle sue carte il proprio marchio di fabbrica. Nella foto il sottoscritto all'inaugurazione.

Milano, 16 Novembre 2017    Achille Guzzardella

Faini da Cortina

Inaugurata nel secondo pomeriggio di oggi 7 Novembre 2017  la mostra dell'amico Umberto Faini alla galleria di Stefano Cortina in via Mac mahon 14  a Milano. In esposizione gli ultimi lavori dell'artista classe 1933. Tutti oli e tecniche miste su tela, composizioni di colore segnico intrise di una atmosfera delicata e piacevole alla vista. Una mostra da non perdere  ammirata stasera da amici e artisti vicini all'Umberto da molti anni. Erano presenti all'inaugurazione oltre al sottoscritto nelle foto con Faini :  Giorgio Seveso e consorte,  Luciano Bocchioli,Giovanni Mattio e diversi allievi dello stesso Faini che ha insegnato per moli anni al Liceo Artistico di Milano.

Milano, 7 Novembre 2017                                 Achille Guzzardella 

LIBRI:  "Contro Le Mostre"

  

Stasera alla sala Buzzati del Corriere Della Sera a Milano è stato presentato il libro: "Contro le Mostre" di Tomaso Montanari e Vincenzo Trione. Ha moderato la serata Paolo Conti facendo le domande ai due autori che hanno raccontato il loro incontro e le motivazioni del loro saggio. Mi è piaciuta la serietà dei due critici, in particolar modo quella del Montanari, conosciuto al pubblico televisivo per la bella serie di puntate tenute su Caravaggio. I due autori con il loro scritto pongono il grave problema del fare oggi giorno mostre organizzate in massima parte per gli interessi del mercato e non con lo scopo principale che dovrebbe essere quello di fare cultura e se mai prospettare  agli appassionati cose nuove sulle opere e sugli autori della mostre. Non mi voglio dilungare, consiglio di leggere il libro dei due critici. Nella foto un momento della serata e il sottoscritto con Tomaso Montanari.

Milano, 30 Ottobre 2017        Achille Guzzardella

Tiziano a Palazzo Marino 

Giunto alla sua decima edizione,  il tradizionale appuntamento natalizio con l’arte di Palazzo Marino torna in Sala Alessi con un capolavoro di Tiziano, la maestosa pala d’altare “Sacra conversazione 1520 (Pala Gozzi)” proveniente dalla Pinacoteca Civica "Francesco Podesti" di Ancona, che sarà visitabile, come sempre con ingresso libero, dal 5 dicembre al 14 gennaio 2018.

Insieme all'indiscussa importanza storico-artistica del dipinto di Tiziano, la scelta del Comune testimonia la
vicinanza di Milano alla città di Ancona, che svolge un ruolo fondamentale come centro di raccolta e riparo di numerose opere d’arte, tra cui molti capolavori, provenienti dai territori marchigiani colpiti dal terremoto, e il costante impegno della nostra città a favore di un territorio in difficoltà.

A valorizzare ancor di più il capolavoro, l’impianto illuminotecnico a cura dell’architetto Francesco Murano, che utilizzerà la tecnica della luce miscelata,  ottenuta componendo luci calde e fredde, e favorirà una visione particolarmente brillante dei colori con i faretti Luum della Lumen Center Italia.

Curata da Stefano Zuffi, la mostra è patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo e promossa da Comune di Milano, Intesa Sanpaolo – partner istituzionale -  con il sostegno di Rinascente. L’iniziativa è coordinata da Palazzo Reale e realizzata insieme alla Città di Ancona - Pinacoteca Civica "Francesco Podesti" in collaborazione con le Gallerie d’Italia di Piazza Scala e organizzata con Civita.

L’ingresso alla Sala Alessi sarà libero e possibile tutti i giorni dal 5 dicembre al 14 gennaio2018. I visitatori saranno ammessi in mostra in gruppi e accolti da storici dell’arte, coordinati da Civita, che faranno da guida nel percorso espositivo.

Milano, 26 Ottobre 2017

I cento anni di Attilio Melo alla Ponte rosso

   
Inaugurata nel pomeriggio di oggi 26 Ottobre 2017 una bella mostra di dipinti di Attilio Melo alla Galleria Ponte rosso di via Brera a Milano.
Melo che conobbi poco più di quaranta anni fa a casa sua, avrebbe compiuto 100 anni questo anno. La figlia
assieme
ad Alessandro Consonni ha allestito una bella mostra degli oli su tela del padre. Da alcuni ritratti di famiglia, quello della moglie in particolare alle vedute delicate, una delle espressioni più riuscite della sua pittura, e forse più collezionate dagli appassionati dalla pittura nostalgica di un tempo. Ma Melo, oltre alla ritrattistica che amava esporre alla Sant'Andreotto ,galleria su più piani dove esponeva spesso Michele Cascella, si è dedicato anche talvolta a dipinti sacri, io stesso conservo sul letto una Maternità in sanguigna. Una esposizione da non perdere, presentata dall'amico Carlo Adelio Galimberti, e vista stasera dagli affezionati della galleria, da Melotto alla Chiara Luraghi ,al sottoscritto e poi da tanti amici e collezionisti del bravo Attilio Melo.
Nelle foto il sottoscritto e alcune opere esposte.

Milano, 26 Ottobre 2017                   Achille Guzzardella  

Schumann, Sciarrino, Bartok concerto alla Scala


  

Si è svolto stasera  22 Ottobre 2017 alla Scala  il concerto di apertura della serie dei concerti organizzati dall'associazione  Amici Milano musica.
IL concerto è stato diretto dal Maestro Tito Ceccherini . Manfred,Ouverture di Robert Schumann ha aperto la serie, La nuova Euridice secondo Rike per voce e orchestra di Salvatore Sciarrino ha suscitato un vivo interesse ed ha concluso Il Mandarino meraviglioso di Bela Bartok. Molti gli applausi dalla platea e dai palchi con un pubblico numerosissimo. Un concerto breve ma che ha creato entusiasmo in tutti, nel sottoscritto e nella moglie Marialuisa. Nelle foto il sottoscritto con Salvatore Sciarrino e il fotografo Luca Carrà alla fine del concerto e con Lodovico Meneghetti.

Milano, 22 Ottobre 2017                    Achille Guzzardella

Mostra all'Incoronata

   

"La forma tangibile della linea", questo è il titolo dato dal curatore Carlo Catiri della mostra inaugurata ieri pomeriggio nella Biblioteca della Chiesa dell'Incoronata in Corso Garibaldi a Milano. Esposte opere e realizzazioni di molti artisti con diverse tecniche e linguaggi espressivi. Manufatti , installazioni, dipinti, terrecotte, bronzi, ceramiche. Alcune gradevoli, altre a mio parere discutibili, poche le opere che mi hanno un po fatto soffermare. Una mostra allestita con cura anche se le opere esposte sono apparse troppe, comunque un plauso al curatore per il suo impegno e la  sua volontà e la scelta ardua fatta. Tra gli artisti segnalo senz'altro Gianni Bucher Schenker per le sue sculture personali, diversificate nei materiali, lineari accattivanti, per la loro  sintesi formale. E poi la Elena Vincenzi per le sue figure, in particolar modo per i volti realizzati in ceramica e poi Rinaldo Degradi per i suoi bronzi geometrici costruiti e assemblati in maniera egregia.Nelle foto un momento dell'inaugurazione: il sottoscritto con Gianni Bucher Schenker e le sue sculture, e le visitatrici Paola Faggella e Rosa Rossi. 


Milano, 22 Ottobre 2017                                Achille Guzzardella

"Dichiarazioni di Pace" mostra e poesie all'Isola

 

 
A Milano nel quartiere detto l'Isola, zona Porta Garibaldi, è in corso la mostra di pittura con anche poesie esposte a cura dell'amico Giorgio Seveso. Proprio stasera nel bel salone della mostra si è svolto l'incontro con declamazione dei poeti che hanno letto le loro poesie, tra i quali gli amici Consonni, Tonon, Oldani, Vivian Lamarque, ecc. Alle pareti opere di Forgioli, Pedrina, De Micheli, Colli, Venditti , Galbusera, Jannelli, Miano, Togo,Pizzi,Tonelli,Simone ed altri e le particolari e forti sculture lignee di Bianca Orsi. Diversi gli amici intervenuti. Una mostra da vedere che sarà itinerante. Nelle foto un momento della lettura, il sottoscritto con  Guido Oldani, Patrizio Paganin e Renato Galbusera ed alcune opere in mostra e le sculture della Orsi.



     
Milano, 19 Ottobre 2017                           Achille Guzzardella

Kodra alla Permanente



Aperta ieri sera alla Permanente a Milano  la bella mostra su Ibrahim Kodra, artista scomparso  a Milano nel 2006,
che avevo conosciuto e ritratto in bronzo all'inizio degli anni '90. Di lui conservo un ricordo molto bello e vera stima. In questa occasione vengono esposti i quadri del periodo subito dopo " Corrente. Lui infatti fu amico di molti artisti di allora, Treccani, Migneco, Cassinari, Gianni Dova  per citarne alcuni. Ora i suoi quadri sono per l'esposizione accostati a diversi artisti della  collezione della Permanente, un bel Sturla, Bodini, Cascella Pietro, Ajmone, Francese e tanti altri. I Kodra sono belli, uno del '44 e poi alcuni degli anni '50 e '60. Una mostra da non perdere visibile fino al 5 Novembre 2017.  Nelle foto alcune opere dell'amico Kodra ed il sottoscritto in visita e con Mattio.   

Milano, 14 Ottobre 2017                               Achille Guzzardella

Periferie Urbane    mostra U.C.A.I.

Periferie Urbane è il titolo dell'esposizione dell'U.C.A.I. di Milano inaugurata  nel bel salone attiguo alla chiesa dell'Incoronata di corso Garibaldi a Milano il 7 Ottobre e aperta fino al 15 dello stesso mese. Mostra di
conoscenti e alcuni amici che si sono cimentati in un tema particolare, che ha già avuto in passato molte prove realizzate
da amici di un tempo. Questa mostra ben allestita presenta realizzazioni molteplici e di diverso approccio col fare di oggi giorno. Interessanti le realizzazioni di Mario Bernardinello e della Paola Faggella. Questa ultima ha saputo sperimentare e approcciarsi positivamente ad un fare più contemporaneo, anche se il sottoscritto le consiglia di non abbandonare la sua ricerca più tradizionale fatta di colori ad olio su tela o tecniche miste. Una mostra nel complesso da vedere, per la varietà delle realizzazioni per le molteplici tecniche ma che non mi ha entusiasmato di certo e che in un certo senso mi fa consigliare di cercare di tornare ad una sana tradizione. Nella foto il sottoscritto davanti all'opera della Faggella.

Milano, 14 Ottobre 2017                         Achille Guzzardella

Migneco alla Fondazione di "Corrente"

 
Inaugurata stasera 11 Ottobre 2017 a Milano in Via Carlo Porta 5 alla fondazione di "Corrente " la mostra su Peppino Migneco a vent' anni dalla scomparsa del pittore Siciliano e milanese di adozione. In mostra alcuni dei quadri più noti del periodo di "Corrente" oli su tela e disegni dal 1938 al 1944 esposti in due sale . Una mostra da non
perdere, che riporta al pubblico uno dei pittori più interessanti di quel periodo che ebbe come iniziatore e punto
di riferimento il giovanissimo Ernesto Treccani. Mi ricordo tra l'altro molto bene quando Peppino Migneco posò per un mio ritratto in creta, fuso poi in due esemplari in bronzo, i momenti passati assieme nel 1990 , le chiacchiere fatte allora e i suoi racconti. Rivesdere i suoi quadri stasera è come stato rivedere un pò lui, ricordare le sue parole , capire ancor meglio la sua personalità, il suo essere un pò chiuso ma tanto incisivo e originale come le sue sagome, i suoi ambienti , i suoi colori proprio dei quadri di "Corrente".


Milano, 11 Ottobre 2017                    Achille Guzzardella

Arte Ribelle 1968-1978 alla Stelline

Inaugurata alle Stelline di Corso Magenta a Milano la mostra "Arte Ribelle 1968-1978"Opere in mostra del gruppo
che operò a Milano in quegli anni  caldi pieni di contraddizioni ,ma molto vivi e ricchi come mai di voglia di cambiare.
In mostra quadri, tecniche miste di Baratella, Schifano,Mariani, La pietra, Spadari, De Filippi ed altri. Ho rivisto alla mostra amici e conoscenti di un tempo, è stata una bella occasione di incontro. Le opere in mostra interessanti, viste e riviste, un periodo passato, alcune piacevoli e coerenti, altre meno. Poco rimarrà,forse la traccia del gruppo come racconto di un tempo. Ma certo no per la bellezza e il fascino artistico delle singole opere. Una mostra comunque da vedere, e visibile fino al 9 Dicembre 201. Nella foto il sottoscritto e l'amico Luciano Bocchioli ed in mezzo sotto un suo quadro Paolo Baratella, forse l'artista più rappresentativo del gruppo per quegli anni.

Milano, 11 Ottobre 2017                  Achille Guzzardella

A Bologna mostra sulle Edizioni ALFA


    

Dal 25 Settembre al 19 Novembre 2017 sono in mostra all'Archiginnasio di Bologna i libri dell'Edizione ALFA. Nelle teche sono custodite rare edizioni, documenti della storica Editoria, cataloghi delle più famose mostre della pittura Emiliana . In pole position gli storici cataloghi sulla mostra del Caravaggio del 1951 fatta da Roberto Longhi a Palazzo Reale di Milano, e quella del Guercino in Emilia e di vari artisti del '600 e del '700. Nelle foto il sottoscritto alla mostra il 6 Ottobre .

Milano, 7 Ottobre 2017                                    Achille Guzzardella

    

All'Archiginnasio mostra " Bellezza e Ornamento del Libro"

 

Prorogata fino all'otto Ottobre 2017  la bella mostra sulla Bellezza dell libro. All'esposizione che ho visitato il 6 Ottobre 2017. Ho visto libri con ornamenti particolari e di sicuro effetto artistico, vecchie edizioni che conservano delicatezza dell'immagine, molto interessante l'edizione  della poesie varie di Giovanni Pascoli che pubblico per l'occasione. Nelle foto il sottoscritto alla mostra e alcune immagine di libri.



Milano, 7 Ottobre 2017                              Achille Guzzardella



Morlotti alla Marini


 

 
Inaugurata stasera 5 Ottobre 2017 a Milano in via Appiani alla galleria Marini la bella mostra su Morlotti. Quasi t
utti oli su tela  sono esposti, una ricchezza di colori e materia, alcuni dei più bei Morlotti. Una mostra da non perdere che rende giustizia di un gran artista un po dimenticato come alcuni suoi compagni di strada e di avventura artistica come : Cassinari, Migneco, Dova, Crippa, Cantatore,Sassu, Kodra, Gauli e tanti altri  che il mercato ha molto trascurato in questi ultimi anni. Alla mostra c'erano gli amici pittorri: Forgioli, Della Torre, Luino, la moglie di Ghinzani ed altri, tutti ad ammirare i quadri di Morlotti, artista scomparso nel 1992 che ha fatto parte della storia artistica del secondo Novecento. Nelle foto il sottoscritto con Luigi De Santis  e poi con Enrico Della Torre e alcune opere Morlottiane ed un Courbet  in mostra, fonte di ispirazione per il noto pittore del Novecento.

Milano, 5 Ottobre  2017                 Achille Guzzardella 

Kuniyoshi alla Permanente

 

Inaugurata stasera 3 Ottobre 2017 a Milano alla Permanente la mostra sulle opere del Giapponese Kuniyoshi. Una
esposizione molto bella, allestita bene e prestigiosa dell'artista dell'ottocento Giapponese. Lavori grafici accattivanti,
dove il grande mestiere e i colori la fanno da padrona. Un Utamaro in chiave più moderna . Una ricchezza di immagini eleganti  che sconfinano un po nel fumetto, ma un signor fumetto. Alla mostra era presente il ministro della cultura Giapponese  Mayata Ryohei nella foto con chi scrive; presenti il vicepresidente della Permanente e molti soci artisti ed un bel numero di visitatori. Una mostra da non perdere visibile fino al 28 Gennaio 2018. Nelle foto che seguono alcune opere di Kuniyoshi.


 

Milano, 3 Ottobre 2017                  Achille Guzzardella


VIENNA: "Monumento per Maria Teresa d'Austria"

 

Il 20 Settembre 2017 a Vienna con mia moglie ho rivisto con molto piacere una delle opere Canoviane più belle: il Monumento per Maria Teresa d'Austria nella chiesa diSant'Agostino. Un'opera sublime dove  l'unione tra la scultura, l'architettura, il racconto, la spiritualità dell'opera,provocano nello spettatore e nell'amatore d'arte un'emozione vivissima. Canova creando questa scena incredibile ha saputo incantarci. Questa volta, l'opera forse illuminata meglio di quando la vidi più volte vari anni fa mi ha dato un emozione più forte, io e Marialuisa siamo rimasti un bel po' davanti a questa meraviglia. Mi sembrava di essere davanti a Canova in persona, ho provato una emozione quasi simile, anche se inferiore a quella che provai tanti anni fa al Louvre, quando rimasi solo ad ammirare  lo schiavo del Buonarroti quello con quella torsione eccelsa. Michelangelo e Canova due scultori diversi e lontani nel tempo ma che continueranno finche esistera l'uomo ad emozionare .
Alcune foto scattate con l'opera del Canova.

Milano, 30 Settembre 2017                              Achille Guzzardella

Caravaggio a Palazzo Reale

         
Inaugurata con l'anteprima dei Vip Milanesi la bella mostra delle opere di Caravaggio. Una ventina di oli su tela
di
Michelangelo Merisi provenienti da Musei e chiese  Italiane , ma anche un 'opera dagli Stati Uniti. Un allestimento particolare dove nel retro di ogni opera è possibile vedere scritte con video multimediale con spiegazioni perfino del restauro. Stasera c'erano tutti, dal Sindaco Giuseppe Sala all'assessore Del corno , a Francesco Micheli a Diana Bracco, Massimo Moratti e altri amici come Salvatore Carrubba, Francesco Porzio e pio Davide Rampello, l'ex Assessore Corbani  e tanti altri. Nelle foto il sottoscritto e Agostino Guzzardella e alcune opere in mostra. Una mostra da non perdere.

  
 

Milano, 27 Settembre 2017               Achille Guzzardella

LONGOBARDI  

     

Dal Settembre 2017 al 3 Dicembre 2017 a Pavia al Castello Visconteo è visibile la bella mostra "Longobardi ".
Una grande mostra che verrà esposta anche a Napoli e a San Pietroburgo. Allestimento congeniale e interessante quello realizzato a Pavia con colori particolari e teche molto idonee per poter ammirare i reperti  e le opere , circa 300 provenienti da 80 musei di molte parti del mondo. Una mostra eccezionale per la rarità dei pezzi esposti  e per la sua importanza storica.Una esposizione da non perdere. Nelle foto alcune opere ed il sottoscritto in visita con Marialuisa. 

  

Pavia, 16 Settembre 2017               Achille Guzzardella

Intrecci del Novecento 



A Milano alla Triennale di via Alemagna è stata inaugurata l'undici Settembre 2017 un'interessante mostra su
tessuti, tappeti e arazzi per i quali hanno fatto il disegno o il progetto molti dei Maestri del secolo scorso . Da Balla
a Ponti, Mirko, Tadini, Guttuso, Dorazio, Severini, Mastroianni, Ferroni, Spazzapan,Dova, e tanti altri. Arazzi e tappeti molto belli, d'effetto con colori tenui o forti, alcuni molto accesi . Una mostra per la quale non voglio dilungarmi nello scrivere, ma consiglio vivamente di andare a vedere. Una mostra originale e anche di una certa rarità. Nella foto il sottoscritto con l'amico Glauco Mambrini ieri alla mostra e alcuni arazzi esposti.

Milano,13 Settembre 2017                 Achille Guzzardella 

Gianfranco Angelino - Wood Essences-



Inaugurata al Politecnico alla Bovisa di Milano il 12 Settembre 2017 la bella mostre di opere lignee di Gianfranco Angelino. Vasi, tazze forme particolari, geometrie solide raffinate con intagli pregiati e certe trasparenze molto belle a vedersi. Una mostra ben allestita e curata dall'Ingegner Carlo Ortolani, maestro per  cura e perizia nel predisporre la mostra e curare il catalogo con testi originali. Esposto alla mostra anche un disegno di chi scrive che ritrae proprio Gianfranco Angelino. La bella esposizione sarà visibile fino al 16 Settembre.  Nelle foto il sottoscritto, il di segno,  il curatore Ortolani e Agostino Guzzardella presente all'inaugurazione .

Milano, 13 Settembre 2017      Achille Guzzardella



RINASCIMENTO  (con cultura non si mangia)



Nel secondo pomeriggio di oggi13 Settembre 2017 in sala Balzan del Corriere Della sera a Milano e ' stato presentato il libro di Giulio Tremonti e Vittorio Sgarbi : "RINASCIMENTO con la cultura non si mangia". La sala era gremita, il coordinatore Pier Luigi Panza ha introdotto l'argomento ed ha fatto seguito l'intervento del Presidente del Corriere Della Sera: Piergaetano Marchetti e poi Tremonti e Sgarbi con i loro molteplici interventi che son piaciuti al pubblico, molti gli applausi. Vittorio è stato oggi perfino spiritoso criticando giustamente molto dell'operato del Governo. Si è parlato molto della sudditanza Italiana nei confronti di una Europa diretta in gran parte dalla Germania  e i due relatori hanno parlato dai loro punti di vista sulle loro candidature per il nuovo partito dal nome appunto RINASCIMENTO. Varie le domande del pubblico , cera parte della finanza Milanese , in prima fila Francesco Micheli, signore distinte, e molte belle di Sgarbi. Una conferenza molto piacevole. Nelle foto i relatori e il sottoscritto con Giulio Tremonti.

Milano, 13 Settembre 2017            Achille Guzzardella
Sacri Calici a Rimini Prorogata fino al 27 Agosto 2017

 

A Rimini al Museo della città la particolare mostra " Sacri Calici". Sono esposti sia i calici provenienti da una collezione privata, sia in una teca particolare quelli del tesoro del Tempio Malatestiano. Una mostra ad ingresso libero per i cultori appassionati da non perdere. Molto interessante il Calice Siciliano del XV sec. in argento fuso, sbalzato, inciso e cesellato punzonato e  dorato. L'oreficeria Sacra esposta va dal XV secolo al XX.secolo con esempi realizzati in diverse regioni Italiane.  Nella foto il sottoscritto alla mostra il 19 Luglio 2017 e alcuni calici in mostra.

Milano, 20 Luglio 2017    Achille Guzzardella

Carlo Ramous alla Triennale
Inaugurata nel secondo pomeriggio del 11 Luglio 2017 alla Triennale a Milano la bella Mostra di opere di Carlo Ramous, scultore scomparso nel 2003, e che ritrassi nel 2002. Conservo l'opera, le belle immagini scattate
quando posò e il ricordo dello scambio di idee avute con lo scultore e pittore e la simpatica moglie. Ramous allora mi mostrò con molta contentezza i dipinti sulle città e i grattaceli che aveva fatto negli ultimi anni della sua attività, oltre a molti bozzetti delle grandi sculture esposte nel capoluogo della Lombardia, ma anche in Giappone ed in tante occasione , e i bozzetti dei  grandi monumenti più o meno collocati. Ma veniamo alla mostra attuale : ricca di opere, una sala centrale con le grandi sculture in scala un po' ridotta, vari bronzi e bronzetti, una ricchissima documentazione fotografica e poi i disegni e le tecniche miste degli anni '60, fino ad alcuni ultimi lavori. Mancano i grattacele e le cosi' dette città. Una bellissima esposizione con anche due primi lavori richiamanti i nomi di Henry Moore e Marino Marini. Una mostra ben allestita e da vedere, che riporta alla luce uno dei più significativi artisti degli anni settanta. All'inaugurazione si sono visti tanti amici e conoscenti, molti gli architetti : Alberico  Barbiano di Belgioioso, ma anche Marco Dezzi Bardeschi e poi pittori, scultori, collezionisti e appassionati e nostalgici del secondo '900. Nella foto il sottoscritto all'inaugurazione.

Milano,11 Luglio 2017                            Achille Guzzardella

E' mancata Marina Speranza anima dell'U.C.A.I.
L'Otto Luglio 2017, era in vacanza nella sua casa a Santo Spirito vicino a Bitonto, é mancata la cara Marina Speranza, segretaria e anima dell' U.C.A.I. Milanese  (Unione Cattolica Artisti Italiani). Marina, segretaria e artefice di tante mostre, conferenze e belle iniziative dell'associazione Cattolica nata e voluta nel 1945 a Roma e poi nel 1948 a Milano da Montini ( il cardinale della città Lombarda  e poi  Papa Paolo VI), lascia un vuoto. I tanti soci di un tempo e di questi ultimi anni la ricorderanno con affetto e profonda stima per la sua volontà, forza d'animo nel sorreggere l'Associazione anche nei momenti di maggior difficoltà, e per il suo grande spirito di iniziativa. Marina aveva passione e amore ed un sesto senso per portare nuovi soci e coglieva in questi lo spirito artistico e le sicure  qualità. Era  lei la prima consigliera  della presidenza dell'associazione, e le riunioni si facevano a casa sua alle quali seguiva sempre una cena preparata dalle sue mani. Ricordo con piacere le riunioni del consiglio con i pittori e scultori: Gasparini, Sebastio, Schiavi, Venditti, Ferretti, Gandola ed altri. Le riunioni erano animate, vivaci per decidere il da farsi e i rapporti con la sede Romana e delle altre città dove si organizzavano mostre e convegni. Ricordo quando andammo assieme e con qualcun altro a Padova al congresso con alcuni Vescovi, a Napoli al convegno con i presidenti delle varie sedi Italiane e le tante volte a Roma quando ero Consigliere Nazionale. Bei momenti ricchi di dialogo e iniziative. Ricordo la bella mostra organizzata a Braccio Carlo Magno e poi a Milano le mostre alla Famiglia Artistica di via Cornaggia 16 quando la presidentessa della "Famiglia" era la Contessa Dandini e la segretaria era Mariarosa; e la serie dell'esposizioni tenute nella Sacrestia Bramantesca in San Satiro. Mostre organizzate dal direttivo e presentate dal caro Monsignor Crivelli ma, con  Marina massima artefice e sempre presente.  L'ultimo mio saluto a Marina è stato il 3 Gennaio 2017, quando saputo che non stava bene la andai a trovare nella sua abitazione  in via Gran Sasso. Parlammo forse un'oretta, mi regalò alcuni libretti e opuscoli d'arte, rividi le due grandi tele dipinte del grande suo amore, suo marito il pittore Francesco Speranza scomparso negli anni ottanta: l'autoritratto e il ritratto di Marina. Pur anziana e dolorante mi volle accompagnare e salutare alla porta, mi ringraziò e io la ringraziai e pensai a quanto Marina era stata vicina agli artisti e al mondo dell'arte nella Fede. Nella foto  l'immagine dell'ultimo incontro .

Milano, 10 Luglio 2017                                            Achille Guzzardella                                

Un oasi di pace nel centro di Milano

Passando dalle Gallerie d'Italia, o entrando dalla via Manzoni o ancor meglio visitando la Casa del Manzoni con
entrata in via Morone, si accede al Giardino di casa Manzoni detto Giardino di Alessandro. Un oasi di pace e di ordine dove la scultura si sposa bene con i fiori e il verde del giardino. Stamattina tornando a rivedere la mostra nelle ormai note Gallerie di Piazza della Scala  con Marialuisa, siamo rimasti seduti nella tranquillità del giardino davanti ai marmi bianchi di Mirò e di Arp, vicini ad una pietra  grigia di Cascella. Un giardino ricco di fiori e di piante davanti alla bella facciata interna della casa del grande scrittore e poeta ottocentesco. Un momento di tranquillità nel mezzo del traffico Milanese.Nella foto il sottoscritto e Marialuisa nel bel giardino.

Milano, 9 Luglio 2017                                          Achille Guzzardella 

Un Guttuso originale alle Gallerie D'Italia



In questi giorni visitando la mostra alle Gallerie D'Italia a Milano, mostra visibile fino a Settembre, mi sono soffermato a guardare un Guttuso, un bel Guttuso. Mi è tornato alla mente quando conobbi nel 1985 il pittore comunista più famoso d'Italia, ad una sua una sua mostra alla Galleria Bergamini. Lui con me fu molto gentile,
parlammo pochi momenti e ci scattarono una foto assieme che conservo  nel mio archivio. Guardando il quadro in questione che rappresenta la vegetazione tipica degli alberi dei fichi d'india mi appare subito la forza pittorica di questo arista. In questa opera Renato  esplica una tridimensionalità non comune a tutti i pittori. Quì il pittore di Bagheria nato nel 1911  e morto nel 1987 è figurativo e astratto contemporaneamente, ha quasi una gestualità pittorica consolidata dalla ricerca del volume. Quì Guttuso mi piace, è più forte, non si perde con le descrizioni quasi calligrafiche al limite dell'illustrazione dei suoi ultimi anni di attività, e dice qualcosa di nuovo anche se il suo periodo pittorico più bello è quello di "Corrente" e dei due decenni successivi. Nella foto il quadro alla mostra.

Milano, 9 Luglio 2017                                Achille Guzzardella 

Giancarlo Vitali in quattro sedei espositive a Milano 

 

 
Inaugurate ben quattro mostre sulle opere di Gian Carlo Vitali a Milano. Ho presenziato a due  delle quattro, la terza inaugurata alla Casa del Manzoni con un allestimento particolare, curato dal regista Gallese Peter Greenawey con il quale mi sono intrattenuto  e la quarta nelle sale di Palazzo Reale dove ho incontrato
Germana, moglie del pittore assente alle inaugurazioni. Giancarlo Vitali un pittore figurativo particolare, con tele e colori pieni di atmosfera. Scene di vita di campagna, ricchi, poveri, uomini illustri e stra pelati. Questi i soggetti del pittore, ma anche buoi squartati,  pezzi di carne con sangue rosso fuoco, animali , gatti e cani  e poi musicisti, direttori d'orchestra e suonatori ambulanti, fiori, frutta ortaggi, macchiette, colori forti e delicati.Il ritratto della moglie Germana giovane e meno giovane, il figlio,le figlie, i genitori, gli amici di sempre, personaggi veri e inventati e poi gli uomini che hanno scritto : Testori in prima linea, ma anche il caro Gian Alberto dell'Acqua, caro a Vitali ma anche al sottoscritto che lo ritrasse in scultura in bronzo  negli anni '90. E poi foglie, pesci, tavole imbandite, colori, spatolate .... tutta un'atmosfera personale un vero e proprio marchio di fabbrica. Il marchio  di Gian Carlo Vitali, bravo e personale pittore  ed eccellente e famoso incisore italiano. Esposizioni quelle aperte oggi da non perdere tutte, con la mia  propensione per Palazzo Reale e quella caratteristica per il suo percorso e l'allestimento con suoni, musica, rumori e Vintage nella Casa Manzoniana di via Morone. Le mostre saranno visibili fino a Settembre. Nelle foto il sottoscritto con Peter Greenawey e con la Signora Vitali e alcune opere dell'artista.

 


Milano 4 Luglio 2017                                   Achille Guzzardell


Quadri di Ignazio Stern e Italo Mus alla Banca Popolare di Milano

  
Nel pomeriggio di oggi 29 Giugno 2017 nell'ambito degli eventi della Milanesiana organizzata da Elisabetta Sgarbi,
il fratello di quest' ultima Vittorio ha presentato due quadri . Il primo proveniente da Aosta del pittore Italo Mus , il secondo di proprietà dello stesso Sgarbi del pittore Italiano  ma di origine Austriaca Ignazio Stern. Mus nato alla fine dell'ottocento, ha dipinto nel secolo scorso con una pittura figurativa, realista  di forti contenuti umani, Stern pittore del '700 è stato un artista che ha saputo incantare con i suoi soggetti religiosi e per il suo saper mescolare il colore rendendo i corpi e i volti quasi cerei e conferendo all'immagine una certa soavità.  Nelle foto le due opere in mostra, Vittorio che presenta e poi il sottoscritto con l'assessore alla cultura  della Regione Valle d'Aosta Chantal Certann .


Milano, 29 Giugno 2017                                         Achille Guzzardella

Teste di Marino Marini alle Gallerie  d'Italia

    

Nell'ambito della mostra inaugurata in Aprile e visibile fino a dopo Settembre alla Gallerie d'Italia in Piazza della Scala a Milano, sono esposte anche quatto dei più bei ritratti scultorei di Marino Marino, uno degli artisti  maggiori del Novecento Italiano  e senza dubbio il più conosciuto scultore in Europa ed oltreoceano. Marino nato a Pistoia nel 1901 e morto a Lucca nel 1980 è stato l'artista che ha appassionato molti studenti e influenzato con le sue opere i giovani artisti ma anche qualche suo coetaneo. Non nascondo che i suoi ritratti scultori sono stati
mirabili esempi anche per il percorso artistico di chi scrive. Marino, Manzù e Messina sono stati oggetto di studio quotidiano del sottoscritto per diversi anni che tuttora ne apprezza le  differenze plastiche e tecniche sempre con compiacimento del loro modo di formare la Forma ( come il sottoscritto usa dire e scrivere, nei suoi testi). I ritratti esposti sono molto belli, dal gesso policromo di Nelson Rockefeller del 1950,  al ritratto di Curt Valentin  in bronzo del 1954 a Mies Van Der Rohe in bronzo del 1967, alla bellissima e caratteristica testa, che apre la serie in mostra, di Carlo Carrà , gesso policromo originale del 1943. Un particolare per i lettori: il sottoscritto nel 1993 ebbe come modello per il ritratto scultoreo  il critico e Storico dell'Arte Massimo Carrà figlio di Carlo. Nelle foto i quattro ritratti di Marino e il sottoscritto alla mostra.
 
Milano, 28 Giugno 2017                              Achille Guzzardella

Tano Santoro alla Bocconi

          

Inaugurata ieri  26 Giugno 2017 a Milano alla Università Bocconi la bella mostra di Tano Santoro. Oli, disegni e incisioni sono in mostra nella prestigiosa Università, alcuni dei quali sono gli ultimi
lavori del pittore, siciliano verace,  un po milanese di adozione, amico da tempo mio e di molti artisti che operano nella città lombarda. Una mostra da vedere, con un bel catalogo fatto bene. I quadri che ho visto mi son piaciuti, colori tenui, delicati e forti soprattutto i gialli. Le sue figure ci sono sempre, nascoste in una pittura al limite dell'astratto dove l'atmosfera creata affascina e da serenità a chi guarda. Sono quadri da scoprire che rispecchiano la serenità pittorica dell'artista difficile da vedere oggigiorno.
Complimenti Tano, i tuoi lavori non stancano, allietano e questo è già tanto. La mostra sarà visibile fino a Settembre. Nella foto il sottoscritto alla mostra e alcuni quadri del periodo recente di Tano Santoro.


Milano, 27 Giugno 2017                                Achille Guzzardella

La mostra dell'estate alle Gallerie D'italia

 

Inaugurata in Aprile e visibile fino a dopo l'Estate una mostra alle Gallerie D'Italia in Piazza della Scala a Milano con opere che coprono l'intero '900, da Carrà a Boccioni e Balla per poi vedere quattro dei ritratti di Marino , una scultura dell'amico Minguzzi e poi Viani, Mirko, e Colla ed ancora Consagra, e Somaini e opere pittoriche di Guidi, Santomaso, Rotella, Schifano, Turcato,  Fontana e Birolli , Morlotti, Bai e tanti altri , e segnalo particolarmente tre tele di Afro. Consiglio ovviamente la visita.Nelle foto il sottoscritto  e l'amico Bocchioli alla mostra e alcune opere esposte



Milano, 27 Giugno 2017                                    Achille Guzzardella

Bologna, 24 Giugno in casa Carducci

 
A Bologna l'altra mattina  sono stato a visitare casa Carducci, la bella biblioteca del poeta e le camere da letto, quella
sua e quella della moglie e il bellissimo studio, carico di effigi con i busti fatti dal Cecioni e da altri artisti del primo '900, foto da ogni parte, Garibaldi e altri, e poi i grandi oli raffiguranti il grande scrittore.  Una visita veloce al Museo del Risorgimento, collocato al piano rialzato di casa Carducci e la visita da vicino, consentita a pochi, del grande monumento Bistolfiano, opera  grandiosa ma conservata molto male e bisognosa di restauro e pulitura. Due blocchi laterali con figure e grande cavallo ed il centrale molto più grande, ma tutti ridotti un po male, con crepe formatesi negli anni causa lavori delle strade vicine e forse anche dovute  al terremoto. Se pur sporco e rovinato è sempre consigliabile una visita, e se ve lo permettono andate dietro il monumento vedrete il muro dei vecchi mattoni, un vialetto con casolare e il grande tronco dell'albero magnifico che sovrasta il monumento. Mi dimenticavo, davanti al blocco centrale è collocato il blocco marmoreo del  Poeta seduto interpretato dal Bistolfi in maniera esemplare, sprigionante tutta la forza delle poesie  Carducciane. Nelle foto il sottoscritto e alcuni particolari della visita.

Milano 26 Giugno 2017                                   Achille Guzzardella 

La croce ritrovata

   


A Bologna il 23 Giugno 2017 ho rivisto con piacere il bel museo d'arte Medievale, ed anche la piccola mostra
allestita dal 23 Giugno 2017 al 7 Gennaio 2018  su alcuni reperti del Medioevo ed in particolar modo sulla Croce ritrovata di Santa Maria Maggiore, l'opera andata persa è di notevole importanza Storica oltre al fatto alla datazione risalente al 1143 come è scritto proprio sul  braccio destro dell'opera. Una visita vale la pena farla. Nelle foto la Croce e alcune opere del Museo



Milano, 25 giugno 2017                          Achille Guzzardella

Alla Triennale  Gillo Dorfles

            


Oggi 16 Giugno 2017 alla Triennale di Milano è stata presentata l'ultima raccolta di scritti di Gillo Dorfles. Presente all'incontro con il numeroso pubblico il grande centosettenne che è intervenuto varie volte rispondendo alle domande dei numerosi ospiti tra i quali il Sindaco Giuseppe Sala. Un tardo pomeriggio particolare e emozionante, Dorfles ha pure suonato il pianoforte improvvisando una sua melodia. Nel salone d'onore molte facce note, architetti, designer, artisti, amici del Gillo Nazionale. Una telefonata ad un certo punto di Lea Vergine che per ragioni di salute non era presente, ma che è riuscita tramite un microfono vicino al telefonino a farsi sentire e a parlare per vari minuti, subito pronta la risposta di Dorfles che ha ricordato l'amicizia con la Vergine e con Inge Feltrinelli. Una miriade di foto sono state scattate e diversi film fatti. Si sono visti Alberico Barbiano di Belgioioso, Barozzi ed anche nelle foto con il sottoscritto : l'architetto Michele De Lucchi,  l'architetto Mario Bellini e il design Alessandro Mendini.

              

Milano, 16 Giugno 2017                        Achille Guzzardella

Marcello Mascherini a Padova

                   

Bella mostra quella sulle sculture di Marcello Mascherini a Palazzo Zuckermann a Padova inaugurata il 5 Maggio.
Mostra vista dal sottoscritto il 27 Maggio  e che sarà visibile fino al 30 Luglio 2017. In esposizione alcuni dei bronzi rappresentanti vari periodi dell'attività dell'artista Friulano mancato da diversi anni, forse il maggior rappresentante della scultura del secondo '900 della sua regione, ed uno dei più significativi artisti , con Augusto Murer e pochi altri che hanno tratto profitto dalla lezione del Trevisano Arturo Martini. Una mostra ricca di bronzi e che avrebbe avuto bisogno di più spazio. Nella foto il sottoscritto alla mostra e alcune opere esposte

            


Milano 10 Giugno 2017                           Achille Guzzardella 

Fiori, Marine, Figure

Questo è il titolo della mostra, prima della chiusura estiva, della Galleria Ponte Rosso in via Brera a Milano.
Esposizione inaugurata oggi pomeriggio 10 Giugno 2017. Bei quadri, gli artisti della Galleria, in mostra oli e sculture di:Trento Longaretti recentemente scomparso, Consadori,Filocamo, Eros pellini, Giovanni Conservo,Cesare Monti, Salietti, Scalvini,Brambati,Conti,Attilio Meloper citarne alcuni e opere dei viventi tra l'altro presenti all'inaugurazione, vedasi foto con il sottoscritto: Chiara Luraghi,Umberto Faini e Vito Melotto e consorte.Una esposizione visibile fino al 14 Luglio da non perdere.


Milano, 10 giugno 2017                                Achille Guzzardella 


Bonito Oliva da Mudima



Presentato l'ultimo libro a cura  di Bonito Oliva " Ricreazioni, L'arte tra i frammenti del tempo" alfabeta2 alla Mudima di via Tadino 26. La sala era gremita di amici della Fondazione e del critico.Si sono rivisti amici, conoscenti di un tempo: Mariani,Garghetti,Isgrò,Guzzardella,Soddu e tanti altri, tutti ad ascoltare le parole di Bonito Oliva, e poi un brindisi. Nella foto il sottoscritto con Achille Bonito Oliva dopo la presentazione.


Milano, 8 Giugno 2017                      Achille Guzzardella 
 

Gasparini, Leddi, Vaglieri e Ceretti al Pirelli  

   

Si è inaugurata oggi 6 Giugno 2017 una bella mostra al Grattacelo Pirelli a Milano sede della Regione Lombardia di quattro artisti di importanza fondamentale per la Storia dell'arte Lombarda della seconda metà del '900: Giansisto Gasparini, Piero Leddi, Tino Vaglieri e Mino Ceretti. Una mostra importante che riporta al pubblico milanese artisti vicini e diversi nel linguaggio pittorico figurativo astratto  che hanno segnato intere generazioni di giovani e sono stati d'esempio con la loro ricerca prendendo spunto qua e la anche da artisti d'oltralpe. Artisti che si sono formati alla fine degli anni quaranta e primi cinquanta nell'ambiente di Brera che in quegli anni  era così caratteristico ed importante per la cultura innovativa dell'arte. Gasparini, Leddi, Ceretti, che ho conosciuto e conosco bene, e Vaglieri che non ho conosciuto personalmente sono tutte personalità particolari dotate tutte di tenacia, forza e sensibilità non comuni. Una esposizione da non perdere, di questi tempi rara e che restituisce dignità alle esposizioni Milanesi ,molte volte fatte per interessi e poco qualificate. Nella foto il sottoscritto con Mino Ceretti in atra foto con Bocchioli e Gennari all'inaugurazione  e alcune opere in mostra.

Milano, 6 Giugno 2017                       Achille Guzzardella

Le vie della Pace 

 

Nuova mostra collettiva inaugurata oggi 6 Giugno 2017 allo Spazio "Merini" casa delle Artiste  che sarà visibile fino al 2 Luglio. In mostra opere di artisti di diversa formazione e di diversa tendenza. Bianca Orsi, Cassani, Bocchioli, Gioxe De Micheli ,Maria Luisa Simone,Domenico Pellicanò, Antonio Miano sono alcuni tra gli artisti espositori con oli,disegni e tecniche miste. Una mostra curiosa da non perdere. Nella foto il sottoscritto con Bocchioli e Vasellai e alcune opere esposte. 

Milano, 6 Giugno 2017                                    Achille Guzzardella

Maria Mulas a Palazzo Morando




Inaugurata stasera 31 Maggio 2017 la bella mostra fotografica di Maria Mulas a Palazzo Morando in via Sant' Andrea 6 a Milano. In mostra alcuni dei più bei scatti della fotografa Nazionale. Alcune centinaia le foto in bianco e nero esposte che ci mostrano personaggi per lo più scomparsi e che ci raccontano un'epoca, artisti,scrittori, attori, personaggi dell'alta moda e altro. Maria ci racconta un mondo, ci son tutti,Moravia, Eco, Dorfles, Carrieri, Tadini, la Fracci, Versace, Krizia,un giovane Armani, i Missoni  per citarne alcuni. Una mostra da vedere assolutamente. Brava Maria. Nella foto chi scrive con la Grande amica fotografa, e poi anche con il comune amico Stefano Orlandi.



Milano, 31 Maggio 2017                                      Achille Guzzardella 

Luoghi di culto e periferie



Luoghi di culto e periferie, questo è il tema trattato nella conferenza svoltasi alla Triennale di Milano il  16 Maggio 2017. Organizzatore  del pomeriggio di studi con proiezioni di edifici ecclesiastici moderni collocati in
alcune delle periferie di varie città Italiane , esempi di studio per approfondire il rapporto del territorio periferico con l'edificio di culto e i possibili nuovi insediamenti, é stato lo staff  di "Chiesa Oggi" ed il suo Editore Giuseppe Maria Jonghi Lavarini. Il congresso è stato  organizzato in concomitanza dei i 25 anni della rivista. A conclusione una tavola rotonda tra la Preside della Facoltà di Architettura, il direttore per i Beni Culturali ecclesiastici e l'edilizia di culto della CEI,  una rappresentante del comune di Milano e lo stesso Giuseppe Maria Jonghi Lavarini che ha concluso in maniera spiritosa con una bella battuta. Presenziava nella sala gremita il nuovo Vescovo di Acireale  Monsignor Antonino Raspanti. Nella foto un momento della conclusione dell'amico Jonghi Lavarini.

Milano, 18 Maggio 2017                               Achille Guzzardella     

Paolo Manaresi alla Fondazione Lercaro

Mostra antologica del novecentista Bolognese Paolo Manaresi classe 1908 da non perdere alla Fondazione del Cardinale Lercaro in via Riva Reno 57 a Bologna. Oli, acquerelli ed incisioni  dei vari periodi pittorici dell'Artista  deceduto nel 1991. Uno dei Maestri della scuola Bolognese, caratteristico per i suoi paesaggi, per le nature morte e per le scene religiose. Colori ben mescolati e certe volte vivissimi. Contorni accennati e altre volte nelle figure drammatiche più marcati quasi a richiamare l'espressionismo tedesco. Ritratti più classici nel primo periodo e poi più liberi ma sempre ben costruiti ed espressivi come il ritratto della madre del 1936, e l'autoritratto con saio  del 1947.

      

Degni di nota nelle opere religiose sono sicuramente " Santa Caterina dona il mantello a un mendicante " del 1947, la "Crocifissione" del 1942 e "Crocifissione di sant' Andrea" del 1947. E i quadri dedicati alla moglie sono tra i primi da menzionare  "Nudo con cappello di Paglia" del 1934 e ""Ritratto con ventaglio " del 1935. Ci sono poi una bella serie di nature morte e i di paesaggi che non cito specificatamente, di vari periodi ma che invito a vedere. Un' artista che fu amico di Morandi,di Minguzzi, di Ghermandi e di tanti altri artisti e personaggi che hanno caratterizzato il secolo scorso. Manaresi ha saputo ritagliarsi un suo spazio  con la sua pittura, con la serietà del  suo lavoro e segnare un periodo di Storia del'900. La mostra vista da chi scrive ieri 11 Maggio 2017 sarà ancora visibile fino al mese di Luglio. Nelle foti il sottoscritto alla mostra e alcune delle opere esposte.



  


Milano, 13 Maggio 2017                                     Achille Guzzardella

Mostra  dei soci alla Permanente

   



Prosegue la mostra delle opere dei soci della Permanente assieme alle opere di vari artisti che hanno caratterizzato l'antica istituzione dal suo sorgere a qualche anno fa.  L'esposizione sarà aperta gratuitamente al pubblico fino al 21 Maggio. Opere in mostra storiche come quelle di Giuseppe Grandi, Aldo carpi, Achille Funi, ed in tempi più recenti Bruno Cassinari , Alfredo Chighine, Umberto Milani, Francesco Messina, Amilcare Rambelli, Emilio Tadini, Nanni Valentini, Alik Cavaliere,Eros Pellini, Pietro Cascella, Floriano Bodini e Alberto Ghinzani,e dei soci come Vito
Melotto, Achille Guzzardella,  Luciano